2018 in sintesi: dal ventesimo Slam di Federer al Career Golden Masters di Djokovic

2018 in sintesi: dal ventesimo Slam di Federer al Career Golden Masters di Djokovic

Il sito ufficiale Atp ripercorre le tappe salienti della stagione appena trascorsa e analizza le statistiche più interessanti dell’anno.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Il sito ufficiale Atp ripercorre in sintesi le tappe caratterizzanti del 2018, sviscerando alcune interessanti statistiche della stagione appena terminata. Tante le emozioni che ha saputo regalare l’anno tennistico ormai in archivio da qualche settimana: dal successo Slam numero venti di Federer fino al ritorno dello svizzero in cima al ranking mondiale, dall’undicesimo sigillo piazzato da Nadal a Montecarlo, Barcellona e Parigi fino al completamento del Career Golden Masters di Djokovic.

La stagione si apre con lo storico successo agli Australian Open di Federer, che batte Cilic e si aggiudica il ventesimo titolo Slam diventando così il primo giocatore in assoluto a compiere una simile impresa. Il 19 febbraio è ancora lo svizzero a scrivere un’altra pagina di storia del tennis. Trionfando a Rotterdam, a 36 anni Federer diventa il giocatore più anziano a conquistare la prima poltrona mondiale dal 1973, anno in cui è stato istituito ufficialmente il ranking Atp. Per il tennista di Basilea si è trattato del ritorno al numero uno del mondo dopo ben cinque anni e 106 giorni dall’ultima apparizione in vetta.

Protagonista assoluto della fase centrale della stagione, manco a dirlo, è Nadal. Lo spagnolo, già recordman di dieci trionfi in un singolo torneo del circuito, si è spinto ancora oltre, centrando l’undicesimo successo in tre eventi: Montecarlo, Barcellona e Roland Garros. Proprio il tennista di Manacor, nel corso dello Slam parigino, raggiunge la vittoria n. 900 in carriera battendo il tedesco Marterer nel quarto turno del torneo. Curioso come Nadal abbia centrato questo prestigioso traguardo proprio sul rosso francese, dove ha trionfato per undici volte vantando un invidiabile record di 86 vittorie a fronte di soli due ko.

Spazio ora a Djokovic, tornato ad essere finalmente competitivo dal Roland Garros in poi. Con la vittoria su Federer a Cincinnati, il tennista serbo è diventato il primo giocatore in singolo a vincere tutti i nove Masters 1000 stagionali. Nella speciale classifica dei vincitori degli eventi di categoria, l’attuale numero uno del mondo si trova in seconda piazza alle spalle di Nadal, che può vantare 33 titoli all’attivo. Anche il serbo, come il rivale spagnolo, ha festeggiato quest’anno un importante traguardo relativo ai match vinti in carriera. Djokovic ha infatti celebrato l’ottocentesimo successo nel circuito con la netta affermazione ai danni di Mannarino nell’Atp 500 di Londra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy