Agnieszka Radwanska: «Mi sento abbastanza vecchia fisicamente, ma quel che conta è sentirmi giovane di testa»

Agnieszka Radwanska: «Mi sento abbastanza vecchia fisicamente, ma quel che conta è sentirmi giovane di testa»

Nuovo boccone amaro, dopo la sconfitta inaspettata degli Australian Open contro Mirjana Lucic-Baroni, per Agnieszka Radwanska quest’oggi a Doha. L’attuale numero 6 del mondo analizza il suo difficile momento.

Era chiamata a un pronto riscatto dopo il k.o. inatteso del secondo turno degli ultimi Australian Open contro la sorpresa Mirjana Lucic-Baroni, ma Agnieszka Radwanska non riesce ancora a ritornare ai livelli con i quali aveva giocato le primissime partite della stagione.
La “professoressa”, come è conosciuta nel giro del tennis in rosa, ha fondato la sua fama per la sua mentalità vincente e per il suo tennis elegante e spettacolare che da quattro anni le permette di vincere il premio del colpo dell’anno WTA, ma nelle ultime settimane sembra essersi inceppata; ultima giornata negativa oggi con la sconfitta all’esordio del Qatar Total Open contro Caroline Wozniacki.
A ventotto anni suonati, la Radwanska si sta reinventando con il cambio di racchetta e, in un’intervista riportata da Sport 360, ha voluto discutere del suo inizio di 2017 altalenante e dei suoi obiettivi per il prosieguo della stagione.

g_260116_rad_getty_13
«Undici anni nel circuito sono tanti e mi sento abbastanza vecchia fisicamente, ma quel che conta è sentirmi giovane mentalmente»
ha eloquentemente detto la polacca ancora alla caccia del primo titolo Slam, quel che manca nel suo vasto palmarès che conta anche un Master di fine anno conquistato nel 2015. E parlando del cambio di racchetta: «Non è stata una decisione facile. Sto cercando di abituarmi perché era tanto tempo che giocavo con la stessa racchetta, ma negli ultimi anni ho capito che dovevo attuare un cambiamento».
Aga è partita nel nuovo anno raggiungendo l’ottima finale, poi persa, del Premier di Sydney, ma poi ha sconvolto tutti cedendo a Mirjana Lucic-Baroni nel secondo turno degli Australian Open. «La verità è che Mirjana ha fatto il miglior torneo della sua vita – ha affermato la ex numero 2 del mondo –, ha giocato un tennis incredibile durante tutta la manifestazione. Non ho avuto fortuna, ma ovviamente è stato deludente per me perdere nella prima settimana».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy