Federer campione di solidarietà

Federer campione di solidarietà

La Roger Federer Foundation agisce nelle zone meno floride del Sud Africa da diversi anni, raggiungendo risultati notevoli.

di Redazione Tennis Circus

La Roger Federer Foundation opera nelle zone povere del Sud Africa oramai da 15 anni, con l’obiettivo di creare delle strutture in grado di offrire un’istruzione primaria ai bambini meno fortunati. Il fuoriclasse elvetico ha commentato in questo modo lo scopo dell’organizzazione: “Io credo nel potere della gente. Le persone potrebbero aver bisogno soltanto di un primo potenziamento. Noi tutti sappiamo che una buona educazione rafforza i bambini e gli consente di prendere saldamente il futuro nelle loro mani e svolgere un ruolo attivo nel plasmarlo. E confidiamo nella massimo volontà dei genitori di assicurare le migliori opportunità per i loro figli. Da 15 anni la mia Fondazione si è quindi impegnata a consentire ai genitori e alle comunità locali di offrire a questi bambini l’opportunità di una buona istruzione. E oggi abbiamo raggiunto un milione di bambini”. La fondazione agisce in Sud Africa non a caso, in quanto è la nazione d’origine di Janine Handel, madre di Federer, che conosce molto bene le difficili condizioni di vita in cui versano molte comunità del paese. Di recente l’attività ha raggiunto uno straordinario traguardo, poiché almeno un milione di bambini ha potuto ricevere un’istruzione adeguata nei primi anni di vita. La signora Handel in merito a questo risultato ha affermato: “Siamo arrivati a raggiungere questa incredibile quota di un milione di bambini che, attraverso le elargizioni della fondazione, hanno usufruito della maggior qualità di iscrizione a livello scolare, pre-scolare e di scuola materna. Oggi possiamo affermare con orgoglio che un milione di bambini ha una miglior scelta di vita, per trovare un lavoro ed uscire dalla povertà. Sappiamo bene che l’educazione rende migliore la gente in generale, la educa nel ruolo di buoni cittadini, la prepara ad affrontare le situazioni e ad avere più strumenti per gestire la vita in tutte le sue forme”. Come è noto all’interno della struttura agiscono tutti i componenti della famiglia del tennista elvetico, in particolar modo Mirka, che ha rivelato un aspetto poco conosciuto del compagno:“Lynette ha cresciuto Roger a diventare un filantropo, gli ha insegnato il valore di voler e saper restituire quanto ha ricevuto. Perché comportamenti così generosi come quelli di Federer non appaiono così, all’improvviso, nella vita delle persone, ma sono frutto di un’educazione e di valori inculcati nel tempo. Lynette ha dato la sua impronta alla Fondazione, si vede da come lavora e da come fa funzionare la nostra struttura, tanto da diventarne l’ambasciatrice. Infatti visita abitualmente, insieme a Robert, le zone che si avvantaggiano dei nostri progetti. E sono entrambe molto attivi ed importanti per la Fondazione. Robert, soprattutto, in Svizzera, con tutti rapporti personali che ha con le varie associazioni tennistiche nel paese e il gran lavoro che fa sul web”.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luky Marone - 4 settimane fa

    immenso Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Elizabeth Shanahan - 4 settimane fa

    What a. Great person. He has built so much in sud Africa in silence

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ivo Campodonico - 4 settimane fa

    Uno Svizzero anomalo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dado Crosara - 1 mese fa

    Un vero campione … lo è sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Roberto Balzanelli - 1 mese fa

    Sei un grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Massimo Mangiarotti - 1 mese fa

    Grande uomo prima che il più grande tennista di sempre.!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Roger Francesco - 1 mese fa

    Marilena Saracino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Velia Fede - 1 mese fa

    Sei molto bravo, ma perché non pensi ai nostri Bambini bisognosi ??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antonio Di Giovanni - 1 mese fa

      e ai Marò chi ci pensa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Maurizio Lenzerini - 1 mese fa

      Ma è uno scherzo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Antonio Di Giovanni - 1 mese fa

      Maurizio Lenzerini me lo auguro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Alessandro Serra - 1 mese fa

      Dai sei un troll

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Maura Milani - 1 mese fa

      Importante è fare!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Maurizio Lenzerini - 1 mese fa

      Velia Fede, per favore, tranquillizzaci. Dicci che hai fatto un simpatico scherzo per prendere in giro quelli che davvero farebbero il commento del ca..o che hai fatto tu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Ryan Giardullo - 4 settimane fa

      Dici bene…in italia c’è chi non si può permettere la play station 4 e Federer va a costruire squole per i Necri…che schifo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. Giorgio Codeluppi - 4 settimane fa

      SEMPLICEMENTE PERCHE ‘IN ITALIA QUELLO CHE STA PEGGIO DI BAMBINI HA UNA PLAY STATION IN.MANO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    9. Luca Galbiata - 4 settimane fa

      dai su su Fede che a breve passa l’infermiera, pasticchina e Ti riporta in reparto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    10. Massimo Mangiarotti - 4 settimane fa

      Luca Galbiata. Tu avresti bisogno di una infermiera .sì. ma con una camicia di forza. Che pirla .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    11. Luca Galbiata - 4 settimane fa

      Massimo Mangiarotti parlò quello che deve essere seguito dai servizi sociali! e cmq pirla era rivolto a Te vero? Perché qui di pirla vedo solo Te che commenti a caxxo come un perfetto analfabeta funzionale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Roberto Corbetta - 1 mese fa

    Grande Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy