Federer: “Round robin mai facili. Mi sento carico per il rush finale”

Federer: “Round robin mai facili. Mi sento carico per il rush finale”

Il tennista svizzero, reduce dalla brillante vittoria su Anderson, mostra soddisfazione per il raggiungimento della semifinale e punta con decisione al titolo numero 100.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Archiviato l’ottimo successo maturato su Kevin Anderson, Federer è già proiettato sul penultimo atto delle Atp Finals. Nel corso della conferenza stampa post match, il tennista elvetico ha mostrato grande soddisfazione per la buonissima prestazione offerta ammettendo, però, di aver tratto giovamento dal formato round robin, tipico della manifestazione di fine stagione.

L’attuale numero tre del mondo si dice felice per la vittoria ottenuta ai danni di un giocatore, come il sudafricano, forte di un eccezionale stato di forma: “Sono molto soddisfatto di quanto fatto oggi. Devi sempre giocare al massimo per avere la meglio di un avversario così potente e in gran forma. Sapevo che non avrei trovato vita facile, considerando che a Wimbledon ho incontrato più di una difficoltà contro di lui. Contro Nishikori non mi sentivo a mio agio in campo, ho provato a tirarmi fuori dall’impasse iniziale e negli ultimi due match è andato tutto come speravo“.

Federer, ancora a caccia del centesimo titolo in carriera, rivela di non focalizzare l’attenzione su questo obiettivo, ma assicura di avere ancora benzina nelle gambe: “Attualmente sto bene, ho ancora tanto da dare, mi sento pronto per la semifinale. Se devo essere sincero, non penso molto a questo record, c’è ancora tanto da fare per raggiungerlo, dovrei vincere due partite difficili“.

Il tennista di Basilea, vincitore quest’anno di un titolo Slam a Melbourne, ha confessato di aver avuto un pizzico di fortuna con il formato round robin: “Non è mai facile giocare con questo genere di format, se perdi una partita hai sempre una seconda possibilità. Di solito tutti siamo abituati ad uscire dalla competizione se si sbaglia un match, invece ora posso essere ‘felice’ di aver perso solo all’inizio“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giotto Marchi - 4 settimane fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy