Inchiesta del “The Telegraph”: giovane promessa britannica avvelenata durante il torneo di Wimbledon

Inchiesta del “The Telegraph”: giovane promessa britannica avvelenata durante il torneo di Wimbledon

Gabriella Taylor, giovane tennista britannica, balza agli onori delle cronache per una notizia che ha dell’incredibile. Secondo quanto riportano i media britannici Gabriella è stata avvelenata durante il torneo di Wimbledon ed ha rischiato di morire. Si indaga sulla vicenda.

Mistero sulla vicenda che riguarda Gabriella Taylor, sedicenne britannica che a Wimbledon, nel torneo Juniores, è stata costretta al ritiro contro la statunitense Kayla Day. Fin qui nulla di strano se non fosse che subito dopo è arrivato anche il ricovero in ospedale per quello che sembrava un misterioso virus che non le permetteva di stare in piedi. Quattro giorni di terapia intensiva e poi la scoperta: Gabriella aveva contratto la Leptospirosi, infezione trasmessa dall’urina dei topi e che può portare a gravi problemi polmonari. Il tutto è reso ancora più strano dal fatto che il batterio è quasi inesistente in Gran Bretagna quindi l’ipotesi dell’incidente appare improbabile.

103116317_Gabriella_Taylor-large_trans++_5nRZA_mABzyhWQQr7FXOpobQ60yeHxTtA6Hki93Etw

 

La polizia indaga su due possibili piste come riporta “The Telegraph”. Si pensa infatti o che il nome della britannica sia finita nella mani di un’ organizzazione criminale riguardante scommesse illegali o ancora peggio che la “trappola” sia stata posta dallo staff o da persone vicine alle avversarie under 18.

“Vicina alla morte”– Gabriella ha rischiato di morire ed è stata salvata solo dalle tempestive cure dell’ospedale di Southampton. “Prima di Wimbledon stava benissimo- ha dichiarato la madre Milena Taylor- voleva raggiungere un grande risultato ed invece ha dovuto lottare per qualcosa di più importante: la vita. Quando i medici che l’hanno visitata ci hanno comunicato l’accaduto siamo rimasti senza parole. (…) Siamo convinti che non sia stato un incidente perché quel batterio non si trova in Inghilterra. La borsa da tennis e gli integratori spesso vengono lasciati nella Player Lounge quindi qualcuno potrebbe benissimo averli presi”.

A Marbella per ripartire– Ora la numero 381 del mondo prova a ripartire da Marbella, città spagnola dove pochi giorni fa ha ricominciato ad allenarsi ma la strada verso il ritorno al top è molto tortuosa come confessato dalla mamma Milena: ” Quello che è successo ci ha fatto aprire gli occhi su un mondo che non pensavamo potesse esistere. In passato siamo stati molto ingenui, adesso non lo saremo più. Gabriella è quasi morta ed ora è davvero triste. Ci vorrà davvero tanto tempo perché si riprenda, fisicamente e soprattutto mentalmente”.

Fonte: The Telegraph

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy