Lorenzo Sonego: che peccato!

Lorenzo Sonego: che peccato!

Non sono bastati gli applausi del pubblico del Foro Italico per spingere Lorenzo Sonego al secondo turno. Arriva a due punti dal sogno ma poi è costretto a cedere al più esperto (e n. 30 Atp) Sousa.

Non sono bastati la tenacia e il sostegno del pubblico del Foro Italico a Lorenzo Sonego per accedere al secondo turno agli Internazionali di Roma. Questo pomeriggio si è visto un po’ di granata nel “core de Roma”. Tutto il Foro Italico era stretto intorno al cuore di Lorenzo Sonego. Un vero combattente, epico. Il giocatore di Torino, vent’anni, si è arreso solamente al terzo set contro il più esperto Joao Sousa. Dopo aver pagato lo scotto dell’emozione ed essere andato sotto 0-3, è riuscito a vincere un combattutissimo primo set al tie-break. Nel secondo, però, Sousa non si è fatto sorprendere e ha bloccato la seconda rimonta di Sonego, approfittando della stanchezza dell’italiano per la maratona della prima partita e aggiudicandosi il parziale.

Sonego iniziava male anche il terzo set, andando subito sotto 2-0. Riusciva a rimontare il break e a portarsi sul 4-4. Sul servizio di Sonego si consuma un lungo gioco ai vantaggi. Interno, esterno, parità e così via,  per parecchi minuti. Il cuore granata Sonego riusciva, comunque, a mantenere il servizio e a portarsi così sul 5-4. Sembrava quasi fatta. Mancava un solo gioco per realizzare un sogno insperato ma il portoghese, forte della sua esperienza, anche sul 30 pari e a due punti dalla sconfitta, è riuscito a mantenere il servizio e a brekkare a zero Sonego, portandosi così 6-5 e andando facilmente a chiudere, sul proprio servizio, il set e l’incontro.

J. Sousa b. L. Sonego 6-7, 6-3, 7-5

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy