Marian Vajda: “Djokovic non viene apprezzato abbastanza”

Marian Vajda: “Djokovic non viene apprezzato abbastanza”

Il coach slovacco di Novak Djokovic lamenta lo scarso riconoscimento nei confronti del campione serbo e chiarisce il suo attuale stato di forma.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Marian Vajda, ex tennista slovacco e già coach di Novak Djokovic, in occasione di un’intervista rilasciata all’emittente sportiva serba SportKlub ha criticato l’atteggiamento della stampa nei confronti del campione di Belgrado e ha parlato del suo attuale livello psicofisico.

Penso che Novak non sia abbastanza apprezzato“, esordisce amareggiato l’ex n. 34 del mondo. “Lui viene da un piccolo paese e questo credo possa fare la differenza in quanto a riconoscimenti rispetto a Nadal e Federer. Di questi due campioni si è parlato tantissimo anche quando si trovavano in un periodo particolare della carriera, mentre Novak è stato un po’ accantonato da tutti. Spesso sono piovute critiche da più parti, non dalla Serbia per fortuna, e perciò ultimamente non leggo giornali, anzi ne faccio volentieri a meno. Devo ammettere che fa male ascoltare e leggere alcune cose, dovrebbero elogiare di più un campione che ha dato tanto allo sport“.

Vajda poi si sofferma sulle condizioni di Djokovic, opposto all’azzurro Cecchinato nei quarti di finale del Roland Garros: “Posso dire che Nole si trovi al 75/80% delle sue possibilità, ogni match vinto a questo punto è come vincere un titolo dello Slam. Molti pensano sia finalmente tornato ai suoi standard, ma ci vorrà pazienza. Sono convinto che possa esprimere di nuovo il suo miglior livello arrivando ad un successo Slam che manca da troppo tempo“.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Anna Lia Bernardi - 5 mesi fa

    Io lo amo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marilena Acri - 5 mesi fa

    Tornerà grande!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Umberto Hvalic - 5 mesi fa

    forse e’ stato grande, oggi come oggi le puo’ prendere facilmente da chiunque

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Stefano Grosso - 5 mesi fa

    Djoker è stato un fenomeno, indiscutibile, peccato non riesca a tornare alla grande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Teresa Da Costa - 5 mesi fa

    I Love Yoy!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Elsa Volaj - 5 mesi fa

    Tutta ividia è il miglioreeeee

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gianni Bracciaferri - 5 mesi fa

    non mi sembra…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Vera Angioi - 5 mesi fa

    I suoi fan sanno quello che vale io aspetto con ansia che torni al 100/100

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Damiano Caravetta - 5 mesi fa

    Poverino. Quasi quasi piango.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maria Pia Martin - 5 mesi fa

      Ci sono campioni, e lui lo è stato certamente per pochi anni ma estremanente efficaci peraltro in un periodo in Roger e Rafa erano out, che sono amati . Sarà perchè si è inserito in un periodo in cui gli altri 2 amatissimi erano in difficoltà. Sarà che il suo fare il simpatico sembra dettato da copione, sarà che i suoi coach stellati lo abbandonano, sará che fa della sua vita privata una soap opera, ma è il n. 1 meno amato di tutti i tempi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Дејв Ковић - 5 mesi fa

      Se c’è forse un giocatore italiano con le sue caratteristiche e modi, le statistiche e trofei, stia tranquilla che il Collosseo porterebe il suo nome.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Branka Gencic - 5 mesi fa

    Serbia è piccola, ma solo geograficamente …
    i suoi atleti sono famosi in tutto il mondo e, come tutti sapete, ce ne sono tanti … come Novak

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Antonietta Brugnola - 5 mesi fa

    Ma dico…si facesse Delle domande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ida Pellegrino - 5 mesi fa

      Quale domande dovrebbe farsi? É vero che non viene considerato come altri campioni. Sembra che facciano fatica a riconoscergli tutte le grandissime imprese e le vittorie che ha ottenuto. Quello che ha vinto é abbastanza per annoverarlo tra i grandi! Se, poi, si riprenderà dai suoi acciacchi, forse, tornerà a far paura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Дејв Ковић - 5 mesi fa

      Cose simili succedono anche nell’ ambito del basket, da decenni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Daniele Cello - 5 mesi fa

    Nole è un grande campione vincitore di
    12 slam e viene apprezzato dai suoi tifosi che siamo tantissimi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Infatti, solo chi non capisce nulla di tennis può non ammirare Djokovic (o Nadal, assurdo che ci siano persone che mettono in discussione questi due monumenti dello sport).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea Cherchi - 5 mesi fa

      Viene apprezzato anche da chi, come me, non tifa nessuno. Sono purtroppo “altri” tifosi a fomentare questo tipo di situazioni.. se il tennis avesse meno tifosi e più appassionati si starebbe decisamente meglio, secondo me.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Michele Gosetto - 5 mesi fa

      Dobbiamo solo ritenerci fortunati ad aver visto all’opera questi tre grandi campioni,ognuno con le loro diversita’

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Gino Bacci - 5 mesi fa

      Ben detto! E lo affermo da tifossimo di Nadal… Nole, Rafa e Roger sono allo stesso livello, tutti e tre sono i giocatori più forti della storia del tennis, e forse anche della storia dello sport intero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy