Masters 1000 Miami, gli incontri di giornata

Masters 1000 Miami, gli incontri di giornata

Scendono in campo i big del torneo maschile. Esordio per Djokovic, Cilic e Del Potro. Tra le donne spicca Osaka-Svitolina.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Quarta giornata di gare al Miami Open. Tra gli incontri più interessanti di giornata spiccano quelli programmati sul Centrale. Cilic, Djokovic e Del Potro esordiranno sullo Stadium. Da seguire con attenzione anche il derby sudamericano tra Schwartzman e Jarry e il debutto di Raonic. Tra le donne big match tra Osaka, fresca vincitrice a Indian Wells, e Svitolina, attuale n. 4 del mondo.

OSAKA VS SVITOLINA – Alle 16 italiane aprono il programma sul centrale Naomi Osaka e Elina Svitolina. Match assolutamente equilibrato tra due giocatrici reduci da un ottimo momento di forma. La tennista nipponica, forte del fresco successo conquistato domenica scorsa a Indian Wells, cercherà di ottenere un altro scalpo di prestigio dopo aver travolto Serena Williams. L’ucraina, n. 4 del ranking e vincitrice di ben due titoli quest’anno, è l’ultima giocatrice ad aver sconfitto Naomi Osaka in un match risalente al mese di febbraio valevole i quarti di finale del Premier di Dubai. I precedenti sono in perfetta parità, due vittorie a testa. Osaka ha avuto la meglio sull’avversaria in entrambe le occasioni nel 2016, a Melbourne e a Tokyo.

HERBERT VS CILIC – Sempre sul Centrale di scena Pierre-Hugues Herbert e Marin Cilic. Il francese, reduce da un brillante cammino a Indian Wells dove si è spinto fino agli ottavi di finale, ha centrato il suo miglior risultato in un torneo 1000 e contro un Cilic apparso poco concentrato nelle ultime uscite potrebbe mettere a segno il primo scalpo eccellente della carriera. Il croato, come detto, non viene da un periodo particolarmente felice. Dopo l’ottimo percorso a Melbourne, Cilic ha collezionato la miseria di due sole vittorie a Rio e a Indian Wells. L’unico precedente, tra l’altro molto recente, parla chiaro. Nell’Atp 250 di Pune, in India, il n. 3 del mondo ha battuto nettamente il transalpino per 6-3 6-2 in un match senza storia.

PAIRE VS DJOKOVIC – Dopo il brutto stop a Indian Wells, Novak Djokovic torna in campo a Miami. L’avversario del serbo non è tra i più abbordabili che potesse capitare in un match di secondo turno. Il francese Paire sfiderà per la seconda volta in carriera l’ex n. 1 Djokovic in un incontro che fino a qualche anno fa sarebbe apparso a dir poco proibitivo, ma viste le condizioni del serbo tutto può succedere. Il tennista transalpino è reduce da un tragicomico match contro Mischa Zverev, vinto al terzo set per 6-2 dopo due parziali altrettanto netti. Djokovic, come detto, viene da una sconfitta al secondo turno di Indian Wells operata dal nipponico Daniel, ma negli ultimi giorni si è detto particolarmente fiducioso circa il suo stato fisico ed è pronto per disputare al meglio il secondo 1000 stagionale.

DEL POTRO VS HAASE – Esordio anche per Juan Martin Del Potro che, dopo aver trionfato meritatamente a Indian Wells in un’appassionante finale vinta ai danni di Federer, vuole ben figurare anche al Miami Open, secondo appuntamento 1000 dell’anno. L’avversario dell’argentino sarà Robin Haase, pericoloso olandese sempre complicato da affrontare nei primi atti di un torneo. I precedenti però pendono tutti dalla parte del tennista di Tandil che ha firmato quattro successi in altrettanti scontri diretti. L’ultimo match tra i due è datato novembre 2017 quando i due si affrontarono sul cemento indoor di Parigi Bercy.

SCHWARTZMAN VS JARRY – Sul Campo 1 aprono le danze Diego Schwartzman e Nicolas Jarry. I due giocatori che vivono un eccezionale momento di forma si sconteranno per la seconda volta in un mese, dopo la vittoria dell’argentino in semifinale a Rio. Il tennista di Buenos Aires, attualmente n. 16 del mondo, è inserito nella serrata bagarre per la top 10 e punta a raccogliere un risultato di prestigio anche a Miami. Dall’altra parte della rete ci sarà Nicolas Jarry, cileno classe ’95, che solo un paio di settimane fa raggiungeva la sua prima finale in carriera, persa contro l’azzurro Fognini, centrando il primo ingresso in top 70. Derby sudamericano che ha visto trionfare, come detto, Schwartzman nella semifinale di Rio nel primo scontro diretto tra i due.

 Clicca qui per visualizzare il programma completo

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Chiara Scardazzi - 6 mesi fa

    Adoro questa giovanissima. Promette bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy