Nicolas Almagro si ritira dal tennis

Nicolas Almagro si ritira dal tennis

Il tennista iberico ha deciso di ritirarsi dal mondo delle competizioni professionistiche, al termine del torneo di Murcia, che si svolgerà questa settimana nella sua città natale.

di Fabrizio Messina

Trentatre anni compiuti il 21 agosto dello scorso anno, Nicolas Almagro ha deciso di porre termine alla propria carriera di giocatore professionista, dopo aver disputato il torneo di Murcia, sua città natale. Con un best ranking da numero nove del mondo raggiunto il 2 maggio del 2011, il tennista spagnolo è giunto a questa drastica decisione a seguito degli innumerevoli infortuni che ha patito nel corso della carriera. Dal 2016 in poi praticamente non ha più giocato a causa di questi problemi

Dopo l’uscita di scena di David Ferrer un altro grande tennista iberico dunque ha deciso di lasciare il circuito. Nico, come è chiamato dagli amici, ha vinto in carriera ben tredici titoli ATP. Tutti sulla terra rossa (uno dei quali indoor). L’ultimo trionfo è arrivato ad Estoril nel 2016. Poi a Nizza e a San Paolo (indoor) durante il 2012; in seguito di nuovo Nizza, Buenos Aires e Costa de Suapi nel 2011; i titoli di Gaastad e Bastaad nel 2010; Acapulco (2009 e 2008), ancora Costa de suapi nel 2008 e quindi la doppietta di Valencia (2006/2007)

KEY BISCAYNE, FL - MARCH 24: Nicolas Almagro of Spain returns a shot to Jon Isner during their match on March 24, 2014 in Key Biscayne, Florida. (Photo by Mike Ehrmann/Getty Images)

I match di Nico sono sempre stati sofferti ed avvincenti. Il murciano non ha mai nascosto il suo caratterino, sopratutto in occasione delle sfide con i suoi più acerrimi rivali, Nadal (16 match tra i due, una sola vittoria per il murciano), Fognini (4-2 conduce lo spagnolo) e Ferrer (15-1 per David). Un diritto devastante quello d Nico ma anche il bel rovescio ad una mano saranno i colpi che non dimenticheremo del suo repertorio. Il primo grande infortunio è arrivato nel 2014 quando dopo l’incredibile vittoria contro Rafael Nadal si presentò in conferenza stampa con le stampelle. Si trattò di un ispessimento con edema e gonfiore al calcagno che lo tenne fuori dai campi fino al torneo di Doha nel gennaio 2015.  Il 2014 fu il primo anno della carriera di Almagro chiuso fuori dalla top-50.

A gennaio 2017 sono ricominciati i problemi che lo hanno costretto al ritiro al primo turno degli Australian Open, un evento che tra l’altro gli ha procurato non pochi problemi in quanto è stato tacciato di essere sceso in campo solo per intascare il prize money.  L’infortunio serio era comunque dietro l’angolo: lesione meniscale al ginocchio sinistro. Almagro, in lacrime (forse consapevole di avere chiuso la carriera) è obbligato ad abbandonare il match contro Del Potro al Roland Garros. Per lo stesso infortunio è stato operato verso la fine del 2017.  Lo spagnolo aveva scelto l’Italia (si sposò in Sardegna nel 2015)per provare a rientrare nuovamente nel circuito. Nel 2018 ha partecipato ai Challengher di Milano, Aspria e Perugia, ma con scarsi risultati. L’Italia resta pur sempre il Bel Paese e così Almagro ha deciso entrare a far parte della squadra di serie A-2 del ct Vomero, regalando un successo e tante emozioni ai partenopei.

Risale a settembre 2017 la sua ultima vittoria in un match ATP. In quell’occasione Nico sconfisse a Metz il francese Juliene Bennateau.

Potrebbe invece chiudersi contro il connazionale Mario Vilella Martinez, numero 262 del mondo, suo avversario al primo turno del torne di Murcia, la sua carriera di singolarista. Curiosità: Almagro giocherà anche il doppio, in coppia con Juan Antonio Marin e se la vedrà contro il nostro Andrea Vavassori (affiancato da Ariel Behar). FORZA NICO!

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Francesco Folli - 2 settimane fa

    Perché la paella della zia??(da parte di madre)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alex Tardivo - 2 settimane fa

    Gran bel rovescio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dante Cruciani - 2 settimane fa

    Beato lui….io per ritirarmi devo lavorare 43 anni…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Amina Costanzo - 2 settimane fa

    Peccato,grande talento ma il fisico a volte ti comanda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Antonio Salvi - 2 settimane fa

    Bravooo…Mi dispiace che smette

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo Vutun - 2 settimane fa

    Un grande talento, e ce nè sono sempre meno purtroppo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Stefano Pilurzu - 2 settimane fa

    Gran talento!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ligorio Giuseppe - 2 settimane fa

    Buon giocatore simpatia zero comunque buona fortuna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Enrico Carrossino - 2 settimane fa

    un gran giocatore. Tecnicamanete valeva berdych, ma con ancora meno carattere. Dopo aver perso clamorosamente avanti di due set contro ferru a melbourne e robredo a parigi è praticamente scomparso, complice l’infortunio successivo… Comunque nei 10 ci è arrivato…. Buona fortuna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Enrico Votta - 2 settimane fa

    Peccato gran tennista rovescio top

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tiziana Cuffari - 2 settimane fa

    Buona vita Nico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Carla Sottocorno - 2 settimane fa

    Grande giocatore. Mancherà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Marco Mariani - 2 settimane fa

    Matto come un cavallo ma talentuoso come pochi
    Peccato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Antonio Di Giovanni - 2 settimane fa

    Peccato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Antonio Quarta - 2 settimane fa

    Nooooooooo… Un dopato in meno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Edoardo Grasso - 2 settimane fa

      Antonio Quarta come fai a dire che è dopato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Diego Negrino - 2 settimane fa

    uno dei piu bei rovesci nel circuito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Steve Togni - 2 settimane fa

    Gran rovescio !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy