Riforma classifiche FIT, chi ci guadagna?

Riforma classifiche FIT, chi ci guadagna?

E’ uscito il nuovo metodo di calcolo classifiche FIT 2018 e non mancano le novità che potranno suscitare discussioni tra gli appassionati e i praticanti di tutti i livelli e categorie.

7 commenti

RIFORMA – Tre sono le principali variazioni: l’abolizione del capitale di partenza, l’aumento delle vittorie base da considerare e due aggiornamenti annuali.
Il capitale: questa modifica interessa sicuramente i piani alti delle classifiche dove il ‘tesoretto’ proveniente dai punti base poteva essere sostanzioso per i giocatori di grado superiore ma viene eliminato con questo nuovo metodo.
Vittorie base: aumentano le vittorie considerate per il calcolo dei punteggi e questo in un certo senso sopperisce alla mancanza di capitale di partenza ed essere un aiuto soprattutto per le classifiche più basse.
Due aggiornamenti: la stagione sarà divisa in due parti. Fino al 2 aprile e fino al 2 luglio, con la solita chiusura prevista per l’ultima domenica di ottobre.
Ulteriori modifiche: oltre a quelle appena descritte, ci sono anche i bonus aboliti per le vittorie di sezioni intermedie dei tornei che non faranno quindi più classifica.
Diminuisce il bonus vittoria per i tornei BNL  legati alle pre-qualificazioni agli internazionali d’Italia che passano da 15 a 10 punti.
Rodeo di quarta categoria: Un grosso vantaggio per i tanti giocatori di quarta categoria è dato dall’abolizione del punteggio decurtato nei tornei ‘Rodeo’ che daranno punteggio pieno e non più soltanto il 40% dei punti come avviene ora.

CONSIDERAZIONI – I cambiamenti sono sempre da valutare con il tempo e soltanto questo ci dirà se saranno azzeccati. L’ impressione è quella che la coperta sia sempre corta. Da una parte si cerca di aumentare il ‘bisogno di punti’ che significa partecipazione a più tornei e ad un calendario più fitto. Tutto ciò potrà portare sicuri introiti alla Federazione, dall’altra parte però, questo aumento di partite fa si che servano più club disposti ad organizzare tornei e più giocatori costretti ad aumentare le spese ed il tempo dedicato alla loro passione per poter star dietro ai cambiamenti indetti dall’alto e provare a scalare qualche posizione in classifica.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cavallo - 5 mesi fa

    Mah….Soliti calcoli arzigogolati quando come ha precisato qualcuno, basterebbe dare punti a chi batte i piu’ forti di lui, e togliere punti a chi perde con i piu’ deboli di lui…Ci sarebbe logica coerenza nelle classifiche, ma ovviamente….qualcuno che vince 7 partite con persone piu’ accreditate di lui potrebbe non giocare fino all’anno successivo!! Basterebbe anche in questo caso togliere tutte le scadenze e dare passaggi di categoria istantanei, che con internet ed i computers e’ facile… Ognuno avrebbe la classifica che merita e giocherebbe comunque molto, a meno non sia un simpaticone da bar che raggiunta la sua fantomatica vetta non gioca piu’ e va a parlare dei suoi ormai vetusti successi davanti ad un litro di birra!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Armando - 9 mesi fa

    A me non piace lamentarmi, ma questa modifica è semplicemente scandalosa. Ho sentito molti amici tennisti, non professionisti: tutti siamo concordi che la strada intrapresa dalla federazione sia sbagliata. Perciò penso che dovremmo compattarci e avviare una iniziativa di protesta. Il problema è: come? Una possibilità concreta è che nessuno di noi vada agli Internazionali d’Italia e neppure giochi i tornei di prequalificazione. Io farò entrambe le cose! Cercherò di proporre questa idea in tutti i siti tennistici che visiterò. Noi tennisti hobbisti siamo gente strana, appassionata di questo sport: magari riusciamo a fare un passaparola efficace!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Simone Rocchini - 9 mesi fa

    Ma le motivazioni. …. o eravamo tutti imbecilli prima o improvvisamente si sono svegliati i geni? Sarebbe molto più semplice attribuire punti a chi vince con i giocatori di più alta classifica e togliere punti se si perde con i giocatori di classifica inferiore ecc ecc ecc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ale Irish - 9 mesi fa

      Come si faceva quando il tennis non era ancora considerato solo una macchina mangiasoldi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Luigino Cerbo - 9 mesi fa

    Una vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Paolo Polo - 9 mesi fa

    Sarà dura per i seconda cat passare di classifica senza capitale di partenza con solo due partite da conteggiare in più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lucio Panigada - 9 mesi fa

    solo la FIT!! maggiori introiti e circoli sempre più poveri. Conseguente ulteriore abbassamento del livello, tutti i 4.2. e 4.1 passeranno 3.5 e 3.4.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy