Probabile cambio di sede per il torneo di Miami

Probabile cambio di sede per il torneo di Miami

Non c’é pace per l’impianto di Key Biscane. Appare impossibile la permanenza in Florida del Miami Open, in seguito ad una sentenza che boccia il progetto di espansione delineato nel 2012.

La concorrenza per accaparrarsi tornei importanti é sempre agguerrita, per questa ragione molti impianti cercano di espandersi per rendere piú attraente la settimana in calendario. Tuttavia spesso si devono fare i conti con il rifiuto delle istituzioni e le denunce degli ambientalisti. É questo il caso del Miami Open.

Il torneo, di sede a Crandon Park, in Florida, aveva mostrato l’intenzione di espandersi con nuovi stadi che potrebbero danneggiare l’area particolarmente ricca di spazi verdi e per questo protetta. Proprio la scorsa settimana la corte di appello si é pronunciata a favore dell’associazione per la conservazione dei parchi nazionali. Una sentenza che mette in pericolo la posizione del torneo, in concorrenza diretta con Indian Wells.

I proprietari del torneo avevano firmato un contratto di 8 anni con la contea di Miami-Dade, ma Stearns, avvocato del Master 1000 e Premier Mandatory, ritiene che l’accordo non sia piú valido per l’impossibilitá di crescita geografica. “Questo posto é diventato ostile per fare affari”.

Key Biscayne Miami Open 28Mar2015. Novak Djokovic.

Stearns non nega dunque la possibilitá di uno spostamento di sede del Miami Open, al cui ampliamento si oppone Bruce Matheson, discendente della famiglia proprietaria dell’area interessata, gestita oggi dalla contea. “Si potrebbe chiedere al comitato di apportare miglioramenti alle proprie strutture, non di aggiungere un sacco di impianti o strutture permanenti”, ha affermato Ovelmen, avvocato di Matheson.

Il torneo, nel 2012 aveva proposto l’approvazione di un piano di espansione, al fine di costruire un nuovo stadio del tennis, con una capacitá di 14.000 spettatori, per un totale di 50 milioni di dollari. Tuttavia purtroppo la recente sentenza si pone come un ostacolo insormontabile per l’evento, che apre le porte ad un possibile cambio di sede.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy