Quando il tennis incontra la moda

Quando il tennis incontra la moda

Diversi brand del momento hanno confermato di voler investire in futuro ancor di più sul tennis, sport da sempre famoso per l’eleganza trasmessa.

di Marco Tocci

Una delle qualità che hanno sempre reso il tennis uno sport fuori dal comune è l’eleganza curata in ogni minimo particolare: dai completi rigorosamente bianchi di Wimbledon alla classe espressa da alcuni colpi come, per esempio, il rovescio a una mano del campione svizzero Roger Federer; ad apprezzare questa peculiarità del tennis, infatti, vi sono anche delle vere e proprie icone della moda quali Anna Wintour.

“Ho persino saltato occasionalmente sfilate di moda solo per vederlo giocare, visto che è certamente il più grande tennista di ogni epoca. Da sempre sono appassionata di tennis, e l’ho guardato giocare a tutte le ore del giorno e della notte” afferma la direttrice di Vogue, che ha più volte invitato il giocatore svizzero e sua moglie ad eventi di moda.

E parlando di moda, non possiamo non ricordare la famosa partnership avviata tra Federer e il marchio Uniqlo la scorsa estate, poiché decisamente più in voga rispetto a Nike; l’accordo stimato ha il valore di ben 300 milioni di dollari distribuiti in 10 anni.
Anche la stessa Wintour ai tempi aveva espresso la propria opinione al riguardo, dicendo che “La partnership con Uniqlo, forse un po’ sorprendente per il mondo del tennis, permetterà a Federer di lavorare con il brand per innovare, oltre che innestare un cambiamento positivo a livello globale – una priorità per lui”. 

Più recente è invece la notizia di Andy Murray, tennista britannico entrato da poco nel capitale del marchio sportivo di menswear Castore, rilevandone una quota importante e diventandone il volto globale grazie a un accordo valutato circa 8 milioni di sterline; per non parlare di brand quali Fila o Sergio Tacchini che, dopo aver attraversato un momento di crisi, stanno tornando sul mercato con un piano di rilancio.

Per non parlare infine di Lacoste, che poco fa ha presentato la prima collezione della stilista Louise Trotter, la quale ha dichiarato di voler “creare un brand che vada oltre l’iconica polo… Voglio tradurre i valori di Lacoste in un’idea di sport tenace e di unione, fatto di fair play e di eleganza come è il tennis. Voglio impostare il racconto intorno a dei pezzi che le persone vogliano indossare, partendo da quello che indossano nel quotidiano“.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alessandra Bragion - 1 settimana fa

    La classe fatta persona !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Davide Borsa - 1 settimana fa

    Ultimamente molte cose lasciano a desiderare, certi colorini, certe fantasie e certe scarpine da ballo trasformano gli incontri in allegre pagliacciate carnevalesche, che spesso oltrepassano il ridicolo…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Damiano Caravetta - 1 settimana fa

    Porta sfiga come pochi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Guido Ragazzi - 1 settimana fa

    Il tennista scelto nella foto non è un caso lui pure con un pigiama avrebbe comunque una classe immensa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giuliana Cau - 1 settimana fa

      Anche quando si è messo le dita nel naso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco Perri - 1 settimana fa

      Plata o plomo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Loris Zanotto - 1 settimana fa

      Proprio un campione di stile… :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Guido Ragazzi - 1 settimana fa

      Giuliana Cau non è un problema tuo perché tra lo svizzero e il serbo c’è un abisso in fatto di classe e soprattutto di stile e io a differenza vostra quando sbaglia Roger non lo difendo mica. Federer sarà per l’eternità lo sportivo più amato di sempre mettitelo in testa lo so che vi fa parecchio male però è da accettare come io dico che quando Novak è al meglio è semplicemente imbattibile lo stile io ce l’ho proprio come il mio idolo Roger voi zero. Passo e chiudo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Giuliana Cau - 1 settimana fa

      Guido Ragazzi a me (noi) cosa farebbe male? Tra l’altro mai mi vedresti scrivere che a me Djokovic piace anche in pigiama, o in pose più “popolari” diciamo…
      P. S: ironia, questa illustre sconosciuta. Buona giornata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Guido Ragazzi - 1 settimana fa

      Giuliana Cau non vi va giù il fatto che Roger è lo sportivo più amato di tutti i tempi, poi lo svizzero mi piace con qualsiasi cosa lui indossi. Di ironia ne ho da vendere e il problema dei social è quello che si giudica una persona senza neanche conoscerla. Molto grave come cosa. Buona serata. E buona vita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Giuliana Cau - 1 settimana fa

      Gli sportivi più amati, in ordine, sono Cristiano Ronaldo, Le Bron James e Leo Messi. Classifica da me ampiamente condivisa.
      Buona serata a te e buona vita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy