Roger Federer premiato al Gran Gala di Montecarlo

Roger Federer premiato al Gran Gala di Montecarlo

Il tennista svizzero è stato premiato nella giornata di ieri ai Laureus World Sports Awards, dove ha ricevuto l’onorificenza come “sportivo dell’anno” e “ritorno dell’anno”, aggiudicandosi la quinta e la sesta statuetta di questa importante manifestazione.

di Lino Di Bonito

Dopo il titolo degli Australian Open ed il ritorno al numero 1 del mondo, Roger Federer è stato premiato nuovamente per la sua straordinaria carriera tennistica. L’elvetico infatti nella serata di ieri ha ricevuto i riconoscimenti come “sportivo dell’anno” e come “ritorno dell’anno”, frutto di un 2017 davvero impeccabile per il maestro svizzero, coronato col rientro al vertice del ranking nel 2018.

“MIGLIOR SPORTIVO DELL’ANNO” – Roger Federer si è aggiudicato questo riconoscimento ed ha battuto anche molti nomi prestigiosi prima di poter ricevere quella statuetta. Infatti in lizza c’erano Mo Farah, mezzofondista britannico, Chris Froome per il ciclismo, Lewis Hamilton pilota di Formula 1, Cristiano Ronaldo vincitore anche del pallone d’oro ed infine anche l’amico-rivale Rafael Nadal, il quale ha già ricevuto questo trofeo nel 2005, 2006, 2007, 2008 e 2011.

“MIGLIOR RITORNO DELL’ANNO” – Il “Comeback of the Year Award” va come sempre a Roger Federer, meritatissimo questa statuetta, sopratutto per l’infortunio che lo aveva portato ad un lungo stop nel 2016 ed in pochi credevano potessi ritornare ad altissimi livelli. Inoltre sul suo stop  ha aggiunto: “Sono molto contento di esser tornato a grandi livelli, il giorno dopo l’intervento non sapevo se sarei stato ancora in grado di correre e giocare come un tempo, sono stato fermo a lungo ma n’è valsa la pena, il 2016 è stato un incubo, mentre il 2017 è stato un bellissimo sogno.” Lo svizzero si è dunque posizionato al primo posto,davanti al: Barcellona che ha compiuto una rimonta incredibile contro il PSG nella Champions League 2016/17, la Chapecoense, squadra di calcio brasiliana tremendamente stroncata da un incidente aereo ma che è stata brava a tornare competitiva, l’atleta americano Justin Gatlin che dopo la squalifica per doping l’estate scorsa ha vinto la finale mondiale dei 100 metri maschili, l’australiana ostacolista Sally Pearson che ha conquistato l’oro nei mondiali del 2017 ed infine il campione di motociclismo Valentino Rossi che dopo aver subito un infortunio alla tibia è riuscito a rientrare in gara in tempo record.

I RINGRAZIAMENTI – Durante il suo discorso di celebrazione lo svizzero ha affermato:“Questo momento è davvero molto, molto speciale per me, tutti sanno quanto apprezzo i Laureus Awards, quindi vincerne un altro sarebbe stato meraviglioso, ma vincerne due è un onore davvero unico. E del tutto inatteso. Sono molto felice e desidero ringraziare sinceramente la Laureus Academy. E’ stato un anno indimenticabile per me, tornare dopo un 2016 molto difficile, e questi premi lo rendono ancora più memorabile. Quando ho vinto il mio primo premio Laureus nel 2005, se qualcuno mi avesse detto che avrei finito per vincerne sei, non gli avrei creduto. E stata un’avventura fantastica”.

PER LE DONNE – Serena Williams nonostante il lungo stop dai campi ha vinto l’onorificenza come “miglior atleta femminile dell’anno”, nonostante abbia gareggiato in un solo torneo nel 2017: l’Australian Open, la vittoria di tale competizione l’è valsa la statuetta. Dietro di lei si sono classificate la collega spagnola Garbine Muguruza, la mezzofondista sudafricana Caster Semenya, la velocista statunitense Allyson Felix, la nuotatrice Katie Ledecky ed infine la sciatrice alpina americana Mikaela Shiffrin.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Milena Ginocchio - 9 mesi fa

    GRANDE ROGER

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy