Wimbledon, il cammino di Federer e Nadal verso la finale

Wimbledon, il cammino di Federer e Nadal verso la finale

Per Federer, a caccia del nono successo a Wimbledon, ostacolo Coric agli ottavi. Nadal sorride fino ai quarti.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Sorteggiato il tabellone principale dell’atteso terzo appuntamento Slam stagionale, Roger Federer e Rafael Nadal, come da copione, sono i primi due favoriti per giocarsi l’ambita coppa in palio nella finale del 15 luglio.

Il tennista elvetico, reduce dalle due finali consecutive centrate a Stoccarda ed Halle, non dovrebbe avere grossi problemi quantomeno fino agli ottavi di finale, dove potrebbe andare in scena la rivincita dell’ultimo atto dell’Atp 500 tedesco contro Borna Coric. Avvio soft per Federer, che al primo turno troverà il serbo Lajovic, avversario apparso molto in forma nella stagione su terra, ma tutt’altro che incline all’erba. Secondo turno ancora piuttosto comodo contro il vincente del match tra il qualificato Bonzi e Lacko. Al terzo ostacolo il campione nativo di Basilea potrebbe incrociare l’argentino Mayer, forte della 32esima testa di serie, ma occhio anche a Karlovic e Struff, due giocatori particolarmente a proprio agio sui prati londinesi. Il cammino di Federer, però, dovrebbe complicarsi a partire dagli ottavi di finale, dove il primo giocatore del seeding potrebbe incrociare l’ostico Coric, giustiziere dello svizzero nella combattuta finale di Halle. I quarti di finale potrebbero riservare all’elvetico uno dei due specialisti maggiormente accreditati per dar noia ai big, Querrey o Anderson. In semifinale, con tutta probabilità, Federer dovrebbe incrociare la racchetta contro Cilic, testa di serie n. 3 e già finalista 2017 proprio contro lo svizzero. Da non scartare l’ipotesi penultimo atto tra l’elvetico e il bulgaro Dimitrov, che può vantare anche una semifinale sui campi di Church Road.

Percorso decisamente più agevole per Rafael Nadal, seconda testa di serie del tabellone londinese, almeno fino ai quarti di finale. Il maiorchino, reduce dal brillante trionfo parigino, vuole raggiungere una finale a Wimbledon che manca dal lontano 2011, quando a negargli il terzo titolo fu Djokovic ed è intenzionato a cancellare il brutto stop della scorsa edizione agli ottavi di finale ad opera di Gilles Muller. Dopo un primo turno più che abbordabile contro l’israeliano Sela, Nadal incrocerà il vincente della sfida tra gli specialisti Pospisil e Kukushkin, sempre competitivi su erba. Terzo turno che, con tutta probabilità, dovrebbe vedere lo spagnolo sfidare l’azzurro Cecchinato, forte della 31esima testa di serie. Occhio anche a Mischa Zverev che, nonostante la scarsa vena mostrata quest’anno, potrebbe rivelarsi la mina vagante dello spot del maiorchino. Possibile ottavo di finale Nadal-Fognini, con il ligure che, in un’ipotesi tutt’altro che remota, prima di incrociare il numero uno del mondo dovrebbe avere la meglio sull’argentino Schwartzman, mai a suo agio sui prati dell’All England Club. I quarti di finale potrebbero regalare uno spettacolare Nadal-Del Potro, ma attenzione alle possibili sorprese, da Lopez a Murray passando per Goffin. Semifinale aperta a qualsiasi soluzione per il tennista di Manacor, che potrebbe scontrarsi con Alexander Zverev, quarta testa di serie, o con Thiem, forte di un tabellone abbastanza agevole almeno fino agli ottavi dove troverebbe Djokovic, altro candidato ad insidiare il cammino di Nadal.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy