Del Potro: “Emozioni indescrivibili”, Murray: “Tirerò fuori il meglio di me”

Del Potro: “Emozioni indescrivibili”, Murray: “Tirerò fuori il meglio di me”

I due finalisti di questo torneo a cinque cerchi esprimono le proprie impressioni sulle rispettive semifinali vinte e sul match che li vedrà protagonisti tra poche ore sul centrale di Rio per portare a casa l’oro olimpico.

1 Commento

DEL POTRO SHOW – Finalmente è tornato il vecchio Juan Martin Del Potro. Dopo la serie di infortuni che gli hanno condizionato la carriera il tennista argentino in questa olimpiade è tornato a giocare un tennis di altissimo livello lasciando a bocca aperta tutti gli appassionati. Nonostante un sorteggio sfortunato, il vincitore del Us Open del 2009, ha battuto sin dal primo turno il n°1 al mondo Novak Djokovic balzando agli onori della cronaca grazie a questa vittoria alla vigilia insperata. Dopo la grandissimo successo l’argentino non si è fatto prendere dalla foga ed ha continuato a giocare al suo livello eliminando nei turni successivi  Joao Sousa, il giapponese Daniel ed ai quarti di finale l’ostico spagnolo Roberto Bautista Agut. Ma lo scoglio principale l’ha superato ieri e si chiama Rafael Nadal il 9 volte vincitore del Roland Garros si è presentato a questo appuntamento in grandissima forma con la fresca vittoria della medaglia d’oro in doppio con Lopez, tutti si aspettavano un grande match ed un grande match è stato con il tennista di Tandil che l’ha sputata solamente al tie-break del terzo set.

“SONO STATO AGGRESSIVO” – Dopo la partita, l’argentino nelle interviste post-match è parso molto soddisfatto sia del gioco espresso oggi e soprattutto della finale ottenuta che alla vigilia di questa olimpiade era pura utopia. ” Potrebbe essere la vittoria più importante della mia carriera, le mie emozioni sono indescrivibili dopo ogni partita giocata qui”. Per quanto riguarda il braccio di ferro vinto contro il mancino di Manacor : “E’ stata dura giocare contro Rafa, non si sa mai quando si sta per vincere combatte tutto il tempo e non molla mai. Alla fine nel tiebreak ho giocato in modo molto aggressivo con il mio dritto cercando i vincenti e ci sono riuscito alla grande”.

RIOEC8D1A91A1_768x432

ANDY MURRAY CON SICUREZZA – Lo scozzese arriva a questo appuntamento molto in fiducia con un percorso molto più netto e anche meno faticoso rispetto all’avversario visto che l’unico match dove ha veramente sofferto è stato con il nostro Fabio Fognini dove si è ritrovato 0-3 sotto nel terzo per poi sfoderare una rimonta da vero fuoriclasse. In questo torneo il 3 volte vincitore slam ha eliminato rispettivamente il serbo Viktor Troicki, Juan Monaco in scioltezza, Fabio Fognini, l’americano Steve Johnson e in semi il nipponico Kei Nishikori con il punteggio netto di 6-1 6-4 strappando così il pass per l’ultimo atto.

FIDUCIA PER LA FINALE – Dopo la convincente vittoria lo scozzese ha parlato delle sensazioni che aveva in campo durante il match:” Ho giocato molto bene, ed ho servito alla grande, di gran lunga il servizio migliore di questa settimana”. Per quanto riguarda una possibile vittoria del secondo oro olimpico dopo quello di Londra 2012 dice:” Significherebbe molto vincere, ovviamente non è una cosa facile ma tirerò fuori il meglio di me. Sono contento di essermi garantito già una medaglia con la vittoria di oggi ma domani farò di tutto per vincere l’oro”. Parole di stima invece Juan Martin Del Potro, confermando di temere molto il tennista argentino per questa finale:” Juan Martin ha giocato alla grande questo torneo, ha guadagnato grande fiducia dopo aver battuto Novak ha vinto anche contro Wawrinka a Wimbledon. Piano piano sta tornando ai livello che merita”.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ambra Balsamo - 5 mesi fa

    con tutto l’enorme dispiacere che ho per la sconfitta di Nadal,credo proprio che sarà una grande bella finale

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy