Fabio Fognini, croce e delizia del tennis azzurro

Fabio Fognini, croce e delizia del tennis azzurro

Ennesima occasione sprecata per un generoso Fabio Fognini. Il tennista ligure ieri sul centrale di Rio ha giocato un buon match contro il n.2 al mondo Andy Murray ma alla fine si è arreso con il puteggio di 6-1 2-6 6-3.

Commenta per primo!

TALENTO E SFRONTATEZZA- Si sa Fabio Fognini è sempre stato un talento cristallino non accompagnato da una grande forza mentale. Fabio è il giocatore italiano ad aver vinto più titoli negli ultimi 35 anni con 4 tornei Atp in singolare non granché ma sicuramente migliori a tutti i nostri portacolori. Fognini continua a dividere in due i supporters italiani: c’è una parte che non nasconde la poca simpatica nei confronti di Fabio a causa dei suoi atteggiamenti poco corretti in campo, anche se negli ultimi tempi ha cercato di migliorare sotto questo profilo, mentre l’altra metà lo difende perché non solo è un patrimonio importante per il nostro movimento poiché ha vinto 4 titoli in singolare e 3 in doppio tra cui un Australian Open nel 2015 con Simone Bolelli ma anche perché ci ha regalato partite memorabili tanto  per citarne una la vittoria al 3 turno degli Us Open contro lo spagnolo Rafa Nadal. Chi lo conosce fuori dal campo però sa che è un ragazzo molto simpatico ed estroverso al quale piace scherzare molto sia con i colleghi sia con i suoi fan.

MOMENTO DI AMAREZZA– In conferenza stampa il vincitore degli Australian Open in doppio si è dichiarato molto dispiaciuto per epilogo del match: ” Per un set e mezzo ho giocato meglio di Murray,peccato”.Per quanto riguarda la chance sprecata:” Mi dispiace perché ce l’ho messa tutta ho avuto le mie chance e le ho sprecate”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy