Olimpiadi: Karin Knapp out in tre set, saluta Rio anche Radwanska; ok Keys e Suarez Navarro

Olimpiadi: Karin Knapp out in tre set, saluta Rio anche Radwanska; ok Keys e Suarez Navarro

Termina subito l’avventura di Karin Knapp a Rio de Janeiro. L’azzurra vince il primo set contro Lucie Safarova ma poi si arrende piuttosto nettamente. Out a sorpresa Agnieszka Radwanska, battuta dalla cinese Saisai Zheng. Avanti Keys e Suarez Navarro, Zhang vince la battaglia del giorno contro Bacsinszky.

Quest’oggi hanno avuto inizio ufficilamente i Giochi Olimpici di Rio 2016, dopo la cerimonia d’apertura tenutasi la scorsa notte. Putroppo Karin Knapp non è riuscita ad imitare Sara Errani spegnendosi alla distanza contro Lucie Safarova, 6-4 1-6 1-6 il punteggio finale.

La prima a scendere in campo nella giornata inaugurale è la yankee Madison Keys, tra le più attese della kermesse sudamericana. Sulla sua strada ha trovato la giovane Kovinic, rappresentante macedone, che tuttavia ha superato abbastanza agevolmente senza strafare, conducendo una partita lineare e che non ha regalato lampi di grande tennis. La giovane statunitense passa con un doppio 6-3 e si qualifica alla fase successiva, aspettando gli esiti delle avversarie e tenendo d’occhio le principali concorrenti nella lotta per una medaglia. Per la Keys è un inizio confortante, fondamentale per la prima esperienza nel torneo a cinque cerchi.

Una sorpresa non proprio positiva è invece il risultato di Ana Ivanovic, che esce sconfitta dal match complicato contro Carla Suarez- Navarro, che alla vigilia si presentava come la sfida della giornata. La serba, dopo un inizio assolutamente incoraggiante, va in vantaggio grazie alla netta vittoria nel primo parziale, portato a casa con il punteggio di 6-2.

Il black out tuttavia non tarda ad arrivare, e negli altri due parziali, il crollo è altrettanto pesante: la spagnola riequilibra la situazione con un 6-1 che lascia spazio a poche considerazioni. A nulla servono i flebili tentativi di riscossa da parte della serba, che non riesce a scardinare le difese della spagnola ormai in fase di fiducia che chiude 6-2 al terzo parziale.

Negli altri incontri del pomeriggio, spiccano i successi della Konjuh sulla Beck e della Zahlavova-Strycova sulla Wickmayer, entrambi in due set, come quello della Mladenovic sulla Krunic. Serve il terzo parziale, invece, a Daria Kasatkina per imporsi sulla tunisina Jabeur.

Agnieszka-Radwanska-is-into-th

Un esordio tutto da dimenticare è quello della polacca Aga Radwanska, una delle favorite all’inizio del torneo, che si è dovuta arrendere ai colpi della cinese Zheng, che già in Australia aveva dimostrato di non temere palcoscenici di così alto livello. Un punteggio all’apparenza combattuto, ma che cela una grossa delusione per una delle favorite alla medaglia: la cinese si impone per 6-4 7-5 in quasi due ore di partita.

La battaglia di giornata vede la firma di S. Zhang, che estromette al termine di una partita conclusasi solamente 7-6(7) al terzo parziale, la svizzera Timea Bacsinzsky, e confermando il buon momento di forma per la nazionale cinese ormai alla ribalta in quel di Rio de Janeiro. Una prestazione segnata da un inizio combattuto in cui ambedue hanno messo in mostra le loro doti da battagliere, e che si è mantenuto sulle soglie dell’equilibrio già dai primi passaggi.

Venus Williams in nottata è attesa da Kirsten Flipkens, mentre Genie Bouchard, se la vedrà con Sloane Stephens nel match delle ex promesse del tennis, che dopo un periodo difficile nell’ultimo anno, stanno ritornando ai livelli che le competono. Il panorama olimpico, nelle settimane di Rio, potrebbe però riservare sorprese positive alle mine vaganti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy