Olimpiadi: Nadal sconfigge Bellucci e pubblico, Del Potro regola Bautista-Agut

Olimpiadi: Nadal sconfigge Bellucci e pubblico, Del Potro regola Bautista-Agut

Grande rimonta di Rafael Nadal ai danni di Thomaz Bellucci, l’idolo di casa. Centrale nettamente (e giustamente) schierato ma al limite della sportività. Del Potro impiega due soli set a disfarsi di Bautista-Agut, ora semifinale contro Nadal

2 commenti

All’Olympic Tennis Centre di Rio c’è aria di impresa. Il beniamino di casa Thomaz Bellucci, giunto fino ai quarti trascinato dai presenti sugli spalti. Stavolta, però, il brasiliano si deve scontrare contro il muro rappresentato da Rafael Nadal, che tra cuore e grinta ha poco da invidiare ai tifosi sudamericani. Lo spagnolo, tra qualche ora impegnato nella finale del doppio, parte in sordina, esprimendo un tennis lontano dai suoi standard abituali, con colpi corti e poco incisivi. Ne approfitta il suo avversario per comandare gli scambi con fendenti spesso vincenti e che mettono alle corde il maiorchino. Poco più di mezz’ora serve al tennista di casa per conquistare il primo set, tra il tifo a tratti esagerato del pubblico sugli spalti. Nadal ne è a tratti infastidito, tanto da rivolgersi a più riprese al giudice di sedia, ma la situazione non sembra migliorare. Nel secondo set lo spagnolo azzera tutto e inizia una nuova partita.

REMUNTADA – Nei primi game in risposta si fa sempre più aggressivo, fin quando si aggiudica un break alla quarta occasione utile, ma non senza averne sciupate tre consecutive. Si arriva sul 5-3 con Nadal che si appresta a servire per il secondo set, quando il pubblico chiede a gran voce un altro sforzo a Bellucci. Richiesta esaudita a metà, visto che nonostante il controbreak ottenuto, nel turno di servizio seguente il brasiliano sbaglia l’impossibile, dando due chance di break (e set) allo spagnolo che finalizza con un passante incrociato. Nel terzo parziale gli animi sugli spalti sembrano un po’ più spenti, così come Bellucci con i suoi colpi. Ne approfitta lo spagnolo per piazzare il break a zero, confermando poi il suo servizio. La storia si chiude definitivamente pochi game più tardi, quando un altro break consegna la vittoria dell’incontro al 14 volte campione Slam.

CUORE ARGENTINO – In semifinale incontrerà Juan Martin Del Potro, uscito vincitore nella lunga battaglia contro Bautista-Agut. Nel primo set lo spagnolo perde subito il servizio per ben due volte consecutive, salvo recuperare in men che non si dica uno dei due break. Tanta potenza nei colpi dell’argentino, che soffre un po’ sul lato del rovescio ma mantiene per quasi tutto il set il vantaggio. Sul più bello, nel decimo gioco, Delpo concede due palle break, finendo per portare lo score sul 5-5. Tanta fatica per niente, visto che l’iberico non riesce a confermare quanto di buono fatto, cedendo nuovamente il servizio. Solo una formalità per Del Potro chiudere il primo set, alla seconda occasione utile.

A TUTTO DELPO – Nel secondo set si inizia come nel primo, con Bautista-Agut che cede la battuta. L’argentino parte bene ma rischia nel game seguente, riuscendo comunque a spuntarla. Il black out avviene nel quarto game, quando il sudamericano va sotto 0-40: cerca di tamponare salvando la prima palla break, ma capitola alla seconda. Si arriva al tie-break senza ulteriori scossoni, eccezion fatta quando nel nono game Del Potro ha due chance per passare nuovamente avanti. Nulla di fatto e si arriva al tie-break. Qui, dopo essere andato sotto di due minibreak, l’argentino spreca malamente perdendo due servizi consecutivi. La frittata, però, la fa Bautista-Agut, cedendo nuovamente il servizio e spianando la strada all’avversario verso il successo.

J.M. del Potro b. [10] R. Bautista Agut 7-5 7-6(4)
[3] R. Nadal b. T. Bellucci 2-6 6-4 6-2

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Francesca Ortolani - 10 mesi fa

    Meglio federer….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Caterina Pesce - 10 mesi fa

    Campione

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy