Rafa Nadal, il campione infinito

Rafa Nadal, il campione infinito

Nadal conquista l’oro nel doppio, insieme a Marc Lopez. Un trionfo che, in realtà, lo consegna alla storia. Rafa è infatti l’unico tennista ad aver vinto tutti gli Slam, la Davis e l’oro olimpico sia in singolare che in doppio.

Commenta per primo!

IL CAMPIONE CHE NON MOLLA MAI- E’ ancora negli occhi di tutti la figura sconsolata di Rafa Nadal che ,nello scorso 2015, più e più volte lasciava il campo a capo chino, schiacciato dal peso delle sue ansie , delle sue paure. Rafa è finito, Rafa è ormai in declino. Un mantra che rimbalzava ovunque e risuonava sinistro, incessante, non solo sui campi di gioco ma , soprattutto, sui social e sui media in generale. L’annus horribilis è alle spalle ; lui, ad inizio 2016, aveva promesso che sarebbe tornato, e lo ha fatto! Certo, non ci si aspettava più di vedere il Nadal dei tempi d’oro; nessuno dotato di una  anche vaga conoscenza del tennis lo pronosticava. Il passare inesorabile del tempo , il logorio del suo tennis e i troppi infortuni che ne sono conseguiti hanno lasciato ferite in tutto il corpo  ma, a ben vedere, non hanno scalfito la sua vera arma letale: la sua mente. Volli, volli, fortissimamente volli. Ecco, si rivede il Nadal che torna al successo a Montecarlo, che recita di nuovo la parte del protagonista nella stagione su terra e che poi, ancora, è costretto a fermarsi. Il suo polso sinistro fà i capricci, quasi al punto di rompersi. Arriva un nuovo stop, ricomincia il solito mantra. Ma Rafa non muore, mai! No, non avrà mai la grazia, la leggiadria e i colpi di Roger; non avrà nemmeno il fisico flessuoso, perfetto per il tennis di Nole. Rafa ha “solo” la sua forza di volontà; immensa, infinita , al limite dell’umano. Campione da ammirare, sempre e comunque, a prescindere dal proprio tifo tennistico.

rafa doppio rio 2
LA SETTIMANA PIU’ BELLA- Gravato da  un immenso carico di dubbi , Nadal sbarca a Rio ed inizia la sua Olimpiade. Rafael ancora non sa che è appena iniziata una delle settimane migliori della sua carriera. Avanti in singolare e avanti nel doppio, con il veterano Marc Lopez. Avanti   a caccia dell’unico obiettivo possibile ; l’unica emozione che giustifichi tanti sacrifici, tanta fatica. Sempre avanti fino alla vittoria; e vittoria fu. Le sue lacrime di gioia a suggellare un momento forse irripetibile. L’oro olimpico nel doppio lo rende unico detentore di un record che  sarà difficilissimo battere, e Rafa lo sa. Ma, non è ancora finita. Nadal  è ora atteso da Delpo, nella semifinale del singolare. La caccia alla vittoria continua; il campione infinito non ha nessuna voglia di smettere, mai!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy