World Padel Tour Profili: Majo e Mapi Sanchez Alayeto

World Padel Tour Profili: Majo e Mapi Sanchez Alayeto

Nuovo appuntamento con la rubrica Profili World Padel Tour, un percorso che porterà i nostri lettori a conoscere meglio il Padel, lo sport che ha rivoluzionato la vita sportiva degli spagnoli e che, giorno dopo giorno, sta conquistando migliaia di italiani. La nostra nuova rubrica, Profili, è dedicata ai professionisti del World Padel Tour, la lega di padel più importante al mondo. Il profilo di questo appuntamento è quello di una coppia invece che di un singolo giocatore: le gemelle atomiche Majo e Mapi Sanchez Alayeto.

di Massimiliano Mingrone

Maria Jose e Maria Pilar Sanchez Alayeto meritano un unico articolo perché non osiamo separare un’unione sancita fin dalla nascita delle gemelle atomiche. Testimonianza ne è il fatto che Majo e Mapi anche in campo sono sempre state una coppia, e anche le loro imprese sono raccolte in un unico sito ufficiale http://www.gemelasatomikas.com/.

Nate e cresciute a Zaragoza (Spagna), il 20 Giugno 1984, ma residenti a Madrid, Majo e Mapi sono identiche quasi in tutto, ad eccezione dei 2 cm di altezza (Majo 175 cm, Mapi 173 cm) e della posizione In campo reves (vantaggio) per Majo e drive (parità) per Mapi. I colpi marchio della casa sono per Majo lo smash piatto, mentre per Mapi è la volee di rovescio. Entrambe giocano con la mano destra.


Il Palmares delle gemelle atomiche

Le gemme Alayeto hanno conquistato nel padel tutto quello che si può vincere, a partite dalla posizione numero uno del ranking World Padel Tour, che occupano saldamente anche oggi, passando per i titoli di campionesse d’Europa di coppia e per nazioni (2009) e del mondo per nazioni (2010, 2014, 2016). Nel circuito di padel più importante al mondo, il World Padel Tour, Majo e Mapi, nel 2017, sono state capaci di vincere 9 titoli su 12 disputati (9 titoli su altrettante finali, di cui 7 consecutivi), incluse le Finals di Madrid, per un totale di 39 match vinti su 41 giocati (26 vittorie consecutive).

 

 

La carriera delle gemelle atomiche

Anche le gemelle Alayeto hanno iniziato la loro carriera nel tennis, come un’altra numero uno del padel, la connazionale Marta Marrero. A differenza di Marta, che nel tennis raggiunse la top 50 sia in singolo che in doppio, le gemelle Alayeto raggiunsero solo un grande risultato insieme in doppio, vale a dire il titolo di campionesse di Spagna. L’amore verso il padel scatta nel 2007, mentre nel 2009 entrano nel circuito professionistico del Padel Pro Tour (attuale World Padel Tour).

La lotta contro la coppia formata da Alejandra Salazar e Marta Marrero è, sicuramente, la rivalità più accesa degli ultimi anni nel circuito professionistico femminile, culminata nel 2016 quando la madrilena e la canarina riuscirono a scavalcare le gemelle in testa alla classifica mondiale. All’inizio del 2017, nel quarto torneo della stagione, in quel di Valladolid, la finale proprio tra le gemelle e le acerrime rivali si risolse in modo inaspettato, con l’infortunio di Salazar e il suo conseguente abbandono. L’infortunio della madrilena risultò più grave del previsto, obbligandola a saltare il resto della stagione e lasciando Marrero di fronte alla scelta di trovare una nuova compagna di squadra. Unendo le forze con Catalina Tenorio, Marta riuscì ad arrivare 5 volte in finale, 4 di queste contro le gemelle, finali tutte perse. La conseguenza di questi eventi portò Majo e Mapi di nuovo sul tetto del mondo, posizione che occupano ancora oggi.

Negli ultimi 4 tornei della stagione 2017 e nei primi 2 del 2018 abbiamo assistito a una lotta più accesa per la vittoria finale in ciascun evento. Infatti, in 3 occasioni il titolo è andato a Triay-Sainz (2 nel 2017, 1 nel 2018), in 2 occasioni alle gemelle atomiche (2017) e una volta è finito in mano di Salazar Marrero, con tutte queste coppie arrivate almeno in ulteriore occasione in finale. In particolare, nel secondo torneo del 2018, l’Open di Alicante, Majo e Mapi, dopo aver ceduto in semifinale nel primo torneo dell’anno il Master di Catalunya, sono riuscite ad approdare nuovamente ad una finale, questa volta contro le acerrime rivali tornare di nuovo a far coppia, Salazar-Marrero. La finale ha visto trionfare queste ultime, alla seconda finale in due tornei, e possiamo contare sul fatto che questo classico del padel mondiale sarà riproposto in molte occasioni lungo tutto l’arco di questa emozionante stagione.

 

Prossimi appuntamenti targati World Padel Tour

Le migliori pale del pianeta, maschili e femminili, torneranno in campo nell’Open di Zaragoza dal 30 Aprile al 6 Maggio. Dunque una pausa di tre settimane prima di rivedere in azione i fenomeni del World Padel Tour.

Successivamente a Zaragoza una ulteriore pausa di due settimane prima del trasferimento nella nuova tappa di Jaen, poi altra pausa di tre settimane prima dell’Open di Valladolid di Giugno, cui seguirà, a distanza di una settimana, il secondo Master dell’anno, a Valencia, a inizio Luglio. Prepariamoci dunque a godere dello spettacolo offerto sulla piattaforma streaming della lega, visibile gratuitamente e in diretta (per chi conosce lo spagnolo divertentissimo lo spettacolo offerto da un commentatore d’eccezione Lalo Alzueta, accompagnato a fondo campo da Nacho Palencia e in cabina di commento dagli allenatori degli atleti e dagli stessi atleti del WPT).La carriera delle gemelle atomiche

Anche le gemelle Alayeto hanno iniziato la loro carriera nel tennis, come un’altra numero uno del padel, la connazionale Marta Marrero. A differenza di Marta, che nel tennis raggiunse la top 50 sia in singolo che in doppio, le gemelle Alayeto raggiunsero solo un grande risultato insieme in doppio, vale a dire il titolo di campionesse di Spagna. L’amore verso il padel scatta nel 2007, mentre nel 2009 entrano nel circuito professionistico del Padel Pro Tour (attuale World Padel Tour).

La lotta contro la coppia formata da Alejandra Salazar e Marta Marrero è, sicuramente, la rivalità più accesa degli ultimi anni nel circuito professionistico femminile, culminata nel 2016 quando la madrilena e la canarina riuscirono a scavalcare le gemelle in testa alla classifica mondiale. All’inizio del 2017, nel quarto torneo della stagione, in quel di Valladolid, la finale proprio tra le gemelle e le acerrime rivali si risolse in modo inaspettato, con l’infortunio di Salazar e il suo conseguente abbandono. L’infortunio della madrilena risultò più grave del previsto, obbligandola a saltare il resto della stagione e lasciando Marrero di fronte alla scelta di trovare una nuova compagna di squadra. Unendo le forze con Catalina Tenorio, Marta riuscì ad arrivare 5 volte in finale, 4 di queste contro le gemelle, finali tutte perse. La conseguenza di questi eventi portò Majo e Mapi di nuovo sul tetto del mondo, posizione che occupano ancora oggi.

Negli ultimi 4 tornei della stagione 2017 e nei primi 2 del 2018 abbiamo assistito a una lotta più accesa per la vittoria finale in ciascun evento. Infatti, in 3 occasioni il titolo è andato a Triay-Sainz (2 nel 2017, 1 nel 2018), in 2 occasioni alle gemelle atomiche (2017) e una volta è finito in mano di Salazar Marrero, con tutte queste coppie arrivate almeno in ulteriore occasione in finale. In particolare, nel secondo torneo del 2018, l’Open di Alicante, Majo e Mapi, dopo aver ceduto in semifinale nel primo torneo dell’anno il Master di Catalunya, sono riuscite ad approdare nuovamente ad una finale, questa volta contro le acerrime rivali tornare di nuovo a far coppia, Salazar-Marrero. La finale ha visto trionfare queste ultime, alla seconda finale in due tornei, e possiamo contare sul fatto che questo classico del padel mondiale sarà riproposto in molte occasioni lungo tutto l’arco di questa emozionante stagione.

Prossimi appuntamenti targati World Padel Tour

Le migliori pale del pianeta, maschili e femminili, torneranno in campo nell’Open di Zaragoza dal 30 Aprile al 6 Maggio.

Successivamente a Zaragoza una ulteriore pausa di due settimane prima del trasferimento nella nuova tappa di Jaen, poi altra pausa di tre settimane prima dell’Open di Valladolid di Giugno, cui seguirà, a distanza di una settimana, il secondo Master dell’anno, a Valencia, a inizio Luglio. Prepariamoci dunque a godere dello spettacolo offerto sulla piattaforma streaming della lega, visibile gratuitamente e in diretta (per chi conosce lo spagnolo divertentissimo lo spettacolo offerto da un commentatore d’eccezione Lalo Alzueta, accompagnato a fondo campo da Nacho Palencia e in cabina di commento dagli allenatori degli atleti e dagli stessi atleti del WPT).

image005

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy