WPT Alicante Open: Marrero-Salazar ancora in finale, Bela batte JM Diaz

WPT Alicante Open: Marrero-Salazar ancora in finale, Bela batte JM Diaz

Nelle semifinali dell’Estrella Damm Alicante Open, primo Open e secondo torneo della stagione 2018 del World Padel Tour, la migliore lega al mondo di padel, Marta Marrero e Alejandra Salazar conquistano la seconda finale dell’anno. Fra gli uomini, i numeri uno del ranking Fernando Belasteguin e Pablo Lima arrivano all’atto finale per la prima volta nel 2018.

di Massimiliano Mingrone

Nell’Estrella Damm Alicante Open, la seconda prova del 2018 del World Padel Tour, la conferma più grande viene dalle ex numero uno del mondo e attuali numero tre, Marta Marrero e Alejandra Salazar, che conquistano la seconda finale dell’anno prendendosi la rivincita per 6-2 6-4 su Lucia Sainz e Gemma Triay, la coppia numero 2 della classifica che, nel Master di Catalunya, aveva avuto la meglio in 3 set nell’atto finale in quel di Badalona.

marta-marrero-alejandra-salazar-semifinales-estrella-damm-alicante-open--1170x658

Questa volta le ex numero uno sono partite senza incertezze andando in vantaggio 4-0 nello score con 2 break che hanno mantenuto agevolmente fino alla fine del primo set chiuso per 6-2. Nel secondo set, lo scenario non cambia, con le attuali numero 3 del mondo avanti di un break per 3-1. Gemma e Lucia commettono molti errori non forzati e a fatica conservano il servizio per avvicinarsi nel punteggio 3-2. Esattamente in questo momento le attuali numero 2 al mondo sembrano ritrovare la migliore forma, riuscendo a ottenere il controbreak e riportando il punteggio in parità sul 3-3. Nell’attimo in cui sembra ristabilito l’equilibrio in campo, tornano di nuovo le incertezze di Triay e Sainz, che, cedendo nuovamente il servizio, concedono il break decisivo mantenuto fino alla fine del secondo set da Marta e Alejandra, set chiuso per 6-4. Battuta d’arresto, dunque, per Triay-Sainz che, dopo la conquista del primo Master della stagione, sembravano aver lanciato la sfida alle gemelle Alayeto per il numero uno del ranking. Probabilmente il duo catalano ha risentito delle fatiche del proprio quarto di finale vinto in 3 set combattuti contro la coppia numero 7 del mondo Iglesias-Navarro.

Il padel al femminile: un gioco fra le migliori 8 coppie del ranking

Il padel al femminile al momento è un gioco fra le prime 8 coppie della classifica, prova ne è che, anche in questa seconda prova dell’anno, le migliori 16 giocatrici del mondo siano approdate ai quarti di finale. Tra queste 8 coppie vige un grande equilibrio, con leggero vantaggio per le prime 4 coppie. Nella tappa di Alicante perdono un po’ di terreno Marta Ortega e Ariana Sanchez, l’attuale coppia numero 4 del ranking, che non è riuscita a raggiungere le semifinali, battute nei quarti in 3 set da Llaguno-Amatriain, coppia numero 5, a loro volta giustiziate dalle gemelle atomiche Alayeto (che hanno recuperato un deficit di 0-4 nel primo set prima di rimontare e chiudere per 6-4, mentre nel secondo set, in vantaggio di 2 break, hanno sciupato tutto prima di risolvere la questione al tiebreak annullando un set point alle avversarie e chiudendo per 7-6). Mapi e Majo Alayeto tornano a disputare una finale dopo le Master Finals di Madrid del 2017 e dopo lo stop subito contro Triay-Sainz in semifinale al Catalunya Master.

Quella di domenica tra le gemelle e Marrero-Salazar non sarà una semplice finale, ma sarà un classico del world padel tour femminile. Le due coppie nel triennio 2015-2016-2017, oltre a contendersi quasi tutte le finali del circuito femminile, si sono scambiate, in più di un’occasione, la posizione al vertice del ranking. L’ultimo intercambio al vertice del padel mondiale si è avuto proprio nel 2017, qualche settimana dopo la finale di Valladolid tra le due duple. Fu un cambio di mano infelice, in quanto, nel secondo set della finale di Valladolid, Alejandra Salazar si infortunò al ginocchio, con il conseguente abbandono e, soprattutto, con la diagnosi di rottura del legamento che ha tenuto Ale 7 mesi fuori dal circuito, vale a dire per il resto della stagione. Per il padel femminile, vedere Marrero e Salazar, di nuovo insieme e in finale per la seconda volta su due tornei disputati dal rientro, sembra un sogno, e quale migliore sogno di disputare una finale contro le numero uno del mondo, e, soprattutto, per lanciare la sfida alla riconquista del vertice del ranking.

Belasteguin batte il suo passato per approdare alla sua prima finale del 2018

Nel tabellone maschile la partita di cartello delle semifinali si disputava fra Fernando Belasteguin e Pablo Lima fronte al passato di Bela, vale a dire Juan Martin Diaz, che quest’anno forma una coppia quasi inedita con Francisco Navarro Compan.

Bela e Juan Martin hanno formato la coppia più vincente della storia del padel mondiale, 13 anni consecutivi al numero uno del ranking, la coppia con più di un anno e mezzo senza subire una sola sconfitta e con il numero di finali disputate e vinte (in assoluto e consecutive) più alto nella storia di questo sport. A fine 2014 questa coppia storica ha deciso di separarsi. Bela ha scelto di formare coppia con colui che, nel 2014 per una settimana, gli aveva levato il numero uno dalle spalle, il brasiliano Pablo Lima e, la scelta è stata più che azzeccata visto che Bela e Lima, da quel momento, non hanno mai ceduto il trono mondiale, iniziando nel 2018 il loro quarto anno consecutivo in vetta al ranking. Dopo il fantastico 2017, conclusosi con 8 titoli tra cui le Master Finals e 14 finali disputate su 16 in calendario, L’argentino e il brasiliano, nel primo torneo stagionale, il Master di Catalunya, sono stati sopresi in semifinale dalla coppia di giovani composta da Lebron-Belluati, condizione che li rendeva ancora più pericolosi e assetati di rivincita all’inizio di questo secondo torneo del 2018 (infatti hanno lasciato poco alle malcapitate coppie Jardim-Tapia e Lamperti-Mieres).

Completamente diverso il 2017 di Juan Martin Diaz che, causa infortunio, non solo è stato lontano dal circuito per tutta la stagione, ma non ha potuto allenarsi né tantomeno preparare adeguatamente la stagione in corso. Alla fine dello scorso autunno, Juan Martin ha disputato e vinto i campionati europei con la Spagna e, all’interno di questi campionati, è tornato a fare coppia con Paquito Navarro. I due avevano già fatto coppia nel 2016 nella finale del mondiale a squadre persa contro l’Argentina di Belasteguin e Gutierrez. Paquito Navarro, al momento degli Europei, formava la coppia numero 2 del World Padel Tour con l’argentino Daniel Gutierrez, con il quale, in 2 anni di collaborazione, era arrivato ad un passo dal conquistare il numero uno, obiettivo fallito per una serie di cattivi risultati verso la fine della passata stagione. Probabilmente la delusione di non aver raggiunto questo obiettivo ha portato Daniel Gutierrez alla decisione di scindere la collaborazione con Paquito e tornare a far coppia con l’altro argentino di San Luis Maximiliano Sanchez. Da questa decisione è nata la conseguente chiamata di Paquito al suo idolo 42enne Juan Martin Diaz, il quale ha rinunciato agli accordi già presi con Federico Quiles per accettare la proposta del numero due del mondo. Nel loro primo torneo ufficiale insieme, l’Estrella Damm Catalunya Master, Paquito e Juan Martin hanno azzerato le perplessità degli addetti ai lavori, raggiungendo i quarti di finale e, nel corrente Alicante Open, sono riusciti a fare ancora meglio raggiungendo la loro prima semifinale.

La partita sulla carta vedeva una coppia solida dal gioco ordinato, quella dei numeri 1, contro una dupla creativa e talentuosa e così è stato. Un partitazo con autentiche magie mostrate da Juan Martin Diaz, in particolare nel secondo set, quando dalla diagonale destra ha costretto Lima a volare al suolo almeno 5 volte, vincendo il punto in 4 occasioni. Nel primo set Paquito e Juan Martin hanno mantenuto contatto solo nei primi 2 giochi, mentre nel resto del set hanno commesso troppi errori non forzati, inoltre molti vincenti di Belasteguin sono arrivati da molti smash di Paquito rimasti troppo corti e di facile ribattuta per uno dei colpi preferti dal Bela, il munecazo por cuatro di rovescio in salto, uno smash di solo polso che manda la pallina direttamente fuori dal campo. Il primo set è scivolato in 30 minitu dal lato dei numeri uno con il punteggio di 6-1. Nel secondo set Paquito e Juan Martin hanno cambiato il loro gioco, alternando velocità a criterio, lavorando molto di più ogni singolo scambio invece di tentare subito la giocata magica. Questo ha permesso alla coppia spagnola di arrivare fino al 5-5 mantenendo sempre il proprio servizio e a ottenere perfino una palla break alla fine non sfruttata. Sul 6-5 per Bela-Lima e servizio Navarro, le cose si mettono subito male per Paquito e Juan Martin, infatti sul 15-30 a sfavore Paquito torna a giocare il suo smash piatto da fondo, colpo che non aveva più giocato in tutto il secondo set, mandando la palla direttamente al vetro di fondo e regalando 2 match point agli avversari. Bela e Lima hanno bisogno solo del primo set point per chiudere il secondo set sul 7-5, grazie all’ennesimo errore di Paquito in volee a rete che manda di nuovo la palla direttamente al cristallo di fondo. Belasteguin e Lima volano, dunque, a questa prima finale della nuova stagione. Per Navarro e Diaz una sconfitta da cui trarre molti aspetti positivi, a parte i colpi spettacolari del loro repertorio, stasera si è vista la capacità di stare mentalmente nel match e in scambi lunghi, ciò rappresenta una grande notizia per i prossimi tornei perché questa coppia ha ancora margini di miglioramento per poter arrivare alla sua prima finale molto presto.

fernando-belasteguin-4-semifinales-estrella-damm-alicante-open--1170x658

Seconda semifinale del quadro maschile

L’altra semifinale del tabellone maschile si giocava tra due coppie dal gioco molto aggressivo e propositivo e con due giovani promesse, ma già realtà affermate, del padel mondiale, lo spagnolo Alejandro Galan e il polacco-argentino Franco Stupaczuk rispettivamente in coppia con dei veterani del circuito, lo spagnolo Matias Diaz Sangiorgio e l’argentino Cristian Gutierrez.

Stupaczuk-Gutierrez, coppia numero 4 del ranking, dopo la deludente prestazione al Catalunya Master con eliminazione ai sedicesimi di finale, erano attesi a una risposta in termini di gioco e risultati qui ad Alicante. Dopo il bye ricevuto nei sedicesimi e dopo un ottavo vinto fatica contro Silingo-Company, nei quarti hanno battuto senza perplessità la coppia finalista del Catalunya Master, Lebron-Belluati. Dall’altra parte della rete, Galan-Diaz, coppia di nuova formazione, nel primo torneo insieme in quel di Badalona, aveva già conquistato l’accesso alle semifinali, perdendo contro coloro che avrebbero poi vinto il torneo, i numeri 2 al mondo Gutierrez-Sanchez. In questo Alicante Open, il destino ha dato alla dupla spagnola la chance di rivincita nei quarti contro la coppia argentina di San Luis, e rivincita è stata, con una grande vittoria in 3 set.

franco-stupaczuk-semifinales-estrella-damm-alicante-open--1170x658

L’emozionante incontro di semifinale tra Stupaczuk-Gutierrez e Galan-Diaz, si è deciso a favore della prima coppia in 2 set (doppio 6-4), ma è stato condizionato da pochi punti che avrebbero potuto allungare la disputa ad un potenziale terzo set. Stupa-Gutierrez partono subito bene nel primo set, rubando il primo turno di servizio degli avversari. A metà set Galan-Diaz recuperano il break di differenza per poi ricederlo al successivo turno di servizio. Nel secondo set l’equilibrio vige fino al 3-3, ma nel settimo gioco un calo di attenzione di Galan permette agli avversari di conquistare un facile break, poi mantenuto fino alla fine. Stupa-Gutierrez giocheranno la loro terza finale in un anno, avendo vinto le prime due. Dotati di un gioco potente (Stupa), ma anche di finezze calibrate (Gutierrez), i due argentini si presentano a questo appuntamento finale dell’Open di Alicante con ottime credenziali. La vera domanda è, riusciranno a mantenere questo livello per l’ennesimo match contro una coppia di alta classifica, nella fattispecie la coppia numero 1 del ranking? La risposta in streaming gratis su worldpadeltour.com domenica mattina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy