Break Point, le pagelle – Stratosferico Del Potro, amaro in bocca per Konta

Break Point, le pagelle – Stratosferico Del Potro, amaro in bocca per Konta

Torna l’appuntamento con Break Point, la rubrica che dà i numeri all’intensa settimana appena trascorsa sui campi da tennis e fuori

Ci eravamo lasciati con Nadal in forse per il finale di stagione. Ebbene, il maiorchino ha deciso saggiamente di porre fine al 2016 anzitempo, rinunciando al Masters di Bercy e alle ATP Finals, torneo che ancora latita nella sua ricchissima bacheca. Tanta delusione per i fan, riscattata però nell’evento di presentazione della Rafa Nadal Academy, dove ha preso parte anche Sua Maestà Federer. Il voto ai due non può essere che un 10 pieno, anche per le grandi parole spese durante la manifestazione.

Rimaniamo in ambito maschile, dove uno stratosferico Del Potro (voto anche lui 10), torna a vincere un torneo dopo anni di astinenza. Sì, un 250, ma con tanti buoni propositi anche per i tornei più prestigiosi che verranno. Ci ha provato anche Jack Sock (voto 8), a tornare a vincere dopo un anno da Houston, ma per sua sfortuna ha trovato l’argentino a sbarrargli la strada. Strada ancora tortuosa per Zverev (voto 6+), che contro l’americano in semifinale, si lascia rimontare e perde un’altra occasione per il tanto auspicato salto di qualità.

Inarrendevole Richard Gasquet (voto 8) che conquista il titolo ad Anversa, seppur da lui ci si aspetterebbe qualche vittoria a livello più alto. Chance per Goffin (voto 5) nel torneo di casa per rincorrere un posto alle Finals, sempre più lontane. Voto 6.5, media tra il 9 dei match fino alla finale e del 4 della stessa, per Fabio Fognini, che si è fatto rimontare in finale a Mosca dallo spagnolo Carreno Busta. Meglio cambiare argomento prima di essere colti da un epatite per rosicamento.

Passiamo dunque al tennis del gentil sesso, dove tra Finals e colpi di scena, sicuramente c’è n’è da raccontare. Cominciamo con il 3 alla WTArea di fare orecchie da mercante di fronte alla richiesta di interporre una settimana di stop tra l’ultima settimana di tornei e le Finals. E così la foto delle magnifiche 8 se l’è scattata Johanna Konta (voto 6, così come alla Suarez Navarro, per incassare 66.000$ da spettatrice), anziché Svetlana Kuznetsova, (voto 8 ½), che con il titolo a Mosca ha superato la britannica nella Race e staccato il pass per Singapore. Trionfa anche Monica Niculescu (voto 7 ½), che con il suo tennis tanto antiestetico quanto efficace, ha messo alle corde una scarica Kvitova (voto 5), che sembra aver ripreso la “forma” dei tempi migliori.

Voto 5 ½ agli organizzatori del torneo Tie Break Tens, che si è tramutato in un’americanata senza precedenti. E non può che andare un plauso all’ATP (voto 10), che ha deciso di sospendere per due mesi Nick Kyrgios (voto 4 ½),  affiancandogli uno psicologo, che nel frattempo ha deciso di rinunciare al contratto di Rotterdam per partecipare all’All Star Game dell’NBA. Chiudiamo con un in bocca al lupo a Ilie Nastase (voto 7), nuovo allenatore della modesta compagine rumena di Coppa Davis. Chissà che non riesca nel miracolo, non quello di vincere la Davis, ma almeno di far salire di categoria la propria nazionale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy