Leo Borg: l’ultimo tennista figlio d’arte

Leo Borg: l’ultimo tennista figlio d’arte

Vincitore del campionato svedese u16, Leo Borg ha già richiamato gli occhi del grande pubblico, anche per aver recitato la parte del padre da piccolo nel film “Borg vs McEnroe”. Ecco una carrellata dei tennisti figli d’arte

di Mattia Esposito

I Borg. Una serie televisiva oppure una nuova dinastia tennistica? Ovviamente una generazione di fenomeni del tennis, o almeno si spera: qualche giorno fa, il figlio di Bjorn Borg, Leo, ha vinto il campionato svedese di singolare under 16 per il secondo anno di fila, bissando quello under 14 che vinse sia in singolare che in doppio. 
Figlio della terza moglie Patricia Östfeldt (sposata nel 2002 dopo i divorzi da Mariana Simionescu e Loredana Bertè), Leo Borg è nato l’anno dopo, e già a 3 anni ha cominciato giocare a tennis, lo sport che ha reso grande il padre, sino a diventare il più forte in Svezia, palmares alla mano ovviamente: “In Leo crediamo fortemente e lavoreremo duramente per poterlo sviluppare ulteriormente”, ha dichiarato il suo allenatore Rickard Billing al quotidiano Aftonbladet. Non è il solo, infatti, anche l’ex tennista svedese Mats Wilander ha spiegato: “È un buon talento, riservato come il padre senza averne la freddezza. Se saprà gestire la pressione del confronto, credo potrà diventare un buon professionista. Leo farebbe conoscere il tennis ai bambini, come Björn lo fece scoprire a me davanti ai due canali della tv pubblica.”
Il talento 15enne, che ha recitato la parte del padre da piccolo nel film “Borg vs McEnroe”, è uguale al padre, dai capelli biondi agli occhi azzurri, fino alla freddezza in campo e allo stesso sponsor tecnico: Fila, ovviamente. L’obiettivo, ovviamente, è diventare professionista, continuando a viaggiare e vincere in giro per l’Europa, per guadagnarsi le prime wild card per i tornei Slam juniores, con il sogno di vincere Wimbledon, come il padre, trionfatore nel Tempio londinese 5 volte, consecutive, oltre a 6 trionfi al Roland Garros: un possibile binomio è scongiurato dall’ex numero 1 al mondo, ma Leo riuscirà ad imitarlo?
Il futuro è difficile da prevedere, anche se la strada è tracciata: intanto, aspettando possibili futuri successi, ecco una carrellata dei figli d’arte che hanno disputato una buona carriera da professionisti. 

B_borg47

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy