Cornet, doping: processo rinviato a Maggio

Cornet, doping: processo rinviato a Maggio

La giocatrice francese comparirà il prossimo 1 Maggio a Londra davanti ad un “tribunale indipendente” per esporre i validi motivi che le hanno impedito di essere raggiunta dai controlli anti-doping in ben tre occasioni nel 2017.
Alizè Cornet rischia fino a 2 anni di squalifica

di Gianluca Rossino

Continua l’attesa per la francese
Alizè Cornet dovrà attendere fino al 1 Maggio prima di poter essere ascoltata durante l’udienza di un “tribunale dipendente che si riunirà a Londra per discutere del suo caso.

Lo scorso Gennaio infatti le era stato comunicato dall’ITF (International Tennis Federation) che avendo saltato ben 3 controlli anti-doping nel 2017, classificati come no-show, rischia fino a 2 anni di squalifica.
Eventualità questa stabilità dalla WADA (Agenzia mondiale anti-doping)

Il regolamento
I tennisti professionisti devono garantire un periodo di reperibilità presso la propria residenza al di fuori dei tornei.
Può accadere, come in questo caso, di saltarne più di uno per circostanze sfortunate ma sono necessarie giustificazioni valide per scongiurare una pesante squalifica.

La Cornet ha però confermato di non aver aggiornato le sue informazioni nei primi due casi, quando era già in direzione dell’aeroporto per volare con destinazione torneo.
Nell’ultimo caso invece, ha ribadito che si trovava a casa nel momento del controllo ma gli agenti incaricati non sono riusciti a raggiungerla.

Una disattenzione che potrebbe costarle molto cara.
La francese tramite il suo avvocato, Me Alexis Gramblat, si dice però speranzosa dati “i motivi validi che l’ITF non ha ancora voluto ascoltare”

 

Buon tennis a tutti!

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Mangiarotti - 9 mesi fa

    Mi sta antipatica. Molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy