Del Potro: «Notte magica! Non pensavo di vincere». Djokovic: «La sconfitta peggiore»

Del Potro: «Notte magica! Non pensavo di vincere». Djokovic: «La sconfitta peggiore»

L’argentino, a quattro anni dal bronzo di Londra, ripete un’epica impresa contro Novak Djokovic a Rio: serbo sconfitto in due set e sogno medaglia possibile.

Le lacrime di Novak Djokovic, primo favorito per la medaglia d’oro in singolare, e il sorriso di Delpo: le due facce della serata di ieri, un momento di sicuro indimenticabile per quanto riguarda la storia recente del tennis alle Olimpiadi.

NOLE AMARO – Molto amareggiato il numero uno del mondo, ma allo stesso tempo felice di aver giocato contro un avversario così in forma: “Una delle sconfitte peggiori della mia vita. Certo, non è la prima volta che perdo, ma qui ha un sapore diverso: questo torneo è speciale. Del Potro è stato migliore di me in tutti i punti più importanti: devo congratularmi con lui come tennista e come amico, per tutto quello che ha passato negli anni precedenti a causa degli infortuni. Vorrei anche ringraziare il pubblico: poche volte mi sono sentito così a casa durante un match, mi hanno dato molta energia.

“SONO TORNATO A GIOCARE A TENNIS” – Dalle lacrime di dispiacere a quelle di felicità, Juan Martin Del Potro parla così dopo la straordinaria vittoria: “Un grandissimo match, un’altrettanto grande atmosfera. Ho cercato di colpire il più forte possibile con il dritto, ho giocato molti vincenti ed il servizio ha risposto bene, ma non avevo previsto questa vittoria: dovevo cercare di mettere ogni palla in campo e di giocare buoni slice, per il resto non mi aspettavo assolutamente di battere Novak stasera. E’ una notte indimenticabile, sento di essere tornato a giocare a tennis, sto facendo un grandissimo sforzo per tornare al mio livello.

OCCHIO ALLE RICADUTE – Ma piano con i festeggiamenti, avverte Palito: “Oggi avevo una fiducia speciale, sfidavo il numero uno del mondo, nel tie-break ho preso dei rischi e mi è andata bene. I dolori ci sono ancora, se guardiamo le statistiche non ho fatto un vincente di rovescio, ma proverò a migliorare da questo punto di vista. E’ stata proprio una notte magica, non mi aspettavo di vincere dopo tutti questi infortuni.” Ora Delpo sogna una medaglia e dato il clima olimpico e il suo livello di gioco, sognare non costa nulla.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy