Olimpiadi: Andreas Seppi soffre ma supera Marchenko al tie-break del terzo

Olimpiadi: Andreas Seppi soffre ma supera Marchenko al tie-break del terzo

Buona la prima per il nostro Andreas Seppi alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. L’azzurro, opposto all’ucraino Illya Marchenko, ha sofferto non poco in un match ricco di alti e bassi e di capovolgimenti, con più colpi di scena proprio quando l’esito sembrava scontato. Alla fine, però, Andreas ha avuto la meglio nel momento decisivo e l’ha spuntata al tie-break decisivo, approdando così al secondo turno dove potrebbe incontrare Rafael Nadal.

Cominciano con il brivido i Giochi Olimpici di Andreas Seppi, che ha avuto la meglio all’esordio di Illya Marchenko solo al tie-break del terzo set. Un match che si preannunciava abbordabile e non troppo complicato, e che invece ha offerto all’azzurro grandi difficoltà, con molti capovolgimenti di fronte inaspettati quando la faccenda sembrava ormai chiusa. Andreas, che era ad un passo dalla vittoria prima di ritrovarsi vicino al baratro, è stato costretto a dare il meglio, ma alla fine è riuscito a fare la differenza nel momento più caldo e l’ha spuntata.

UN SEPPI DIESEL VINCE IL PRIMO SET- L’avvio di incontro è tutto tranne che incoraggiante per l’italiano, che si ritrova immediatamente in difficoltà al servizio: in svantaggio per 2-1, Seppi cede la battuta a Marchenko, con cui ha perso l’unico scontro diretto a Eastbourne nel 2010. Questa scossa però sembra giovare all’italiano, che cambia marcia e stacca nettamente il suo rivale, con un netto parziale di 5 giochi consecutivi che gli permette di aggiudicarsi la prima frazione per 6-3.

LA REAZIONE DI MARCHENKO- Il copione si ripropone praticamente uguale nel secondo parziale. Ancora una volta, infatti, il primo a piazzare la zampata è l’ucraino, che firma il break nel quarto game e si porta in vantaggio. Questa volta, però, Marchenko non concede alcuno spiraglio all’avversario, difendendo al meglio i propri turni di servizio e completando l’aggancio sul set pari, con il punteggio di 6-3.

ANDREAS E’ PIU’ FREDDO- La logica conclusione per questa partita non poteva che essere il tie-break. Come spesso accade, dopo che i due tennisti si sono spartiti i primi due set con punteggi più o meno netti, la frazione decisiva si rivela più lottata. E dire che sembrava ormai conclusa, quando Seppi, forte di una partenza a razzo, volava sul 4-0 con un doppio break difficilissimo da recuperare. Sul più bello, però, l’altoatesino comincia a tremare e a sbagliare di più; Marchenko ne approfitta immediatamente recuperando lo svantaggio, e issandosi addirittura sul 5-4 con la ghiotta chance di chiudere la pratica con la battuta. Andreas non ci sta a perdere il match in questa maniera, e a sua volta opera il contro-break riportandosi avanti per 6-5. A questo punto, il tie-break è inevitabile. Qui è l’azzurro il primo a conquistare un mini-break, che gli permette di issarsi sul 6-3 con tre match point. L’ucraino ha un ultimo sussulto e recupera fino al 6 pari, ma dopo più di 2 ore è costretto ad alzare bandiera bianca, con il punteggio finale di 8-6.

ORA POSSIBILE SFIDA CONTRO RAFA- Per la terza volta su tre partecipazioni alle Olimpiadi, dunque, Andreas Seppi raggiunge il secondo turno. Nel suo prossimo impegno, l’italiano potrebbe trovarsi di fronte al numero 3 del seeding e medaglia d’oro a Pechino nel 2008 Rafael Nadal, che prima dovrà superare all’esordio l’argentino Federico Delbonis. L’azzurro nella probabile sfida contro il campione spagnolo non partirebbe certo con i favori del pronostico, ma le incerte condizioni fisiche del rivale, che non calca un campo da tennis dal Roland Garros, potrebbero dargli qualche chance.

Risultato:

A.Seppi (ITA) b. I.Marchenko (UCR) 6-3 3-6 7-6(6)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy