Olimpiadi femminili: il bronzo va a Petra Kvitova

Olimpiadi femminili: il bronzo va a Petra Kvitova

Si è appena conclusa la finale per il terzo e quarto posto del tabellone femminile. A salire sul gradino più basso del podio è stata Petra Kvitova, impostasi su Madison Keys

1 Commento

Giornata di finali per il tabellone femminile delle Olimpiadi, e la prima a disputarsi è stata quella tra Madison Keys e Petra Kvitova, ossia la finale per assegnare il bronzo.

La giornata tennistica di Rio de Janeiro si è aperta alle 17 ora italiana, quando sono scese in campo l’americana Madison Keys e la ceca Petra Kvitova a contendersi la medaglia di bronzo. I precedenti tra le due giocatrici sono 2-2, con la nordamericana che ha vinto l’ultimo per 6-3 6-4 al secondo turno del torneo di Roma.

Entrambe le giocatrici iniziano un po’ titubanti nel primo turno di servizio, riuscendo ugualmente a portarlo a casa: Keys deve fronteggiare palla break, riuscendo ad annullarla, mentre Kvitova si fa recuperare da 40-15 fino alla parità prima di portarsi sul punteggio di 1-1.

Da questo momento la partita diventa praticamente priva di emozioni fino al 5-4 Keys: in questa situazione l’americana riesce a portarsi sul 15-40 con Kvitova al servizio, procurandosi così 2 set point. La ceca fa affidamento alla formidabile prima di servizio, ne mette 4 di fila in campo e fa altrettanti punti per andare 5-5.

Il vero colpo di scena arriva nel game successivo: Keys serve per portarsi sul 6-5 in suo favore, ma Kvitova riesce a tirare fuori le unghie, procurandosi e trasformando una palla break, e creandosi così l’opportunità di servire per il primo set. Nel momento di chiudere, la ceca non trema e fa suo il primo parziale con il punteggio di 7-5

petra-kvitova-madrid-grass-courts-mailbag-lead-600x337

Iniziando il secondo parziale, Keys si dimostra molto insicura: commette molti errori, ma alla fine riesce a portare a casa il primo game del secondo set ai vantaggi. Anche Kvitova inizia male la seconda frazione: molti errori di distrazione la portano a dover fronteggiare tre palle break, che però riesce ad annullare grazie alla solita prima di servizio.

Col passare dei game, si nota sempre di più come Keys sia riuscita a limitare il numero di errori mentre Kvitova non ancora: sul 3-2 Keys se ne ha la prova concreta, con Kvitova che continua a sbagliare e concede il break all’avversaria, che tiene anche il proprio turno di battuta e vola in vantaggio per 5-2.

Al servizio per prolungare il set, la ceca è insistente: perde un altro turno di servizio e il secondo set, con il punteggio di 6-2.

madison-keys-tennis_3161812.jpg

All’inizio del terzo, e decisivo, set c’è un nuovo cambiamento di inerzia: Kvitova sfrutta delle scelte sconsiderate dell’avversaria (come una palla corta centrale e neanche troppo “corta”) per strapparle il servizio in apertura, e portarsi avanti per 1-0.

Nonostante ancora molte difficoltà nel mettere in campo più di tre palle consecutive, Kvitova prima conferma il break di vantaggio e poi, usufruendo delle tonnellate di errori di Madison Keys, ma anche (finalmente) facendo qualcosa di buono, riesce nuovamente a strapparle il servizio, portandosi così avanti per 3-0 e servizio.

Kvitova tiene facilmente il servizio poi, in risposta, non sfrutta diverse palle break per andare a chiudere l’incontro, e Keys ne approfitta per far finalmente togliere quello “0” dalla sua casella dei game. Sul 4-1, Keys appare decisamente demoralizzata, sparacchia via nel suo game di risposta e si ritrova ad un solo gioco dalla sconfitta.

Sul punteggio di 1-5, la giocatrice americana ha una piccola reazione d’orgoglio, che le permette di lottare anche nel settimo game e a ridurre a tre i game di distanza dall’avversaria.

Nel momento di chiudere, Kvitova riesce si a procurarsi tre match point consecutivi, ma pensa bene di disfare quanto fatto portando la nordamericana a palla break. Fortunatamente, anche perché nessuno di noi aveva voglia di un melodramma del genere, la ceca riesce ad annullare il break point, tornarne ad un punto dalla vittoria e a conquistare la medaglia di bronzo.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Jacques Doumont - 5 mesi fa

    Merci Petra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy