Rafael Nadal: ancora tanti i dubbi per Rio

Rafael Nadal: ancora tanti i dubbi per Rio

Il maiorchino non sembra aver recuperato completamente dall’infortunio al polso e potrebbe partecipare al solo torneo di doppio.

Commenta per primo!

ADDIO AL SINGOLARE? – I dubbi sullo stato di forma di Rafael Nadal, a nove giorni dall’inizio dei giochi Olimpici , sono ancora molti. Il recupero dall’infortunio al polso sinistro non segue l’ evoluzione attesa e per questo gli interrogativi aumentano. Come noto, nello scorso mese di  Maggio ,Rafa  ha dovuto ritirarsi dal Roland Garros e , successivamente, dare forfait a Wimbledon. Il tempo necessario per guarire da un infortunio che , da subito, era sembrato molto serio sembrava comunque sufficiente per poter garantire al quattordici volte campione Slam una serena partecipazione alle Olimpiadi. Purtroppo, pare non sia così. Il campione spagnolo sembra stia prendendo in seria considerazione l’ipotesi di gareggiare nel solo torneo di doppio, tralasciando così il singolare.

nadal oro olimpico
LA “MALEDIZIONE” OLIMPICA –  Negli scorso giorni, Rafael aveva in programma una serie di sedute di allenamento con Andy Murray. Un chiaro segnale che non lascia presagire nulla di positivo è stata la cancellazione di una di queste sedute di allenamento. Rafa ha preferito allenarsi da solo, per  testare al meglio le sue reali condizioni. Manca davvero poco all’appuntamento olimpico, dove Nadal avrà l’onore di sfilare come portabandiera della Spagna. Un ruolo cui Rafa tiene moltissimo; ancor più dopo il forfait forzato di quattro anni fa. Quattro anni dopo il trionfo di Pechino 2008, nel luglio 2012, Rafael fu infatti costretto a rinunciare alla partecipazione ai giochi di Londra a causa di un infortunio al ginocchio. Grande fu il  rammarico suo e quello di tantissimi appassionati; in più Rafa dovette rinunciare al ruolo di portabandiera che anche allora gli era stato affidato.  Stavolta l’emozione di sfilare, portando la bandiera del proprio Paese, Rafael la proverà. Rio 2016 potrebbe verosimilmente essere l’ultimo appuntamento olimpico per lui e, anche se solo per il doppio, Nadal ci sarà. In Brasile, valutate al momento le sue condizioni, il campione di Manacor deciderà poi se partecipare o meno anche al  torneo di singolare. Sarà ciò che sarà; l’importante per Rafa, tra nove giorni,  è esserci comunque.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy