Anastasia Pavlyuchenkova, una rinascita inaspettata

Anastasia Pavlyuchenkova, una rinascita inaspettata

Dopo un inizio di stagione un po’ complicato, la 25enne russa sta tentando di risalire la china, grazie anche agli ottimi risultati ottenuti negli ultimi tornei. E’ tornata la vera Pavlyuchenkova?

Commenta per primo!

La vittoria di ieri contro la polacca Agnieszka Radwanska sembra proprio un segnale di risveglio da parte della tennista di Samara, la quale dopo aver accumulato primi turni e sconfitte eclatanti nella prima metà di stagione, sta ritrovando il suo miglior tennis ed i frutti sono più che evidenti. La scintilla è scoppiata proprio a Wimbledon, dove la Pavlyuchenkova ha raggiunto i quarti di finale e forse proprio quel successo le ha ridato quella fiducia che tanto mancava.

RISULTATI – Un 2015 non cominciato proprio al meglio per la numero 19 al mondo, dopo l’ottimo quarto di finale raggiunto a Brisbane, la russa è entrata in un vortice infinito di sconfitte. La più clamorosa, in termini di classifica: a Monterrey, contro la qualificata Parmentier, persa poi con un doppio 6-2. La vittoria ai Championships, in tre set, contro la taiwanese Hsieh Su-Wei, è stata fondamentale per la rinascita della nativa di Samara. Dopo quel successo, ne sono arrivati altri di maggior rilievo come quella contro la Bacsinszky e contro la Vandeweghe, entrambe vinte agevolmente. A Montreal sono arrivate altri risultati confortanti, quello più importante, ottenuto nella giornata di ieri, contro la numero 4 al mondo Radwanska.

COLPO MIGLIORE – Una delle armi che ha aiutato la Pavlyuchenkova a ritrovare la strada della vittoria è sicuramente il suo rovescio bimane: dotato di gran potenza ma sopratutto di una notevole profondità. Nei momenti di maggiore difficoltà, la russa fa fatica a contenere la forza dei suoi colpi e molto spesso va fuori giri anche con il suo miglior fondamento.

TITOLI CONQUISTATI – In carriera la 25enne vanta ben 8 titoli, 6 International e 2 Premier. Il più importante è stato vinto nel 2014, a Parigi, nell’Open Gaz de France. Tra le varie tenniste, riuscì a battere: la testa di serie numero 7 Suarez Navarro, la numero 4 Kerber ma sopratutto la numero 1 in semifinale, Maria Sharapova, prima poi di sconfiggere in finale Sara Errani. Il successo più recente risale allo scorso autunno, precisamente Ottobre, dove a Linz, in un torneo giocato magnificamente, riuscì a battere nell’ultimo atto la tedesca Anna-Lena Friedsam.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy