Steve Darcis, l’uomo delle sorprese

Steve Darcis, l’uomo delle sorprese

Fresco giustiziere della Germania in Coppa Davis, questo ragazzo belga non è nuovo a risultati fuori da ogni logica.

Steve Darcis è un tennista che nei momenti più caldi riesce a dare il meglio di sé e, soprattutto in Davis, si trasforma in un vero e proprio eroe con il tricolore belga tatuato addosso.

TRASCINATORE – Nato a Liegi nel 1984, continua ad essere lì in quel limbo di tennisti ormai considerati quasi finiti ma che, quando meno te l’aspetti, potrebbero tirare fuori il coniglio dal cilindro. E’ successo ieri, nella partita di Davis contro la Germania favorita: il Belgio si è presentato senza David Goffin, numero 11 del mondo e miglior giocatore della selezione, mentre i teutonici erano pronti a stravincere questa sfida con gente del calibro di Kohlschreiber e i due fratelli Zverev, in un periodo di forma incredibile.

STEVE MATA LA GERMANIA – Darcis si è portato tutta la nazione sulle spalle quasi come se sapesse che, ieri, toccava a lui essere l’eroe: prima una vittoria da infarto al quinto set contro Philipp Kohlschreiber, rimontando lo svantaggio di 2 set a 1 in favore del tedesco con due tie-break al cardiopalma; poi, sull’onda entusiasta del doppio vinto da Bemelmans e De Loore contro i fratelli Zverev, decide di sconfiggere il più talentuoso dei due (Alexander) senza neanche troppe difficoltà, in quattro set. E il Belgio vola ai quarti di finale sconfiggendo in trasferta la Germania nell’inferno di Francoforte.

ABITUATO ALLE IMPRESE – Un cuore grande così, e un coraggio da leoni. Steve Darcis e la sua attitudine alle imprese. Come quell’eroica semifinale Davis contro l’Argentina di due anni fa, che valse al belgio la finale poi persa contro la Gran Bretagna; o come quella straordinaria vittoria contro Rafael Nadal al primo turno di Wimbledon 2013, nell’edizione in cui anche Roger Federer uscì al terzo turno per mano di Sergyi Stakhovsky. Un ragazzo, Darcis, che ha sempre voglia di migliorarsi: a 32 anni è riuscito a raggiungere il miglior risultato di sempre agli Australian Open nell’edizione conclusa da poco. Un ragazzo, Darcis, per cui ci sarà sempre spazio nel circuito. Un ragazzo, Darcis, un ragazzo semplice che gioca a tennis e che diverte, rende orgogliosi e, soprattutto, emoziona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy