Tanti auguri Tommy Haas!

Tanti auguri Tommy Haas!

Tommy Haas compie oggi 38 anni. Una carriera che sta volgendo al termine costellata da davvero mille infortuni. Che risultati avrebbe potuto conseguire con un pizzico di fortuna in più?

5 commenti

Un argento olimpico, 15 tornei ATP vinti, numero 2 al mondo come miglior ranking in carriera. Ma quello che rimane maggiormente impresso nella carriera di Tommy Haas è il numero di stop che lo ha tenuto fuori dalle competizioni per tanto tempo.
Dopo aver raggiunto la seconda posizione del ranking nel maggio del 2002, Haas ha subito uno dei colpi più duri della sua lunga carriera, costretto a rimanere fuori dal circuito per tutta la stagione successiva. E’ fuor di dubbio che il tedesco avrebbe potuto vincere molti più titoli e rimanere in vetta molto più a lungo se avesse avuto miglior fortuna riguardo le sue condizioni fisiche.

haas11.jpg

Invece ci è voluto molto tempo ad Haas per ritrovare la sua forma migliore, tanto che non è più riuscito a tornare nella top 10 fino al 2007 . Ma i guai per lui non sono certo terminati lì, considerato che è rimasto fuori dai giochi per più di un anno tra il 2010 ed il 2011.
L’odissea per il campione tedesco è continuata anche nel 2014, quando al primo turno del Roland Garros, Haas ha subito l’ennesimo grave infortunio alla spalla che gli è costato il quarto intervento chirurgico.

Haas tornerà nel circuito nel giugno del 2015 grazie ad una wildcard concessa dal Mercedes Open di Stoccarda. “Ora sento che i colpi sono tornati . Ho bisogno solo di giocare più partite possibili” dichiarò in quell’occasione.

Tutto lasciava presagire ad un nuovo inizio considerato il primo turno vinto contro Mikhail Kukushkin . Ma così non è stato. Da lì in avanti il tedesco è stato costretto al ritiro in molti tornei. C’era attesa per un suo possibile ritorno agli Australian Open di quest’anno, ma per il secondo anno consecutivo è stato costretto a ritirarsi.

Der-Tennisspieler-Tommy-Haas

Non è certo un mistero che il tedesco è probabilmente giunto al termine della sua carriera. Padre di due bambini, Haas ha altre responsabilità e priorità fuori dal campo e le sue condizioni fisiche e l’età iniziano a pesare.

Il fatto è che Tommy vorrebbe finire la sua carriera tornando a giocare buoni match, dando giustizia così alla grande carriera che ha avuto.
L’ex numero due al mondo ha portato a casa 15 titoli di singolare in carriera tra cui un Masters. Ha anche portato in cascina 3 milioni di dollari di premi.

Tennis ATP Turnier

Giunto nella top 100 per la prima volta nel 1997, è uno dei pochi giocatori che ha raggiunto un quarto di finale in tutti e quattro i tornei dello slam (quarti di finale del French Open nel 2013, tre volte in semifinale agli Australian Open, una semifinale a Wimbledon nel 2009 e tre volte i quarti agli US Open). Niente male considerando tutte le avversità che ha dovuto affrontare nel corso della sua lunga carriera.

“Ci sono stati momenti in cui non ero nemmeno sicuro di per tornare – ha spiegato Haas in una recente intervista. Come quando ho subito l’intervento chirurgico all’anca, o l’ultima volta alla spalla. Vorrei solo sapere se posso tornare a un buon livello, se magari posso ancora fare bene  in un torneo e passare qualche turno, e poi dopo decidere. Un atleta sa quando è il momento di smettere e voglio darmi un’altra possibilità”. Noi non possiamo che augurartelo. Buon compleanno grande Tommy!

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maria Paola Ciferri - 10 mesi fa

    Tantissimi auguri ad un grande talento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dottor Ominofocaccina Salvatore Oriente - 10 mesi fa

    tommy è ora che vai in pensione!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Laura Brunoni - 10 mesi fa

    Federico Brunoni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Roberto Di Felice - 10 mesi fa

    Auguri grande Tommy!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Impollonia Alessandro - 10 mesi fa

    Grande talento,accompagnato da tanta sfortuna…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy