Quali Roland Garros: capolavoro Napolitano, Bolelli vince il derby con Cecchinato

Quali Roland Garros: capolavoro Napolitano, Bolelli vince il derby con Cecchinato

Stefano Napolitano vince anche il terzo match di qualificazione e centra il primo tabellone slam in carriera. Al primo turno del Roland Garros ci sarà anche l’intramontabile Simone Bolelli, che ha disputato delle qualificazioni fantastiche, coronate da un’ottima vittoria sul connazionale Cecchinato, sconfitto con un duplice 64, che gli è valso il ritorno in un major dopo quasi 2 anni.

Commenta per primo!

SUPER STEFANO!- Con una prestazione da urlo, il tennista di Biella conquista per la prima volta in carriera un posto nel main draw di uno slam e, di fatto, facendo intendere di voler puntare sempre più in alto. L’italiano ha vinto un gran match con Bublik, tennista kazako sulla carta migliore di lui, durato oltre due ore e terminato solamente al terzo set. Nella frazione iniziale, c’è stata una quantità innumerevole di break, interrotta solamente in due occasioni prima del 54, quando Napolitano si è trovato a servire per il set e, dopo aver cancellato 4 palle break, ha finalmente portato a casa il primo parziale con un sudato 64, maturato in 45 minuti. La risposta del suo avversario è arrivata ma è stata abbastanza tardiva, non a caso, nel secondo set, non ci sono stati break fino al 43, quando Bublik ha aumentato il ritmo ed è riuscito a breakkare l’azzurro, il quale però, non ha minimamente voluto farsi scappare il match di mano ed ha immediatamente messo a segno il contro-break. In seguito, malgrado un set point in favore del tennista di Gatcina, il parziale si è deciso al tie-break, dove si è potuto assistere ad un tiratissimo punto a punto, terminato solamente 7 punti a 5 in favore di Bublik, che ha rimandato tutti i giochi al terzo set. Nella frazione finale, dopo 5 turni di servizio tenuti in maniera facile, Napolitano è salito prepotentemente in cattedra ed ha breakkato 2 volte il suo avversario, non concedendo più nulla ed andandosi a prendere una qualificazione voluta, sudata e meritata soprattutto. Il biellese ha potuto alzare le braccia al cielo parigino dopo 2 ore e 16 minuti di lotta, chiudendo con il punteggio finale di 64 67 (5) 62 e dimostrando una tenacia non indifferente.

BOLELLI SI AGGIUDICA IL DERBY- 463: è questo forse il numero che fa più impressione, dato che corrisponde alla classifica, per quanto riguarda la qualificazione di Bolelli al Roland Garros, un torneo con il quale Simone ha un bel rapporto, ma che mancava da due anni. L’azzurro, per guadagnare l’accesso al torneo parigino ha dovuto sconfiggere tra i 3 avversari, anche un suo connazionale e si tratta di Marco Cecchinato, tds 8, che in precedenza aveva battuto proprio due italiani, quali Bellotti e Caruso. Il match è terminato con un duplice 64, ma è stato tutt’altro che scontato, anzi Bolelli è dovuto andare a prendersela questa vittoria, pur faticando abbastanza nel primo set, mentre alleggerendo la tensione nel secondo parziale. Nella frazione d’apertura, il palermitano Cecchinato è partito un po’ a rilento ed ha subito ceduto la battuta al suo avversario, perdendo un game che si è rivelato decisivo ai fini del 64 finale, ma che soprattutto non è stato quasi mai messo in discussione in quanto la maggior parte delle palle break sono arrivate in favore di Bolelli. Sempre il tennista bolognese è stato il protagonista del secondo parziale, deciso da un break a 0 arrivato nel quinto gioco e che ha quindi consegnato al classe ’88 una vittoria fondamentale, che risulta molto importante dal punto di vista della fiducia, ma che potrà inoltre infierire in maniera pesante sulla stagione in corso, la quale di fatto servirà al romagnolo per rilanciarsi dopo le ultime sfortunate annate, tormentate dagli infortuni.

GLI ALTRI- Nei restanti match di qualificazione, diversi giocatori hanno centrato per la prima volta il main draw in uno slam, mentre altri vi hanno fatto ritorno dopo un periodo di assenza relativamente lungo a seconda del tennista. Fanno parte della prima categoria il greco Tsitsipas, giocatore dalle ottime potenzialità che oggi ha sconfitto Otte, il cileno Jarry, che ha superato in tre parziali il gigante americano Opelka, ed infine, come detto in precedenza, l’azzurro Napolitano. Gli altri giocatori che invece hanno staccato il pass per il tabellone principale, a dir la verità, c’entrano ben poco con le qualificazioni e si tratta di Pella, Gabashvili, Giraldo e Stakhovsky.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy