Roland Garros: Camila Giorgi al secondo turno. Kvitova in rimonta, eliminata Azarenka

Roland Garros: Camila Giorgi al secondo turno. Kvitova in rimonta, eliminata Azarenka

Camila Giorgi centra il secondo turno. Vittoria nettissima della tennista azzurra sulla qualificata Grace Min. Prossima avversaria Mariana Duque-Marino, che ha eliminato Anastasija Sevastova. Petra Kvitova in rimonta su Veronica Cepede Royg. Fuori Vika Azarenka. La ex numero 1 è stata battuta in due set da Katerina Siniakova. Avanzano Osaka, Suarez Navarro e Sakkari.

di Monica Tola

SECONDO TURNO PER CAMILA GIORGI – Camila Giorgi al secondo turno. Vittoria nettissima su Grace Min, giocatrice americana proveniente dalle qualificazioni. Partita non brillantissima dell’azzurra, che ha commesso 36 gratuiti. Qualche rischio superfluo, che comunque non ha influito su un match sulla carta e sul campo più o meno segnato per la statunitense. Camila già dal prossimo incontro dovrà innalzare il livello: ad attenderla Mariana Duque-Marino che ha eliminato Anastasija Sevastova. Primo set portato a casa senza particolari problemi da Camila Giorgi, nonostante una prestazione con luci e ombre della tennista di Macerata. Grace Min, qualificata statunitense numero 197 Wta, è una avversaria decisamente alla portata di Camila: servizio non irresistibile, pesantezza e velocità di palla inferiori rispetto a quella dell’azzurra che ha comunque giocato a corrente alternata. Troppi errori da parte di Camila Giorgi, spesso frettolosa alla ricerca del vincente. Il rovescio è scappato via più volte dalla racchetta di Camila, che ha anche avuto qualche problema nella ricerca di palla. Questione di adattamento ai rimbalzi, alla terra parigina, che a determinate condizioni atmosferiche (il caldo, ad esempio) diventa più veloce. Grace Min è stata tuttavia sempre in difesa e per tentare di arginare ha rallentato il gioco con il back di rovescio. In termini di punteggio, determinante per il 6-3 finale è stato il break centrato in avvio da Camila Giorgi. La tennista italiana, a parte qualche rischio inutile per chiudere il punto, non ha mai patito nei propri turni in battuta. Giusto due palle break salvate nel terzo gioco. Camila ha servito bene e chiuso con un ace. 18 vincenti e 23 gratuiti per l’azzurra, mentre per quanto riguarda l’americana appena 3 winners e 10 non forzati. Secondo parziale dall’andamento simile al primo. Camila Giorgi a tratti ingiocabile per Grace Min e a tratti fallosa e discontinua. Quanto è bastato, tuttavia, per rifilare alla statunitense un perentorio 6-2, dopo un’ora e 14 minuti.

KVITOVA IN RIMONTA, ELIMINATA VIKA AZARENKA – Petra Kvitova ha sudato fino all’ultimo punto per venire a capo del match che l’ha opposta alla paraguaiana Veronica Cepede Royg. Nel primo set, Petra Kvitova ha pagato a caro prezzo l’unico break concesso nell’ottavo gioco. Turno in battuta perso che ha mandato la Cepede Royg 5-3 e servizio. La tennista del Paraguay non si è fatta sfuggire l’occasione per chiudere. Secondo parziale a senso unico con Petra Kvitova che ha dominato e lasciato per strada un solo game. Nel terzo è ripreso il combattimento sotto il segno dell’equilibrio. Tutto in perfetta parità fino al 5-5. Petra Kvitova ha scelto il momento in cui colpire per portare a casa la partita. L’undicesimo gioco nel quale ha risposto bene e diretto le operazioni facendo correre l’avversaria da una parte all’altra. Una risposta fulminante che ha cercato il dritto di Veronica Cepede Royg le è valsa quel preziosissimo break per il 6-5 e servizio. Nonostante un doppio fallo e una palla corta della paraguaiana, Petra dal 30-30 ha messo il piede sull’acceleratore. Con una prodezza a rete si è procurata il match point, con un servizio vincente si è garantita il secondo turno, dopo poco più di due ore. Vika Azarenka saluta immediatamente il torneo. La tennista bielorussa è stata sconfitta in due set da Katerina Siniakova. Un doppio 7-5 per la tennista ceca che è stata più continua rispetto a Vika. Primo set equilibrato, risolto al dodicesimo game dalla Siniakova che ha brekkato la ex numero 1 mentre serviva per rimanere nel parziale e allungare al tie-break. Gli errori della Azarenka sono aumentati a dismisura: ben 38 i gratuiti a fine match. Vika ha avuto più occasioni per rimettere in discussione il match, ma non le ha sfruttate. Per tre volte nel secondo set è stata avanti di un break e sistematicamente lo ha restituito. Ancora una volta fatale a Vika il dodicesimo gioco. Quarto e decisivo break della giocatrice della Repubblica Ceca e stagione su terra conclusa per Victoria Azarenka.

LE ALTRE PARTITE – Suicidio tennistico per Anastasija Sevastova. La lettone, era partita benissimo nel primo set. Dal 5-1 e servizio è calata l’intensità di gioco e la Sevastova ha perso la lucidità tattica. Dopo aver portato a casa il primo parziale, rischiando non poco l’aggancio, la testa di serie numero 20 è sparita dal campo e ha lasciato l’iniziativa nelle mani di Mariana Duque-Marino, proveniente dalle qualificazioni. Crollo di Anastasija Sevastova nel secondo set e nessun segnale di ripresa nel terzo, con i gratuiti aumentati esponenzialmente e le percentuali realizzative al servizio precipitate. Apatica, scarica, arrendevole, la lettone non ha sfruttato il 2-0 di inizio terzo parziale. Score di 6 giochi a 1 per la Duque-Marino, che si è così guadagnata il match di secondo turno contro Camila Giorgi. Naomi Osaka in due set su Sofia Kenin. Dominio della nipponica nel primo set e crollo della statunitense nel secondo: Sofia Kenin è stata in vantaggio 5-1, ma non ha capitalizzato l’opportunità per allungare alla terza e decisiva frazione. Naomi Osaka ha infilato un parziale di 6 giochi a 1 e staccato il pass per il secondo turno. Molto da recriminare anche per Timea Babos, sconfitta da Lara Arruabarrena in due set. L’ungherese ha vanificato il 5-2 del primo parziale (nel quale ha anche servito per chiudere) e ceduto al tie-break. Timea Babos è stata avanti 2-0 anche nel secondo, ma nulla di fatto: score di 6 games a 1 per l’iberica e torneo finito per la Babos. Autentica passeggiata per Carla Suarez Navarro: 43 minuti per un 6-0 6-1 sulla croata Ana Konijuh, certamente non al top della condizione e a lungo assente dalle competizioni. Nel derby tra qualificate Caroline Dolehide si è imposta con un doppio 6-4 sulla svizzera Viktorija Golubic. Avanza anche Maria Sakkari. L’ellenica ha liquidato in due set Mandy Minella. Eliminata Su-Wei Hsieh, la tennista del Taiwan ha ceduto nettamente alla giovane e promettente svedese Rebecca Peterson, proveniente dalle qualificazioni.

Risultati:

[8] P. Kvitova b V. Cepede Royg 3-6 6-1 7-5

K. Siniakova b [PR] V. Azarenka 7-5 7-5

[21] N. Osaka b S. Kenin 6-2 7-5

[23] C. Suarez Navarro b A. Konijuh 6-0 6-1

[Q] C. Dolehide b [Q] V. Golubic 6-4 6-4

C. Giorgi b [Q] G. Min 6-3 6-2

L. Arruabarrena b T. Babos 7-6 (5) 6-3

M. Sakkari b [PR] M. Minella 7-6 (5) 6-2

[Q] R. Peterson b S. Hsieh 6-4 6-3

[Q] M. Duque-Marino b [20] A. Sevastova 4-6 6-1 6-3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy