Lo sceicco di Doha è David Ferrer

Lo sceicco di Doha è David Ferrer

A Doha, capitale del Qatar, dopo le premature quanto inaspettate uscite di scena, del numero uno del mondo Novak Djokovic (per mano di un sorprendente Karlovic) e del suo eterno antagonista lo spagnolo Rafa Nadal (eliminato addirittura al primo turno dal qualificato Berrer), la finale è decisamente di quelle che non ti aspetti. A contendersi il primo titolo dell’anno sono infatti, l’highlander di Spagna David Ferrer e il sempre più “benvestito” Tomas Berdych.

Tomas-Berdych-e-David-Ferrer

Pronti via ed è il ceco a partire da subito con il piede sbagliato perdendo il servizio a 15, dall’altro lato della rete invece c’è un Ferrer che vuole decisamente dimostrare che le sue dichiarazioni in merito al voler essere più aggressivo in campo non erano solo chiacchiere e distintivo. I primi due giochi sono un vero e proprio monologo spagnolo a cui il ceco si limita a fare da spettatore. Solo a partire dal terzo gioco Tomas finalmente decide di servire decentemente e si porta sul 1-2. Ma lo spagnolo quest’oggi è una macchina da guerra, un vero e proprio prendi tutto, a vederli giocare fatichi a comprendere chi dei due sia il più giovane. Poi d’improvviso, dal 4-1 in favore di Ferrer , qualcosa sembra cambiare, Berdych smette di essere passivo, forza la mano, riuscendo così, a breakkare lo spagnolo prima e a tenere il proprio turno di servizio poi. Da questo momento in poi il set diventa più equilibrata, vengono finalmente rispettati i turni di servizio.A portarsi a casa il set, in 41 minuti di gioco, e con uno score di 6-4 è il 33enne spagnolo.
tomasberdych_xoffp211kiw01iv3603yzdmgo

Se il primo set è stato a dir poco deludente, nel secondo le cose sono decisamente migliorate, entrambi i giocatori sono infatti cresciuti di livello ed hanno dato vita ad una vera e propria battaglia all’ultimo sangue.
Il secondo parziale si apre sotto la stessa stella del primo, ovvero con un break subito da parte di Tomas Berdych, ma diversamente da quanto successo nel primo, in questo caso Ferrer non vuole essere da meno rispetto al suo avversario e restituisce immediatamente il piacere perdendo il servizio a zero. A partire dall’uno pari sino ad arrivare al 5 pari (sul 5-4 in favore di Berdych vi segnaliamo che lo spagnolo è riuscito a recuperare da 0-40) i turni di servizio vengono perfettamente rispettati, palesando l’equilibrio che ormai si è creato tra i due giocatori. Nel momento cruciale, è però, il più giovane dei due il primo a cedere perdendo il proprio turno di servizio 30, a questo punto lo spagnolo si trova a servire per il titolo e non delude tenendo addirittura a 0 questo ultimo turno di servizio.

David+Ferrer+2012+Australian+Open+Day+10+aeWsbynubaKl

Con questa vittoria il numero 10 del mondo, mette meritatamente in bacheca il 22esimo titolo della sua lunga carriera e comincia decisamente nel migliore dei modi la nuova stagione.
Ps. Segnaliamo ai signori di Eurosport che a giocare quest’oggi non era David Beckham, visto che sono riusciti ad inquadrarlo più volte di quanto hanno fatto con gli stessi tennisti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy