Nill, madre di Kyrgios: “Nick aveva una maglietta di Federer e amava indossarla”

Nill, madre di Kyrgios: “Nick aveva una maglietta di Federer e amava indossarla”

Poche ore dopo la vittoria di Nick Kyrgios su Roger Federer nel Mutua Madrid Open, il quotidiano australiano Camberra Time ha parlato con Nill, madre di Nick. La partita di suo figlio è terminata molto presto, nella mattina di Giovedì in Australia.

Christos, fratello maggiore di Kyrgios, ha chiamato i suoi genitori per dargli la buona notizia: “Quando abbiamo ricevuto la chiamata, eravamo elettrizzati e non riuscivamo a tornare a letto. Abbiamo rivisto il match che avevamo registrato. Ancora non ci crediamo. Sembra irreale che stia giocando alla pari con i migliori.  Sarà triste per Roger, ne sono sicura. Sarà orgoglioso di aver vinto, ma poi si sentirà desolato, perché in un certo senso voleva perdere”.

nick kyrgios madrid 2015 2

Federer, che ha quasi quattordici anni in più del giovane tennista australiano, è stato un idolo per Nick: “Nick aveva una maglietta di Roger Federer (RF), oltre ad un cappellino, e amava indossarla”, ha detto Nill. La madre di Kyrgios ricorda perché il figlio idolatrava lo svizzero: “Soprattutto per il suo rovescio, ma anche perché riesce a tenere i nervi saldi e stare concentrato sul suo lavoro”.

Nill riconosce che Kyrgios dovrebbe migliorare il suo atteggiamento in certi momenti: “Deve imparare a controllarlo. I giudici di linea possono fare degli errori, tutti sbagliano. Non deve lasciarsi distrarre”.
kyrgios-federer
Ricordo ancora quando dicevamo quanto sarebbe stato belle vedere Nick n Tv in questi tornei. Quando sfida giocatori del livello di Federer, dove non ha la pressione di dover vincere, è bellissimo. Quando però gioca da favorito, è stressante”, ammette la madre di Nick.

Nill accompagnerà il figlio al Roland Garros, ma non a Wimbledon: “Il suo cane e il suo pesce sono ancora qui, qualcuno deve dargli da mangiare”, conclude.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy