Us Open, le dichiarazioni di Simona Halep: “La sospensione per pioggia mi ha aiutato. Flavia Pennetta? È bravissima, dovrò stare attenta”

Us Open, le dichiarazioni di Simona Halep: “La sospensione per pioggia mi ha aiutato. Flavia Pennetta? È bravissima, dovrò stare attenta”

Ecco le dichiarazioni di Simona Halep, sorridente e soddisfatta dopo il match vinto contro Viktoria Azarenka. Ora per la rumena c’è Falavia Pennetta: “È molto brava, dovrò stare attenta al suo rovescio.

di Andrea Mariotti

Una Simona Halep sorridente e soddisfatta, quella che ha parlato dopo la sofferta vittoria contro la Azarenka. La rumena, avversaria di Flavia Pennetta nelle semifinali, dopo un primo set, conquistato mostrando il suo miglior gioco, e la reazione subita da parte della bielorussa, che si è aggiudicata il secondo parziale, ringrazia anche il meteo: “La sospensione per pioggia è stata una manna dal cielo, dopo il primo set, stavo subendo troppo, avevo perso lucidità e profondità di palla. Rientrare negli spogliatoi mi ha permesso di riorganizzare le idee, e di tornare a giocare come ho fatto nel primo set”.

Altro motivo di soddisfazione per la numero 2 del mondo, è rappresentato dal traguardovdella semifinale, la prima in carriera per lei, a Flushing Meadows. “Avevo buone sensazioni all’ inizio del torneo, fisicamente mi sentivo bene, e non avevo particolari aspettative, o pressioni, e questo sicuramente mi ha dato una mano. Dopo Cincinnati avevo augurato a Serena di riuscire a completare il Grande Slam, ma ora sono qui e dovrò cercare di impedirglielo, anche se prima c’ è una semifinale da giocare e voglio assolutamente vincerla”.

image

L’ ultima sfida contro Flavia, se l è aggiudicata la Halep che però non si fida dell’azzurra:”: È molto brava, e in questo torneo gioca sempre un ottimo tennis, dovrò stare attenta al suo rovescio, e cercare di farla muovere il più possibile, ma soprattutto dovrò cercare di esprimere il mio gioco senza adattarmi a lei, abbiamo caratteristiche molto simili, ma devo pensare solo a me”. Una Pennetta che prima dei quarti di finale sembrava più preoccupata di un eventuale confronto con la Azarenka, e col suo gioco più potente, rispetto alla Halep, che non è dotata di una grande forza e altezza, ma in grado di sopperire a queste lacune, con una grande grinta e determinazione, che sono il suo vero punto di forza.

Dopo un estate avara di soddisfazioni, viste le eliminazioni ai primi turni, sia a Parigi, che a a Wimbledon, la Halep si è presa una breve pausa, prima di tuffarsi nella stagione del cemento, troppa ansia di confermare i buoni risultati dell’ anno precedente, ha giocato un brutto scherzo.

image

“Non ho una superficie preferita, l anno scorso ho avuto i miei migliori risultati sulla terra rossa, e ho detto che era quella la mia superficie, se dovessi rispondere quest’ anno direi cemento. In realtà non si tratta di dove gioco, io voglio giocare bene suvtutti i tipi di campo, perché sono in grado di farlo, e voglio cercare di essere competitiva dappertutto, basta solo che io sia più convinta dei miei mezzi“.

Su un eventuale confronto con Serena poi la Halep conclude: “Se dovrò affrintarla sarà molto divertente, io non avrò niente da perdere, la pressione sarà tutta su di lei, sono venuta qua senza particolari aspettative, e mi trovo in semifinale. Sono già contenta dei progressi che ho fatto, ho servito meglio del solito, più forte e con qualche ace. Ci sto lavorando molto, anche se mi trovo più a mio agio quando devo rispondere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy