Australian Open: Serena, la regina sei ancora tu!

Australian Open: Serena, la regina sei ancora tu!

Serena batte febbre e Sharapova, 6-3, 7-6 (7-5), vince il suo 19esimo titolo slam ed accorcia ulteriormente la distanza dal record di Steffi Graf.

La Williams vince il suo 19esimo slam e conquista per la sesta volta gli Australian Open. Nulla da fare per la Sharapova che parte malissimo, reagisce nel secondo set ma non riesce ad arginare la potenza dell’avversaria.
Serena batte febbre e Sharapova, 6-3, 7-6 (7-5), vince il suo 19esimo titolo slam ed accorcia ulteriormente la distanza dal record di Steffi Graf. Nulla da fare per Maria che ha visto scivolar via troppo velocemente il primo set senza opporre resistenza, anzi cedendo il servizio d’apertura e non riuscendo quasi mai a mettere pressione all’avversaria fino al all’ottavo gioco, quando sotto di due break, piazza il controbreak che la porta sul 3-5. L’effetto positivo, però, svanisce nel giro di un game con Serena che tra un colpo di tosse e l’altro, si riprende quanto concesso e chiude la prima frazione sul 6-3 in 47 minuti.

Australian Open - Serena parte a razzo e demolisce Maria nel primo set Australian Open – Serena parte a razzo e demolisce Maria nel primo set

Sicuramente migliore la Masha vista nel secondo set, quando, da ammirare per la sua tenacia, ha provato di tutto, persino una serie di palle corte, (probabilmente ne abbiamo viste più oggi che in tutti i suoi turni precedenti). Nononstante ciò si è trovata a servire per rimanere nel match dopo un’ora e 26 minuti. Eppure nel decimo gioco del secondo set, dopo aver mandato largo un dritto che ha consegnato il primo match point alla Williams, Masha ha avuto il coraggio e la compostezza per un vincente che le ha permesso di mantenere la partita sui binari dell’equilibrio e portare quantomeno il set al tie break.

Reagisce la Shaparapova nel secondo set, ma non Reagisce la Sharapova nel secondo set, ma non è bastato

Per quanto riguarda Serena cosa aggiungere altro. Se i suoi polmoni probabilmente non erano al meglio, lo stesso non si può dire della sua spalla destra, specie nel nel quinto gioco del secondo set quando ha piazzato 3 aces ad un ulteriore servizio ingiocabile.
Al tie break, la Williams si porta come un razzo sul 4-1 ma tre errori consentono alla Sharapova di rientrare sul 4-5 e servizio. C’è il tempo solo per un altro vincente di Maria e per un ace di Serena chiamato let. Nessun problema perche la campionessa concede il bis. Altro ace sulla stessa mattonella per la gioia finale dell’americana e del pubblico australiano.
Premiazione con le immancabili frasi di rito.

Australian Open, gli scatti del trionfo Australian Open, gli scatti del trionfo

Serena è la più forte, mi devo solo congratulare con lei che sta facendo la storia di questo sport, ammette la Sharapova. E’ veramente un onore giocare contro di lei”.
Alla fine ce l’ho fatta – dice Serena. Devo fare i complimenti a Maria, perchè è anche grazie a lei se questa finale è stata così bella. Stare qui avendo conquistato 19 titoli è qualcosa che non avrei mai creduto potesse accadere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy