Shapovalov si racconta: “Federer un idolo. Su erba mi trovo bene”

Shapovalov si racconta: “Federer un idolo. Su erba mi trovo bene”

Il 19enne canadese, impegnato a Wimbledon, parla del suo rapporto con l’erba svelando alcuni aspetti su idoli, famiglia e adolescenza.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Denis Shapovalov, attuale n. 25 del ranking, in occasione di un’interessante intervista rilasciata al tabloid britannico Daily Mail ha raccontato la sua vita, tra presente e passato, rivelando alcune curiosità.

Il tennista canadese, interrogato subito sull’idolo di sempre, esordisce così: “Da piccolo avevo una foto di Roger Federer in stanza, ricordo che mi svegliavo ogni giorno guardando il suo movimento del rovescio. Spesso passavo il tempo ad osservare dei video per cercare di imparare qualcosa“.

Il 19enne talento si sofferma poi sull’infanzia, ripercorrendo le origini della sua famiglia: “I miei genitori sono russi, mia madre era una tennista e il suo coach era israeliano, ragion per cui si è trasferita lì. Mio padre ha seguito mia madre ed io e mio fratello siamo nati a Tel Aviv. Qualche mese dopo la nascita ci siamo stabiliti in Canada, dunque non ho mai conosciuto posto diverso da questo, mi sento canadese, anche se il russo è la mia prima lingua“.

L’attenzione di Shapovalov si sposta ora sull’erba e sul torneo di Wimbledon, dove oggi affronterà al primo turno Jeremy Chardy: “La prima volta che mi sono allenato su questa superficie non avevo nemmeno le scarpe adatte, scivolavo continuamente. Pensavo che sarebbe stato difficile per me l’adattamento, ma in pochi giorni mi sono sentito sempre meglio sul campo. Quando sono venuto a Wimbledon per la prima volta ho avuto i brividi, c’è un’atmosfera particolare, è un luogo ricco di classe e storia“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy