US Open, Day 1: le dichiarazioni di Fognini e Vinci

US Open, Day 1: le dichiarazioni di Fognini e Vinci

Sono stati Fabio Fognini e Roberta Vinci ieri a darci le prime gioie in questo ultimo slam stagionale. Fabio contro pronostico a causa della superficie ha battuto in una battaglia di due ore e cinquanta il giocatore di casa Steve Johnson in un incontro molto intenso in cui ha vinto anche contro se stesso, visto qualche momento di sproloquio non comprensibile dagli americani, molto meglio da noi.

Roberta Vinci invece continua il suo momento di fiducia e dopo un inizio di stagione tentennande sta tornando a giocare il suo miglior tennis che è sempre un bel vedere. La Vinci è una delle giocatrici più dotate tecnicamente del circuito e senza dubbio la numero 1 in doppio. Raccogliamo ora le dichiarazioni dei due azzurri nella conferenza stampa di fine partita.

Queste le dichiarazioni del tennista ligure dopo la battaglia.

“Finalmente oggi ho vinto, tra l’altro contro un gran giocatore, molto pericoloso con il servizio ed il dritto. Ho perso due partite molto diverse durante la preparazione agli US Open. Una contro Monfils in cui sono crollato nell’ultimo set ed una contro Kokkinakis del quale sentiremo parlare molto in futuro. Sono venuto qui con molta voglia. Con johnson ho vinto anche sulla terra quest’anno ma oggi la partita è stata diversa e ho avuto buone sensazioni”.

Ad un certo punto c’era il pericolo di un quinto set.

Anche un quinto set fisicamente non mi spaventava. Il problema è stato più che altro entrare nel match, cosa che non mi succedeva spesso ultimamente. Anche contro Kokkinakis sono partito molto bene”.

E Cuevas al prossimo turno?

“Cuevas è un giocatore pericoloso. Gioca bene su entrambi i fondamentali anche se sbaglia più di dritto. Resta un turno molto duro. “La voglia c’è, mi piacerebbe su un campo principale contro Nadal. L’obiettivo è quello ma bisogna vedere un match alla volta”.

Raggiante anche Roberta Vinci in conferenza stampa venuta a capo di un match che si faceva complicato contro un avversario che non le piaceva particolarmente.

La King giocatrice fastidiosa, ha un tipo di gioco che a me non piace. E’ una che regala poco, che te la rimette sempre li. Il mio back non le dava molto fastidio. Ma il campo era molto veloce. Io ho fatto tanti errori di dritto. Pur stando sotto ho lottato tanto, riuscendo a recuperare. Le sono rimasta attaccata, anche quando mi ha fatto il break. Ora sto giocando meglio, ho fatto buoni tornei. In America mi trovo sempre bene. Sto entrando in forma e il primo turno non è mai facile. Questa partita mi da morale è sempre bello vincere. “

Al prossimo turno ci sarà l’Allertova che ha eliminato Carla Suarez Navarro. “Non la conosco molto bene ma credo che sarà la classica ceca. Non ci ho mai giocato, nessuno ti regala nulla, quindi sempre meglio stare in guardia. “

Roberta Vinci ha dichiarato di aver cambiato racchetta.

“Ho cambiato racchetta, ci sto provando. La prossima settimana scoprirete che racchetta è, per adesso deve rimanere un segreto. Rispetto all’altra gioco meglio il back, controllo meglio i colpi”.

Speriamo che i due continuino come ieri vittoriosamente il torneo, viste le tante teste di serie cadute potrebbe essere un occasione d’oro per la Vinci per riaffacciarsi alla seconda settiamana dello US Open. Vedendo l’equilibrio che regna nel femminile chissà cosa ci può regalare la nostra tennista. Per Fabio invece ieri solo buone sensazioni. Tanti bei colpi e voglia di lottare che non sempre si vedono da lui in campo. La voglia di incontrare Nadal potrebbe dare la giusta spinta per ottenere grandi risultati in questa settimana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy