Wimbledon ,programma 12 luglio: in campo tutti i quarti maschili

Wimbledon ,programma 12 luglio: in campo tutti i quarti maschili

Mercoledì 12 luglio a Wimbledon scendono i campo i maschi con i quarti di finale; dopo l’eliminazione di Nadal la parta alta del tabellone sembra appannaggio di Murray, mentre nella parte bassa Federer e Djokovic vogliono dire la loro.

Si comincia alle 13 (ora locale) sul campo centrale e sul campo numero uno dove i migliori otto rimasti proveranno ad accedere alle semifinali del terzo slam della stagione.

ORDER OF PLAY

Andy Murray Wimbledon 2016

ANDY MURRAY VS SAM QUERREY – Il pronostico sembra essere chiuso a favore del campione in carica che però non ha brillato in questo inizio di torneo, ma sappiamo come sia in grado di aumentare il livello proprio nelle partite che contano. L’americano sull’erba ha sempre perso contro lo scozzese anche se dopo l’impresa di Gilles Muller nulla è impossibile.

GILLES MULLER VS MARIN CILIC – E’ l’uomo del momento: Gilles Muller tenta un’altra impresa dopo la vittoria su Rafa Nadal, ma di fronte a lui trova un Cilic in formissima che non ha concesso nulla in questo inizio di Wimbledon. I due si sono già affrontati meno di un mese fa proprio sull’erba al Queen’s dove a prevalere è stato il croato in un match molto combattuto ed equilibrato.

roger-federer

MILOS RAONIC VS ROGER FEDERER – Il quarto di finale più equilibrato e più atteso è senza dubbio questo con lo svizzero che vuole vendicare la sconfitta patita un anno fa qui a Wimbledon in semifinale al quinto set. Il canadese ha eliminato Alexander Zverev agli ottavi, mentre Federer ha surclassato Dimitrov. A decidere la sfida sarà soprattutto la percentuale di prime di Raonic, ma Roger sa come gestire questo tipo di partite.

NovakDjokovic Wimbledon11Jul17_large

TOMAS BERDYCH VS NOVAK DJOKOVIC – L’ultimo a raggiungere i quarti di Wimbledon è stato il serbo che, complice la maratona tra Muller e Nadal, ha dovuto posticipare di un giorno il suo incontro (poi vinto in tre set) contro Mannarino. Il ceco, che vanta una finale qui nel 2010, non è nel suo miglior momento, ma arrivare fino a questo punto è un ottimo segnale di ripresa; Djokovic, dal canto suo, ha sfoggiato un ottimo tennis qui a Wimbledon e vuole tornare sui suoi livelli alieni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy