Atp Finals: Federer surclassa Thiem in due set e riapre il girone

Atp Finals: Federer surclassa Thiem in due set e riapre il girone

In un match a senso unico, Roger Federer lascia cinque giochi a Thiem e riscatta la prestazione negativa contro Nishikori. Terza ed ultima giornata che deciderà le sorti di quest’equilibrato girone.

di Antonio Sepe

[2] R. Federer b. [6] D. Thiem 6-2 6-3: finalmente Roger Federer! Dopo i fantasmi e le paure derivanti dal match perso in maniera inaspettata contro Nishikori, lo svizzero ritorna alla normalità con una convincente vittoria ai danni di Thiem e rassicura i suoi fans. Inoltre, grazie a questo risultato, il gruppo Hewitt si riapre incredibilmente e tutti e quattro i giocatori possono ancora accedere in semifinale.

Appollaiato a punteggio pieno troviamo Anderson, che guarda i suoi colleghi dall’alto, mentre a quota uno ci sono Federer e Nishikori. Chiude infine Thiem, che ha collezionato due sconfitte. Nella prossima giornata, vale a dire giovedì, si affronteranno Anderson e Federer – con lo svizzero costretto a vincere, meglio in due set, ma potrebbe ancora non bastare, mentre al sudafricano potrebbe bastare anche la sconfitta – e Nishikori e Thiem, con il giapponese che migliorerebbe nettamente la sua situazione in caso di vittoria, e l’austriaco che si gioca il tutto per tutto, dovendo sperare al contempo in una netta sconfitta di Federer. Tutto più che aperto in questo gruppo e dunque un giovedì da seguire appiccicati alla televisione e da non perdere assolutamente. dominic-thiem-roger-federer

Per ciò che concerne il match di stasera, i segnali inviati da parte di Federer sono stati più che positivi, tanto da far quasi dimenticare la sconfitta con Nishikori o meglio interrogarsi su come ciò sia potuto accadere, anche in virtù della prestazione offerta dal giapponese quest’oggi. Zero palle break offerte ed un dominio sancito anche dal servizio, con il quale ha perso appena sei punti, di cui solo uno nel secondo set, e si è reso protagonista con games tenuti in scioltezza e a suon di aces. Se Federer non ha minimamente faticato in battuta, diverso il discorso per il suo avversario, che su nove turni di servizio in totale, se n’è aggiudicati solamente due senza fronteggiare palle break o andare ai vantaggi. Lo svizzero è stato molto bravo anche in risposta, togliendo il tempo a Thiem ed indirizzando spesso lo scambio dalla sua. Appena un’ora e otto minuti di gioco per un 6-2 6-3 che non lascia spazio a molte considerazioni, anzi lancia Roger verso la sfida con Anderson, alla ricerca della rivincita dopo la dolorosa sconfitta di Wimbledon.

PRIMO SET- Partenza piuttosto drammatica di Thiem, che tiene a fatica il primo turno di servizio, dopo aver annullato una palla break, ma già in quello seguente si trova costretto ad inseguire e non riesce a difendere la battuta. Troppi errori da parte dell’austriaco, che fatica ad entrare in partita e perde molto terreno fin da subito. Con calma, specialmente sul servizio, inizia ad ingranare anche Federer, che migliora ogni gioco alla battuta che passa e, nel frattempo, continua ad impensierire il suo avversario, mettendolo spesso alle strette e costringendolo ad ancora più errori.

Ben 18 i gratuiti da parte di Thiem a fine set, che cede con un netto 6-2 il parziale al suo avversario, non lasciando ben sperare in vista del secondo set. Non benissimo, allo stesso tempo, Federer, che non si lascia scappare le occasioni ed approfitta delle sbavature del suo avversario, ma ancora dimostra di avere qualche lacuna che, l’Anderson odierno, – come ammesso da Roger a fine match “Speriamo che non giochi come oggi pomeriggio, altrimenti le mie chances diminuiscono” – non incontrerebbe problemi a punire.

SECONDO SET- Seconda frazione di gioco che si conferma fin da subito altrettanta complessa e in salita per il giocatore austriaco, che cede a zero il servizio nel game d’apertura e, di fatto, si consegna totalmente al suo avversario. Effettivamente, non è molto difficile ipotizzare il prosieguo del set, considerando che l’unico punto perso al servizio da Federer è un jolly giocato dal suo avversario sul 40-0. Tutto troppo semplice per Roger, che chiude anche in anticipo, ottenendo un secondo break nel nono gioco e facendo suo il match dopo poco più di un’ora. Vittoria importante che dà morale all’elvetico, il quale è però ora chiamato ad uno step alquanto importante e che corrisponde al nome di Anderson. Partita da dentro o fuori, che potrebbe trasformarsi in partita da primo o secondo posto – in quanto la sfida Nishikori-Thiem si giocherà nella sessione diurna e sarà così possibile fare già qualche calcolo -.

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Silvio Mia - 4 settimane fa

    Ha giocato una partita normale, contro un Thiem in evidente difficoltà su quella superficie e dunque molto falloso. Non mi sembra di poter dire di essere tranquillo, perchè contro Anderson sarà un’altra musica. Io sono tifosissimo di Roger, ma cerco di vedere il giocatore e non il nome…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone Trenti - 4 settimane fa

    Troppo brutto Federer contro Nishikori e impresentabile Thiem ieri. La partita contro Anderson molto probabilmente sarà il vero banco di prova per valutare la condizione di Federer.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nicola Vaselli - 4 settimane fa

    Un match scarno, tutto basato su pochi scambi. Thiem non ha avuto tempo di imporre il suo ritmo da fondo Credevo che questa volta, invece, potesse decidere lui che tipo di match giocare contro Roger data la “mediocrità” dello svizzero contro Nishi. Non è stato così. Federer da rivedere contro Anderson.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giovanni Picciuti - 4 settimane fa

    Se vinceva Nole con un morto lo dicevate subito…Forza Nole!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Matteo Zanini - 4 settimane fa

    Ah c’era thiem in campo? Dai contro questo thiem vince anche un 4.1!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Geneviève Dandrea - 4 settimane fa

    Bravissimo. Se ce la metti tutta sei sempre un campione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Salvatore Chimento - 4 settimane fa

    Anche 2 giorni fa potremmo dire che Federer con il Giapponese non era sceso in campo.
    Merito sempre a chi vince. Dai pro ai 4a categoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Shirley Babicz - 4 settimane fa

    Transportation??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Angela Serusi - 4 settimane fa

    Non mi pare che Nishikori abbia giocato molto meglio di Thiem, credo che sia Federer che ha sbagliato meno e giocato meglio, certo contro Anderson dovrà dare molto di più soprattutto in risposta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Nuccia Mazzucchelli - 4 settimane fa

    Veramente una brutta partita! Meglio i giovani della next gen!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mirko Cappilati - 4 settimane fa

      Fatalità quando gioca FEDERER tutti a criticare.se giocava un vostro idolo ducevate che era troppo forte .Che brutta gente anti sportiva che siete

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Giorgio De Togni - 4 settimane fa

    Bip bip …Se perde è un morto se vince ha giocato contro un morto! Andate a fanculo Va nc di merda !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Trenti - 4 settimane fa

      Giorgio De Togni certi hanno esagerato ma la sostanza bene o male é questa. Contro Nishikori ha giocato una delle più brutte partite degli ultimi anni ( sbagliare una partita ci sta),il Thiem di ieri era imbarazzante. Quindi a mio avviso non si può valutare la reale condizione di Federer.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giorgio De Togni - 4 settimane fa

      Simone Trenti concordo ma a 37 cosa si pretende ? Uno deve vincere fino ad 80 ? Godiamoci il suo tennis stop

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Simone Trenti - 4 settimane fa

      Giorgio De Togni infatti le critiche mi sono sembrate esagerate ma con me sfondi una porta aperta. Per certa gente dovrebbe sempre giocare al 100% e basta che sbaglia una partita parla di ritiro. Ma questo succede dal 2012. Importante é ignorarli

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Antonello Carta - 4 settimane fa

    Thiem inguardabile feder appena sufficiente contro Anderson se gioca così perde

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Michele Michele - 4 settimane fa

    Certo non è più quello di prima, ma ricordiamoci che gioca contro i primi 8 al mondo e spesso vince. Vedremo cosa faranno gli altri alla sua età…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Mariarita Gori - 4 settimane fa

    Brutta partita di entrambi !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Sandro Macri - 4 settimane fa

    Ma avete visto la partita? Riscatto Federer? Thiem oggi non è sceso in campo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Mark Falzon - 4 settimane fa

    Questa non era un vero test, giocava contro un morto!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Matteo Di Federico - 4 settimane fa

    Quando non commenta Paolo Bertolucci la sua partita vince sempre. ahaha

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Enzo Chiarolanza - 4 settimane fa

    Ora arriva il test dentro fuori..
    Anderson sta giocando davvero bene..secondo me puo anda in finale il sudafricano(roger permettendo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Andrea Posti - 4 settimane fa

    Roger malino secondo me… Thiem veramente un bidone, inqualificabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy