ATP World Tour Finals 2015: il pagellone finale

ATP World Tour Finals 2015: il pagellone finale

Si sono ormai concluse le ATP FInals, ed è giunto il momento di dare i voti ai partecipanti.

E’ calato il sipario anche sull’ultimo torneo dell’anno, le ATP Finals sono state vinte dal solito Djokovic, ed è quindi ora di dare i voti ai partecipanti.

Si è conclusa anche l’ultima settimana del circuito ATP, con l’undicesimo titolo di Novak Djokovic, che ha dominato in lungo e in largo tutto il 2015, e l’amarezza di Roger, che non è riuscito a ripetersi dopo la vittoria ai danni del serbo nel Round Robin.

Con una punta di amarezza, ecco le pagelle dell’evento che chiude la stagione 2015 del tennis:

Novak Djokovic: 10-

Che il serbo sia stato l’assoluto dominatore di questa stagione è una certezza, ma che riuscisse a tirare fuori le energie per vincere anche l’ultimo atto di un 2015 a dir poco superbo non era scontato. La sconfitta con Federer in round robin è una cosa da nulla nell’ottica della vittoria generale. Tuttavia, quella partita rimane l’unico neo di un ultimo torneo impeccabile, e non gli permette di avere un 10 pieno come voto. Alieno

Roger Federer: 9

E’ semplicemente incredibile come un uomo di 34 anni riesca non solo ad essere competitivo, ma anche ad essere pure tra i favoriti in ogni torneo a cui prende parte. Aspettate, stiamo parlando di Federer, quindi è assolutamente normale; il vero ed unico signore del tennis continua a dettare legge nel circuito, ed è anche uno dei pochi che riesce a tenere testa a quell’alieno di Djokovic. Purtroppo a Londra il serbo strappa dalle mani di Roger l’ultimo trofeo dell’ultimo torneo stagionale, ma lo fa con merito. L’unica vera pecca di Federer è la barba, bisognerebbe davvero farglielo sapere che era molto meglio senza. Immortale (ma, per favore, raditi).

ATP Swiss Indoor Basel - Day Six

Stan(islas) Wawrinka: 8-

Lo “svizzero numero 2” gioca bene ma non incanta e, come spesso accade durante la stagione, non è costante: in semifinale con Federer va avanti di un break nel primo set ma poi crolla come un castello di carte, senza confermare la buona prestazione della partita contro Andy Murray. La sua discontinuità è un vero peccato, visti il braccio e la tecnica che possiede. A correnti alternate.

Rafael Nadal: 8+

Habemus Nadal. Parrebbe che lo spagnolo abbia finalmente ritrovato, anche se parzialmente, la forma: chiude il round robin con tre vittorie su tre, e si dimostra pienamente combattivo anche in una partita a risultato acquisito come quella contro Ferrer. In semifinale soccombe ad un Djokovic in versione deluxe, ma finalmente sembra sulla via del ritorno. Sta tornando.

Barclays ATP World Tour Finals - Day Two

Kei Nishikori: 7+

Il giapponese non raggiunge le semifinali, ma tiene la testa alta in un girone decisamente fuori dalla sua portata. Racimola due giochi con Djokovic nella partita inaugurale, batte Berdych 6-3 al terzo, e perde da Federer solo per una mezza incollatura. Peccato, perchè Nishikori è sempre capace di regalare grande spettacolo quando gioca. Speriamo di rivederlo l’anno prossimo, magari nella fase ad eliminazione diretta. Diamo tempo al tempo.

Andy Murray: 6 

Il tennista di casa dimostra ancora una volta di pensare ad altro e di non trovarsi proprio a suo agio sul campo della O2 Arena di Londra con la testa già alla finale di Coppa Davis. Il n.2 del mondo, vince solo un match contro Ferrer, lasciando facilmente strada libera sia a Nadal che a Wawrinka sbagliando davvero troppo nei momenti topici degli incontri. Vedremo se almeno Andy riuscirà a regalare l’insalatiera alla sua nazione. Non pervenuto.

David Ferrer: 5 e 1/2

Dal buon vecchio “Ferru” ci si aspettava qualcosa di più, e invece fa partita pari solo con Nadal, e già con la certezza di venir eliminato. Con Wawrinka gioca un set, perdendolo per 5-7, e poi crolla nel secondo, mentre con Murray rimane sempre allo stesso livello, ed in entrambi i set fa la differenza un solo break. Purtroppo il giocatore di Javea è apparso un po’ scarico in quest’ultimo torneo, anche se la stagione in generale appare molto positiva. Buono, ma non abbastanza.

london-finals-2015-friday-ferrer

Tomas Berdych: 4

Forse la delusione più grande di queste Finals: il ceco fa partita pari solo con Nishikori, perdendo, gioca con Federer e non entra mai in partita, e viene annullato anche da Djokovic, anche se sembra aver giocato un secondo set alla pari. La verità, essendo un po’ severi, è che Djokovic dopo aver vinto il primo set era matematicamente qualificato quindi… No, no e ancora no.

Simone Bolelli/Fabio Fognini: 7 e 1/2 

I “cichis” raggiungono un obbiettivo storico anche solo qualificandosi, per poi giocare il round robin in maniera mediocre: perdono per 9-11 al super tie-break contro Murray/Peers(8-, peccato che si separino), vengono disintegrati dai Bryan (7/8, sul viale del tramonto) ma riescono a togliersi la soddisfazione di battere Bopanna/Mergea (9, grandi finalisti) anche se da già eliminati. Peccato che non abbiano raggiunto la semifinale, ma è questo il tennis che piace. Orgoglio italiano

Jean-Julienne Rojer/ Horia Tecau: 10(+)

Una storia fantastica quella del duo olandese-rumeno: Rojer, doppista affermato, decide di far coppia con Tecau, troppo spesso schernito per le continue sconfitte in finale quando giocava con Lindstedt, e riesce, non solo a vincerci Wimbledon assieme, ma anche a conquistare il titolo di “maestri”. Chiuderanno l’anno da numeri uno, superando i gemelli Bryan, e lo faranno con pieno merito. Il doppio che piace.

ATP doubles final

 

Questo è tutto, alla prossima stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy