Il rendimento dei magnifici otto negli scontri diretti

Il rendimento dei magnifici otto negli scontri diretti

Analizzando il rendimento degli otto partecipanti alle Finals di Londra, negli scontri diretti disputati in questo 2016, si potrebbe tentare di azzardare un pronostico, su chi si aggiudicherà il prestigioso trofeo.

Commenta per primo!

Chi si aggiudicherà le Atp Finals di Londra, che prenderanno il via nella giornata di domenica? Presto lo scopriremo, ma nel frattempo studiando i numeri e le statistiche della stagione che si avvia verso il suo epilogo, emerge un quadro ben preciso di quello che potrebbe essere l’ andamento del torneo britannico.

Ovviamente si tratta di un ragionamento che tiene conto solo dei numeri e delle cifre maturate lungo l’ arco di un anno intero, e sappiamo che a fine stagione tutto può succedere, a seconda di chi ha ancora stimoli, motivazioni, o energie da spendere, e che i numeri a volte devono essere considerati solo come cifre da annotare per gli amanti delle statistiche, che in questo caso si basano sull’ andamento degli scontri diretti fra gli otto finalisti.

Novak Djokovic è stato il numero uno del mondo per tutto il 2016, prima del recente sorpasso subito da parte di Andy Murray, e da buon numero uno ha trionfato nella grande maggioranza degli incontri che l’ hanno visto opposto agli altri sette qualificati delle Finals, per la precisione il serbo vanta quartordici vittorie, a fronte di tre sole sconfitte, corrispondenti all’ 82,3% di successi. Peggio di lui ha fatto lo scozzese neo numero uno del mondo, che lo segue nella speciale classifica, con il 66,7% di successi, frutto di dieci vittorie e cinque sole sconfitte.

Dietro i due leader indiscussi della stagione, troviamo Stan Wawrinka e Marin Cilic, che si attestano sul 50%, grazie ad un numero equivalente di vittorie e sconfitte, (4-4 per il croato, e 3-3 per lo svizzero), mentre tutti gli altri partecipanti chiudono l’ anno con un saldo negativo.

Kei Nishikori è quello che ha collezionato il maggior numero di sconfitte, ben dieci, contro le sole cinque affermazioni, seguito a ruota da Raonic, con otto sconfitte e quattro successi. Chiudono questa particolare graduatoria Monfils e Thiem, con rispettivamente il 25% e il 20%.

Basandosi su questi numeri, verrebbe da dire che Novak Djokovic ha già più di un piede in semifinale, essendo stato sorteggiato nel gruppo con Raonic, Monfils e Thiem, che vantano le peggiori cifre fra tutti i partecipanti, mentre per Murray il cammino si preannuncia pieno di insidie e di imprevisti e tutt’ altro che scontato.

Come abbiamo già detto in precedenza si tratta solo di dati, e magari tutto quello che è stato scritto fino ad ora verrà prontamente smentito sul campo, Djokovic avrà le batterie scariche dopo una stagione da protagonista, e Murray pagherà a caro prezzo i festeggiamenti per il primo posto nel Ranking. Ancora pochi giorni e lo scopriremo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy