Caro Babbo Natale ,…Le letterine dei campioni

Caro Babbo Natale ,…Le letterine dei campioni

Tutti sono stati bravi, in fondo nessuno ha meritato il carbone; per questo ciascuno avrà chiesto qualcosa al bonario vecchietto. Tra il serio ed il faceto, abbiamo provato ad immaginare cosa hanno chiesto alcuni Top Player per il 2016 in arrivo.

Commenta per primo!

Tempo natalizio, tempo di bontà e di desideri.

williams 2
Sulla bontà non osiamo pronunciarci, ma col numero 1 messo al sicuro, un solo grande desiderio deve aver espresso la letterina spedita da Serena Williams : il Grande Slam e poi…di non rivedere la nostra Robertina Vinci per tanto, tanto tempo.
Cosa può aver chiesto invece Super Nole dopo un 2015 stellare? Ma il Roland Garros , ovvio! Un lustro è ormai trascorso dal momento in cui la caccia al titolo parigino è iniziata. Sarà la volta buona per vedere Novak felice e vincente sul Philippe Chartrier e magari, mesi dopo, con la medaglia olimpica più preziosa al collo?

Nole 7

Roger Federer, orfano di Stefan il grande , avrà di certo chiesto di entrare in immediata sintonia con il buon Ljubo e che Ivan, a sua volta, entri in immediata sinergia con lui e con il nutrito entourage ,familiare e non, che segue lo svizzero in giro per il mondo. Un mondo di auguri, ad entrambi!

roger-federer 5
Per molti, fino a pochi anni fa, era solo Svizzera 2. Oggi per tutti è Stan the Man o Stanimal, se si preferisce. Quali desideri avrà espresso  Stan Wawrinka per l’anno a venire? Sicuramente di continuare a stupire, tra lo stupore generale e quello del suo coach Magnus Norman, nonché di stare alla larga in campo da bambini mai cresciuti in vena di lazzi e facezie.

rafa 4
Fiducia, fiducia ed ancora fiducia deve aver invece chiesto Rafa Nadal al vecchio lappone panciuto. Il livello di gioco è salito, la voglia è quella di sempre ma c’è quella strana ansia che ogni tanto assale; quella è da eliminare subito, insieme al numero cinque del ranking.

dimitro 4

Sport Illustrated lo ha insignito del premio.. delusione dell’anno. Solo dell’anno che si chiude? Diremmo degli ultimi anni, invece. Parliamo ovviamente di Grigor Dimitrov . Il bulgaro ha chiuso le sue patinate vicende amorose quest’anno ed ha giurato amore eterno al tennis. Buon senso dice che avrà chiesto al buon Santa di rimanere fedele al suo proposito per poter , finalmente, “illuminare” la sua carriera.
Illuminata più dalle copertine che dai risultati è stato il 2015 di Ana Ivanovic.

Suvvia! Una pur ottima semifinale al Roland Garros non basta, invero, per salvare l’anno! La bella serba avrà certamente chiesto di rimanere più centrata sul pezzo in campo, piuttosto che su quelli di carta stampata.
Gemellata a quella della belgradese sembra essere la china intrapresa da Eugenie Bouchard. La canadese avrà  chiesto meno scivoloni in campo, e nelle docce degli spogliatoi , e più risultati? C’è da augurarselo!
La salute, si sa, è la prima cosa e per Petra Kvitova questa massima deve valere anche di più.

Cos’altro può aver chiesto la ceca innamorata dell’erba londinese se non di rimanere preservata nel 2016 da infortuni e virus di natura varia? In bocca al lupo, cara e discontinua Petra!
Stessa richiesta, insieme ad una sospiratissima vittoria su Serena, deve essere pervenuta dalla siberiana più amata che c’è. Per Masha c’è stata metà stagione saltata per acciacchi vari e tanti appuntamenti importanti guardati dal salotto di casa. Letterina recapitata d’ urgenza al buon Santa, ovviamente da un messo giunto a bordo di una nota fuoriserie!

masha 3
Con ancora maggiore urgenza devono essere state recapitate le richieste di Vika Azarenka.

Cosa può aver chiesto l’ex numero 1? Facile: buona salute ed un presto ritorno nei piani alti del ranking, possibilmente tra le prime dieci della classe. Desiderio non impossibile da soddisfare , a patto che Victoria non getti alle ortiche le ghiotte occasioni che le capitano , come ha talvolta maldestramente fatto in questo 2015.
Buoni ultimi, ma non meno importanti , i desideri del quasi-papà Andy Murray.
Lo scozzese continua a riscrivere la storia del tennis britannico; un’ottima seconda parte di stagione si è conclusa con il trionfo in Davis e consegna il 2015 agli annali. Cosa avrà chiesto all’omone che viaggia sulle renne il buon Andy? Sicuramente la felicità dell’esser padre ed un Nole molto più “umano” nel 2016, per poter legittimamente sospirare al trono di re del circuito. Verrà accontentato? Il tempo, o lo vena quasi miracolosa di Santa Claus, lo dirà.

murray 6

Per ora viviamo questo splendido tempo natalizio; tempo di bontà , di grandi e piccoli desideri espressi e, soprattutto, di sinceri auguri che di cuore facciamo a tutti i protagonisti del nostro amatissimo sport.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy