Intervista a Stefano Baldoni, il giovane umbro con la passione per Novak Djokovic e il sogno di diventare pro

Intervista a Stefano Baldoni, il giovane umbro con la passione per Novak Djokovic e il sogno di diventare pro

Abbiamo fatto due chiacchiere con Stefano Baldoni, classe 1997 e n. 636 Atp, che si allena al Junior Tennis Club di Perugia e vuole migliorare in questo 2019 per scalare posizione e raccogliere vittorie.

di Adamo Recchia

Abbiamo incontrato il giovane Stefano Baldoni, promettente 21enne umbro con un ranking Atp alla posizione n. 636 del Ranking Atp. Stefano ci ha raccontato, in una breve chiacchierata, i suoi obiettivi per la prossima stagione e le speranze per il futuro.

Come hai scoperto il tennis?
Ho scoperto il tennis grazie ai miei fratelli più grandi, che avevano iniziato a giocarci quando avevo circa 6 anni. Li ho visti in campo e da quel momento me ne sono innamorato.

Secondo te potrebbe diventare la tua professione?
Spero di sì, la strada per diventare un professionista è molto ardua, ma cercherò di dare il massimo per raggiungere questo scopo.

Quali dei tuoi successi ricordi più volentieri?
Sicuramente la vittoria più significativa è la semifinale a Santa Margherita di Pula nel futures da 25k. È stato un match davvero tosto, soprattutto dal punto di vista fisico, visto che venivo da tre ore di partita la mattina stessa, però sono riuscito a giocare comunque un buon tennis e a raggiungere la mia prima finale 25k.

Secondo te quali sono i tuoi colpi migliori e su quali devi migliorare?
Il mio colpo migliore è il rovescio con il quale riesco a togliere molto tempo e a muovere l’avversario. Indubbiamente il servizio è il colpo che devo migliorare in assoluto, con cui devo iniziare a fare più gioco e ad aprirmi il campo.

Quali sono i tuoi obiettivi per la prossima stagione?
Spero di riuscire a mantenere la classifica Atp ma a parte non ho un obbiettivo in particolare. Voglio solo cercare di migliorare il più possibile e giocare con costanza per tutta la stagione.

Dove ti alleni e quali sono i componenti del tuo staff?
Attualmente mi alleno al Junior Tennis Club di Perugia e da Stefano Nebbia per quanto riguarda la preparazione fisica.

Su quale superficie ti esprimi al meglio?
Visto che sono un giocatore molto difensivo prediligo i campi in terra rossa ma anche nel cemento non mi trovo male.

A quali giocatori ti ispiri?
Il campione a cui più mi ispiro è Novak Djokovic: lo ammiro principalmente per la sua determinazione e tenacia.

NextGen: quali regole ami e quali no?
Se devo essere sincero non amo nessuna delle nuove regole: credo che il killer point e i set al 4 svalutino un sport così tradizionale come il tennis.l’unica regola che trovo giusta è la mancamza del net sul servizio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy