Svizzera-Italia 2-1: Bolelli e Fognini non deludono. L’Italia può sognare ancora.

Svizzera-Italia 2-1: Bolelli e Fognini non deludono. L’Italia può sognare ancora.

Fabio Fognini e Simone Bolelli vincono al quinto il match di doppio contro la coppia Wawrinka/Chiudinelli. Il punteggio finale è 75 36 57 62 in 4 ore e 1 minuto di partita.

Grandissima reazione degli azzurri allo 0-2 della prima giornata, con la coppia italiana che ha dimezzato il gap dai propri avversari.
Fabio Fognini e Simone Bolelli vincono al quinto il match di doppio contro la coppia Wawrinka/Chiudinelli. Il punteggio finale è 75 36 57 62 in 4 ore e 1 minuto di partita.

L’incontro di doppio ha visto per la Svizzera Marco Chiudinelli, preferito al grande assente Roger Federer, insieme a Stan Wawrinka, mentre tra le fila azzurre viene confermata la “premiata ditta” Fabio Fognini-Simone Bolelli, specialisti per la nazionale italiana.

Il match è stato combattuto sin dall’inizio, con prodezze e imperfezioni da entrambe le parti. Da segnalare un ottimo Bolelli al servizio, e un Fognini che ha segnato spesso la differenza a rete. In generale, la più collaudata coppia azzurra – nonostante molti momenti di incertezza – si è dimostrata più compatta e unita del duo svizzero, più volte disorganizzato durante gli scambi e negli spostamenti.

La cronaca. Il primo set vede gli azzurri andare subito in vantaggio grazie ad un break sul servizio di Chiudinelli, che però viene prontamente recuperato dalla formazione di casa. Serve un altro break-fotocopia del primo ottenuto per portare a casa il primo parziale. Dal secondo set, però, gli elvetici vengono fuori e riescono a ribaltare la partita grazie ad un 6-3 e ad un 7-5 nel secondo e nel terzo parziale.
Gli italiani hanno saputo ben sfruttare i momenti decisivi: al quarto hanno strappato a 30 la battuta nel sesto gioco, portandosi in parità nel conteggio dei set; nel quinto, invece, avanti 2 a 1 si sono procurati un break point, sfruttato grazie a un erroraccio di Chiudinelli – un dritto sparato lungo a campo vuoto. Nel game successivo Bole/Fogna hanno salvato ben 4 palle break ai vantaggi, per poi volare 5 a 2 grazie a un secondo break nel settimo gioco capitalizzato alla terza occasione, sempre ai vantaggi.
Fognini è chiamato a chiudere l’incontro alla battuta: prima fa un doppio fallo, poi subisce uno straordinario rovescio incrociato di Wawrinka. Alla terza palla match uno smash di Bolelli chiude un incontro che tiene a galla le speranze italiane verso una storica finale.

Appuntamento a domani, quindi: Fabio sfiderà Roger Federer e Simone Bolelli affronterà Stan Wawrinka: serviranno, non uno, ma due miracoli. Per ora, sognare non costa niente.

F.Fognini-S.Bolelli b. M.Chiudinelli-S.Wawrinka 7-5 3-6 5-7 6-3 6-2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy