Perché Federer (non) è il tennis

Perché Federer (non) è il tennis

OPINIONE – L’esagerata divinizzazione, però, trasformatasi ormai in moda, risulta, ai miei occhi, inaccettabile. Assurda, a tratti folle, è infatti l’idea che un uomo possa racchiudere in sè l’essenza di uno sport.

105 commenti

Ci risiamo. Dopo le dichiarazioni del presidente Binaghi, il plotone di sudditi del Re Sole ha ricominciato da dove, qualche settimana fa, si era fermato, prima di immergersi in una volontaria ibernazione lungo tutto il corso della stagione su terra rossa. I comuni discorsi, spesso addobbati da epiteti di poca raffinatezza, possono riassumersi in una semplice frase, rapida e precisa come i sublimi colpi del Vate intoccabile.
“Federer è il tennis e gli altri non sono nessuno”.
Un mantra di poche parole recitato di continuo con l’obiettivo di indottrinare l’intero universo, ormai mediaticamente succube dell’Imperatore.
Il bello è Lui, il buono è Lui, la perfezione è Lui. Tre assiomi inscalfibili che delineano l’unica e sacrosanta verità. Tutto ciò, però, decantato all’imperativo con tremenda insistenza, inizia a stancare.
Nessuno, infatti (forse solo Binaghi, colpito da fulminante egocentrismo), metterebbe mai in dubbio la grandezza del campione Federer, in quanto tale. L’esagerata divinizzazione, però, trasformatasi ormai in moda, risulta, ai miei occhi, inaccettabile. Assurda, a tratti folle, è infatti l’idea che un uomo possa racchiudere in sè l’essenza di uno sport. A detta di molti, osservatori disattenti o distratti, il Supremo è l’unico in grado di generare il bel giuoco, piuma bianca in un mondo triste e cupo in cui, gli altri, sono solo monotoni pallettari, sgraziati atleti che hanno la corsa e la forza bruta come unica e sola caratteristica.
Il tennis, scomposto in ogni suo dettaglio, è arte, poesia e letteratura.
Qualsiasi giocatore (a mio malgrado anche la Kerber, per dire) rappresenta un tassello necessario a formare questo sport, capace, a suo modo, di essere unico ed inimitabile. Come lo svizzero genera superbe emozioni, così lo spagnolo, il serbo, lo scozzese.
Federer esiste, sì, ma, esattamente come ogni altro, non può esistere da solo.

105 commenti

105 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paola Vinci - 7 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco Galesso - 7 mesi fa

    Pensavo di essere il l essenza del tennis…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Galesso - 7 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gianluca Sabatini - 7 mesi fa

    Federer e’ nato per il Tennis non si puo’ negare….le cose che fa’ in campo non le ha imparate sono doti divine e innate lui e’ il Tennis.mia opinione naturalmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Luca Lillo - 7 mesi fa

    Sarete in tribuna a tifare Nadal a Roma insieme al presidente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Camilla Conocchia - 7 mesi fa

    Ecco. Cerchiamo di non esagerare perché mi sembra che da qualche mese a questa parte esista solo lui!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mirko Cappilati - 7 mesi fa

    Secondo me se Federer andava a Roma scrivevano che è il più grande. Invece adesso lo no. Comunque a mio parere ogni sportivo e ogni persona che tifa ogni altro giocatore non può dire che Federer non è il tennis. Un domani ne verra fuori un altro.Per il momento senza polemiche guardiamolo giocare ancora con che può. Buona giornata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Paola Vinci - 7 mesi fa

    non è divinizzazione, nemmeno idea folle….e molti ex tennisti famosi lo affermano….è pura e gioiosa realtà. Roger non è per me il dio del tennis…ma è il tennis stesso…e nessuno potrà scalfire questa mia convinzione. Ps….aggiungo un esempio: Nole non potrà mai essere il tennis solo guardando una delle sue foto da quanto scoordinato è, Nadal non potrà mai essere il tennis solo dai tic che ha ogni volta che si accinge a servire ecc…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Massimo Finocchiaro - 7 mesi fa

    Non capisci niente vai a casa rinchiuditi per 6 mesi cospargiti il capo di cenere e poi non scrivere mai più di tennis. Mai più, tanto non capisci un cazzo e il tuo qualunquismo è talmente vomitevole che nessun intenditore di tennis può leggere per cose che scrivi. La maggior parte degli appassionati di tennis veri leggerà solo il titolo e disgustati non andranno oltre. Tennis Circus che ti ha permesso di pubblicare la tua merda di articolo, di colpo non sarà più a livello delle altre testate. Tu sei un loser

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Claudio Donati - 7 mesi fa

    io dico solo che chi gioca a Tennis ( GIOCA!!) , sa bene il coefficiente di difficoltà del Gioco di Roger. Giocare d’anticipo con un piede dentro al campo , profondo e pulito nei suoi movimenti ci rende cosi’ felici di poterlo ammirare che tutto il resto non conta! Potrà Vincere o Perdere ma giocatori come lui ne nascono 1 ogni 100 anni !
    Roger e’ il Tennis il resto sono chiacchere e non serve ne offendere per difenderlo ne criticare le scelte di non venire a Roma…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Fabio Pucci - 7 mesi fa

    OPINIONE – Questo articolo è un pessimo esempio di giornalismo, dilettantesco, ammesso che di giornalismo si tratti. Anzi no, non è giornalismo, ma solo un “pensiero” (thought) di chi è incapace di cogliere l’evidenza dei fatti. Si può essere pro o contro un atleta, anche se si chiamasse Roger Federer, e ci mancherebbe, ma colui che ha scritto l’articolo evidentemente non sa che lo sport è uno di quei settori in cui l’atleta, quando veramente bravo, è l’incarnazione dello sport che lui stesso rappresenta. Lo sport vive di miti, quando essi fanno bene allo sport e alla cultura e alla società. Devo fare degli esempi? Non credo che occorra. L’autore dell’articolo dovrebbe guardarsi altri sport per rendersi conto che in ognuno di essi c’è l’atleta che eccelle in maniera particolare su altri e che per la sua bravura è l’icona dello sport stesso. Certe espressioni dello sport non nascono tutti i giorni. Se atleti bravi ci sono sempre, il genio esiste e ne nasce uno ogni quarto di secolo. Quanto alla “OPINIONE”, sarebbe opportuno che ci si attenesse ai fatti e lasciasse che le opinioni se le formi il lettore. Oppure che le pubblicasse sulla sua pagina personale del suo social forum preferito e non abusasse dello spazio di testate che poi vanno a contribuire all’audience di altre testate nazionali più importanti (cit. dalla testata della pagina in cui si trova l’articolo).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Simone Gilli - 7 mesi fa

    Ci sono bravi giornalisti che scrivono articoli coraggiosi ma comunque intelligenti e con una certa logica, poi c’è il Web.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. family.casier_295 - 7 mesi fa

      hai ragione. infatti tu scrivi sul web

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Vittorio Melchionda - 7 mesi fa

    Nicola binaghi ha sbagliato. Punto. Ognuno ha le sue idee e le tue non le condivido. Non so come si fa a scrivere su tennis circus, ma il tuo pezzo è inconsistente. Federer non è i suoi tifosi, ma siamo in tanti. Ci sarà un perché? Fattene una ragione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ida Pellegrino - 7 mesi fa

    Condivido in pieno l’opinione di Tennis Circus. Contro il Signor Binaghi – solo perché ha detto che é tifoso di Nadal – i tifosi- faziosi, si sono scatenati con i peggiori insulti. Queste persone , che non sanno riconoscere, anche la bravura degli altri giocatori di tennis , definendoli pallettari e quant’altro di peggio c’è, non sono sportivi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. family.casier_295 - 7 mesi fa

      in quale altro paese (normale) il presidente (minuscolo) della Federazione Tennistica esprime il proprio tifo? binaghi (minuscolo) ha risposto da idiota ad una precisa domanda e cioè se l’assenza di Federer potesse avere ripercussioni sul successo di questa edizione degli Internazionali. Che significa io tifo Nadal e Federer (che non ha mancato l’appuntamento negli ultimi 11 anni giocando anche col mal di schiena e con i figli appena nati) odia Roma? Solo un folle o un rosicone si esprime in questo modo. Io per esempio quest’anno diserto gli Internazionali non perchè manchi Federer ma perchè c’è binaghi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Carmine Ferrara - 7 mesi fa

    Non voglio innescare polemiche sterili, ma ritengo semplicemente che la frase “Federer è il tennis” può ritenersi indubbiamente un po’ sopra le righe: resta comunque il fatto che quando in qualsiasi torneo al mondo c’è lui, gli stadi si riempono ed, in genere, quando c’è lui in campo, ovunque si giochi, è lui che ottiene il massimo del supporto. Tutto questo credo voglia dire qualche cosa. Delle due l’una: o gli appassionati di questo sport non capiscono nulla o capiscono troppo bene ove c’è qualità, classe, gioco spettacolare e dulcis in fundo comportamenti in campo e fuori dal campo che non appartengono ad altri frequentatori del circuito. Dopo di che ognuno resta ben inteso della propria opinione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Davide Del Gallo - 7 mesi fa

    Mancano alcuni commenti di Romeo Pavidini…..come mai?….vi siete offesi perché non sapete cosa rispondere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Davide Del Gallo - 7 mesi fa

    Continuate a cancellare i commenti che non contengono alcun insulto….evidentemente vi ho preso nel vivo eh!!!!!…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Maria Cristina Lenti - 7 mesi fa

    Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Fabio Ricchiuti - 7 mesi fa

    Anziché fare un articolo di condanna piena x le demenziali e incredibili dichiarazioni di Binaghi Tennis Circus ci propina questa robaccia….poveri noi, stupidi adoratori del RE….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Michele Michele - 7 mesi fa

    Possiamo però affermare che rappresenta la sua massima espressione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Giuliana Cau - 7 mesi fa

    Articolo coraggioso; chi lo ha scritto certamente sapeva di esporsi alle dure critiche di molti tifosi di Federer, ma c’è anche chi lo ha apprezzato, me inclusa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Sono sempre quello che scriveva su Djokovic. Evidentemente, però, qualche volta ci prendo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giuliana Cau - 7 mesi fa

      Lo so, infatti ti ho sempre detto -in tempi non sospetti- che sei bravo, anche se non condivido sempre i contenuti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Grazie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Giuseppe Aiossa - 7 mesi fa

    THE KING ROGER FEDERER

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Antonio Mulone - 7 mesi fa

    Tennis Circus si è sempre contraddistinta per serietà, professionalità e varietà d’opinioni.. è bene non scordare le tante volte in cui Fed è stato celebrato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Gabriele Morrone - 7 mesi fa

    Grandissimo articolo,avete espresso alla perfezione ciò che penso da molto tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Fabio Ricchiuti - 7 mesi fa

    “L’esagerata divinizzazione risulta ai miei occhi inaccettabile”… Peggior partenza di questa non poteva esserci. Fattene una ragione, e’ un pessimo articolo, di cattivo gusto e di polemica gratuita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Daniele Cerchierini - 7 mesi fa

    Non dimenticate ragazzi che basta andare controcorrente x chi vuole un po più di attenzione….trascurare è la cosa migliore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Antonio Mulone - 7 mesi fa

    Ripeto nonostante non sia d’accordo con l’opinione la critica a mio parere deve avere la sfumatura di consiglio, deve essere costruttiva e non offensiva..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Antonio Marcellino - 7 mesi fa

    Discorso al quanto ignorante…….. sarai mica parente a di Maio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Gloria Viva Roma - 7 mesi fa

    Tennis e’ bellezza
    Roger e’ la bellezza
    Roger e’ Il Tennis
    ( semplice no?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Ottima osservazione. Ineccepibile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Emilia Nasta - 7 mesi fa

    Meglio nn commentare ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Gilda Rogora - 7 mesi fa

    Federer si è costruito il suo castello con passione e sacrifici, ci sono stati e ci saranno attacchi alle mura a volte faticosamente
    respinti .Il re comunque è sempre lui gli altri, bravissimi giocatori, ma sempre vassalli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Antonio Mulone - 7 mesi fa

    Nonostante come espresso nel mio commento non sia pienamente d’accordo con l’opinione espressa nel pezzo, credo che sia sbagliato esprimere con pregiudizio dissenso nei confronti della professionalità di Tennis Circus che in tante occasione è stata in prima linea nella celebrazione di un campione eterno. condivisibile o meno ogni opinione deve essere rispettata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Riccardo Garbarino - 7 mesi fa

    Ho un amico che vive solo per Roger, non conosce la storia del tennis oltre i 10 anni passati, ma gli piace il tennis. Quando si ritirerà (Roger) smetterà di seguire tennis. Non mi sembra normale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Paolo Serafini - 7 mesi fa

    Come opinione la trovo insita di mal celato astio………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Romeo Pavidini - 7 mesi fa

    Tennis Circus ok puó essere una tua opinione ma MOLTO MOLTO opinabile ed é quello che si sta facendo qui. Te lo scrivo ancora ROGER É ROGER prima lo accetterete e prima vi passerà il mal di stomaco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Un tifo accecato non è il migliore tifo. Rispettiamo la tua opinione è preghiamo affinchè rispetti anche tu quella dell’autore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Romeo Pavidini - 7 mesi fa

      Infatti la rispetto e l ho scritto. Spiacente ma io non sono accecato a differenza di qualcun altro. Buona serata e felice Pasqua

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Simone Russo - 7 mesi fa

    Pasquale Costanzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Ivana Moresco - 7 mesi fa

    Ma per piacere ROGER Federer è il tennis, l’articolo è quanto mai inopportuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Quando si ritirerà, dunque, smetterai di seguire questo sport? :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ivana Moresco - 7 mesi fa

      No assoluramente, gioco è amo questo sport.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Ci fa piacere che continuerai a seguire lo sport. E speriamo anche noi 😉 Buona Pasqua

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Tennis Circus - 7 mesi fa

    Signori, rispondo a tutti qua. Questo articolo non è alla ricerca nè di consensi nè tantomeno di polemiche o visualizzazioni. È, come scritto in alto, una semplice opinione, condivisibile o meno che sia.
    Nell’articolo non nego la grandezza di Roger, rifletto sulla sua attuale situazione. Accetto tutte le critiche, ma non attaccate per partito preso solo perché si parla di Federer.
    Grazie, TennisCircus

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Impollonia Alessandro - 7 mesi fa

      Allora non posso dire che lo trovo alquanto delirante se no attacco per partito preso?Una opininione per me accettabile ma non condivisibile.Il tennis come qualsiasi altro sport certamente esiste a prescindere dai suoi protagonisti,ma Federer per me ne è stata l’incarnazione,come Maradona per il calcio,Coppi per il ciclismo ecc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Davide Del Gallo - 7 mesi fa

      complimenti per la ricerca delle opinioni…dev’essere stato difficile sceglierne una di così elevato contenuto intellettuale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Nicola Taponeco - 7 mesi fa

      Caro Tennis Circus non puoi tirare il sasso e poi nascondere la mano. Hai scritto delle inesattezze perché il problema non è federer ne’ il torneo di Roma, perché il tennis andrebbe comunque avanti senza di loro, così come va avanti, in modo migliore, con loro. Il problema è binaghi e le idiozie che dice quando parla come presidente della fit. Nessuno parla come paladino di federer, ma tutti parlano come appassionati del tennis e, in quanto tali, non sono accettabili le farneticazioni di quel figuro che purtroppo ci rappresenta tutti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Aless Io - 7 mesi fa

      Il bello è che si chiede di accettare l’opinione dell’articolo ma non le opinioni di risposta ad esso. Luca Giurato direbbe:”C’è qualquadra che non cosa”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Finché sono opinioni ok, ma quando si precipita in insulti e inviti all’ippica, o accuse di clickbaiting le cose iniziano a cambiare Aless Io

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Romeo Pavidini - 7 mesi fa

      Perché hai cancellato il mio commento dove mi ringraziavi per il consiglio? Darsi alle corse dei cavalli non é offensivo, sappilo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Nicola Taponeco - 7 mesi fa

      tennis circus, ma una parola sulle ridicole esternazioni di binaghi puoi dirla? Siete voi che personalizzate la questione, cosi come sono patetiche le frasi di binaghi, indipendentemente dal destinatario. Il tennis non è certamente federer, ma binaghi lo è certamente meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Nicola Taponeco su Binaghi abbiamo parlato già negli scorsi giorni, discostandoci dalle sue considerazioni :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    9. Nicola Taponeco - 7 mesi fa

      Scusate, ma allora cosa c’entra questa pseudo polemica su federer e i suoi tifosi? Io sono un amante del tennis, sicuramente mi piace federer, come mi piace Nadal e come mi sono piaciuti Mcenroe, Borg, Sampras, ecc. il problema è la federazione e chi la rappresenta malamente da un ventennio. Su questo io mi soffermerei e approfondirei.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    10. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Tennis Circus ma pensavate di raccogliere consensi in un attacco, senza il minimo senso e motivo, ai tifosi di federer? Tra l’altro se vi eravate discostati dalle parole di binaghi perché adesso sembrate prenderne le parti? Se Federer viene trattato dal globo intero come una leggenda ci sarà un motivo?? Oppure questo articolo vuole cambiare il mondo? Io più lo leggo e più trovo che sia veramente senza senso, nessuno sottolinea che binaghi con quelle stronzate da ultras si è fatto un autogol clamoroso??? Ma no, demonizziamo i fanatici di federer, cioè la quasi totalità del mondo tennistico, ultima cosa, togliete a questo sport la kerber e togliete Federer, poi raccontatemi la differenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    11. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Perché insistete sul fatto che tutti devono pensarla come voi, o comunque tutti allo stesso modo? Nell’articolo sulle parole di Binaghi c’era l’opinione del suo redattore, questo è un altro articolo scritto da un’altra persona che probabilmente ha un’opinione differente. È giusto dare spazio a tutti i punti di vista, anche per coglierne meglio i pro e i contro, anche in questo caso personali, non trovate? :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    12. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Perché l’articolo semplicemente mistifica la realtà, il mondo è per federer che piaccia o no al giornalista, che Federer abbia contribuito più di tutti alla popolarità di questo sport è un dato di fatto, i suoi numeri e il suo gioco sono da divinità, detiene tutti record più importanti, è il tennista e forse lo sportivo più amato di sempre, non a caso uno persona unisce un pianeta e lui per finire dovrebbe avere nel tennis la stessa importanza della kerber??? Cioè queste non sono opinioni, questo è un articolo OBIETTIVAMENTE delirante che cerca di modificare in qualche modo la realtà (giornalista pro nadal?), scrivendo cose assurde e assolutamente non vere, ripeto non c’è molto da discutere, sembra il rosicamento di un giornalista questo articolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    13. Ida Pellegrino - 7 mesi fa

      Questi fanatici tifosi di Federer hanno creato un clima da tifo calcistico. Per loro esiste solo Federer. Gli altri non valgono nulla. Tutto ciò é intollerabile!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    14. Impollonia Alessandro - 7 mesi fa

      Allora è il novantacinque per cento degli appassionati di tennis che amando Federer è fanatico ed intollerabile?Ahaaa ,meno male che esistete voi 5%, che tiene vivio il tennis antifederiano.:-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    15. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Adesso che c’entra Il clima calcistico???? Uscita infelice di una rosicatrice, mi raccomando occhio al fegato che si rovina facile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    16. Mario Frasca - 7 mesi fa

      Questi commenti confermano la veridicità dell’articolo!!! Infatti il calcio è morto da quando non gioca più Maradona!!! RIDICOLI… E ANTISPORTIVI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    17. Impollonia Alessandro - 7 mesi fa

      Articolo è vero per antisportivita dei rosiconi contro Federer,il più grande giocatore di tennis finora apparso sui campi da gioco.Certamente il tennis vi era prima e ci sarà dopo il ritiro dello svizzero,come il calcio vi è prima e dopo di Maradona.Ma negare che articolo sia pieno di rosicamenti antifederiani è da ciechi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    18. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Luca Peroni non sappiamo che dirti. Se ritieni che la tua sia la “verità” assoluta, senza possibilità di replica, ne prendiamo atto. È stato scritto che tutti i giocatori formano un tassello di questo sport, anche la Kerber, non particolarmente simpatica all’autore 😀 Probabilmente la ragione è nel mezzo, e basta goderci lo sport, tifando ognuno i propri beniamini, senza scadere nell’antisportività e negli insulti come accaduto nei commenti di quest’articolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    19. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Se siamo scaduti nell’antisportività come dici, evidentemente qualcosa che non andava c’era nell’articolo??? Non è che siamo bestie noi che commentiamo, o forse è “colpa” dell’articolo?? Poi fate come volete…continuate pure a pensare che i tifosi di Roger sono animali, liberi di farlo, io vi dico che questo articolo veramente è spazzatura…adesso la chiudo sennò divento noioso, probabilmente lo sarò già diventato, però può succedere di fare un brutto articolo, a prescindere dal protagonista, ah l’autore dell’articolo invece di cercare di essere sopra le parti può tranquillamente scrivere che la kerber è un tassello minuscolo di questo sport, tra 10 anni l’avranno dimenticata tutti o verrà ricordata come la n. 1 più scandalosa di sempre, capisco che questo non è giornalismo ma è realtà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    20. Ida Pellegrino - 7 mesi fa

      Quando avere rosicato voi negli anni scorsi, nessuno ha fatto commenti inappropriato e faziosi. Questa é la differenza tra chi ama il tennis e chi sputa veleno su tutto ciò che fanno gli altri giocatori di tennis, arrivando all’odio e agli insulti. Basta dare un’occhiata ai vostri commenti per rendersene conto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    21. Mario Frasca - 7 mesi fa

      Luca Peroni. I campioni sono sempre esistiti e continueranno ad esistere!!! Questo fanatismo per Federer e ridicolo e insensato!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    22. Impollonia Alessandro - 7 mesi fa

      Chi ha mancato di rispetto è stato arricolo,che pretende d’insultare senza replica.Se la quasi totalità dei commenti riconosce che avete toppatp fatevene una ragione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Giulio Marchio - 7 mesi fa

    Appunto . E io ho commentato . Se uno pubblica qualcosa su Fb si espone ai commenti. Mi sembra la prassi . L’importante è non trascendere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Certo. La nostra non è assolutamente una “verità” e non vuole essere tale (del resto è un’opinione, come la vostra). Ma noi non vi offendiamo (in generale)…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giulio Marchio - 7 mesi fa

      Ci sono giudizi negativi . Ma non credo di aver offeso nessuno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Non ci riferiamo in particolare al tuo commento, Giulio, ma in generale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Roberto Orrico - 7 mesi fa

    Sinceramente io non mi sono nemmeno degnato di cliccare per leggerlo “l’articolo”…
    Mah…#norogernotennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Paolo Serafini - 7 mesi fa

    In verità e una vendetta trasversale di binaghi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Sgamati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Impollonia Alessandro - 7 mesi fa

    Mah….!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Davide Di Lella - 7 mesi fa

    Ho la nausea!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Romeo Pavidini - 7 mesi fa

    Non é” l’ idea ” che possa essere così …é la realtà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Luca Peroni - 7 mesi fa

    Come al solito tennis circus dimostra di essere il peggio del peggio, articoli che cercano disperatamente click adesso la “divinizzazione” come la chiamate voi di federer è diventata addirittura una moda, veramente siete pietosi tanto quanto binaghi, mi sento già sporco a scendere al vostro bassissimo livello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Grazie per le belle parole. Poco ma sicuro è il fatto che tali articoli non sono finalizzati a click o pubblicità, come dite voi. È in ballo il fatto che si considera lo svizzero sinonimo di tennis e viceversa, come se tale sport smettesse di esistere quando lui non è in campo. Negli ultimi anni si è assistiti a questa divinizzazione, anche da chi non sa neanche il colore della pallina da tennis. Questo è il concetto di moda che si vuole esprimere nell’articolo. I tifosi veri di Federer non si dovrebbero sentire toccati da questa tematica, in quanto il loro è tifo e non moda. E ridurre uno sport fatto da secoli di storia a un ventennio dove lo svizzero ha dominato sembra alquanto fuori luogo e ingiusto verso gli altri giocatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Binaghi, anche per la carica che ricopre ha fatto un’uscita vomitevole e raccapricciante, tra l’altro fatta nel tentativo disperato di vendere biglietti, ma direi che ha fatto un buco nell’acqua, tutto gli si rivolterà contro, tra l’altro il torneo è più forte del campione, poi la wc alla Sharapova invece che alla schiavone dimostra che è un buffone clamoroso, che Federer sia il tennis è chiaro a circa il 90% del globo, quindi dove vuole arrivare l’articolo? A dirmi che si giocherà a tennis anche dopo Federer? Quindi qual è il senso?? Quale concetto mi è stato spiegato ?? Se Federer è una “divinità” è grazie alla sua immagine e alle sue imprese, è probabilmente il miglior sportivo di sempre, è ovvio che sia su un piedistallo, penso che lo meriti tutto, non vedo niente di sbagliato, normale che anche un non esperto si riveda in quello che è il più forte di sempre, solo voi avete bisogno di fare questo insignificante articolo, anche voi sapete che Federer è garanzia di attenzione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Non è una guida o un tutorial che ha un fine pratico. Rappresenta un’opinione, come ne abbiamo pubblicate anche di diverso orientamento federeriano (celebrativo, specifichiamo). Tutto qui. Sì può non essere d’accordo, ma senza trascendere e accusare di scrivere cose per prendere click o soldi (come se arrivassero i milioni). Altrimenti dovreste farlo anche e soprattutto quando si celebra lo svizzero 😉 Non trovi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Guarda, un conto è lodare un tennista, che sia Federer nadal o djokovic, un conto è scrivere un articolo dove mi si vuole convincere che il tennis esisterà anche dopo Federer (ovvio) ma con quali ripercussioni e cassa di risonanza? L’estrema divinizzazione è semplicemente una conseguenza di quello che sta facendo, da leggenda, raccoglie consensi praticamente da tutto il pianeta, mi sembra normale tutto ciò che accade, scusami (se posso darti del tu) ma questo articolo lo trovo senza uno spunto, anche se non era l’intenzione assomiglia di più ad un acchiappaclick, tra l’altro sembra assecondare quell’uscita infelice di binaghi, vai a leggere cosa ha detto il direttore del torneo di Montecarlo, altra eleganza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Luca Peroni capiamo il tuo dissenso, ma etichettarci come il peggio del peggio è alquanto ingiusto e falso. Quello che sembra a te può non sembrare ad altri, ci piacerebbe poter far esprimere opinioni ai nostri redattori senza dover essere accusati senza motivo di scarsa professionalità, come avete fatto. Continua a seguirci, speriamo che ti possa ricredere 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Il peggio del peggio l’ho usato perché già un paio di volte mi sono trovato a discutere con la redazione per articoli simili, continuo a seguirvi, però questo articolo te lo dico, mi ha infastidito perché mi è sembrata l’ennesima opportunità di prendere click grazie a Federer, anche se non era l’intenzione da quanto mi dici, però lo trovo davvero montato ad arte per innescare polemiche, perché è chiaro che si giocherà a tennis anche dopo Roger (come è evidente che deve la sua attuale grande popolarità a Roger), ma che lui viene paragonato alla kerber come pezzo importante del tennis…ma che scherziamo davvero? O anche la tentata giustificazione a binaghi, è solamente condannabile tutto ciò che ha detto, per me è evidente, non voglio diventare noioso, di solito quando un articolo non mi piace guardo oltre, ma questo per me ha oltrepassato il limite, ma vi assicuro che quando l’articolo meritava (sempre secondo il mio modesto parere ovviamente) ho messo sempre il like, quindi al prossimo confronto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Antonio Mulone - 7 mesi fa

    Mi pare ponderato considerare improprio l’assoluto concetto: ” Federer è il tennis, gli altri non sono nessuno”.
    Ragionevole e condivisibile il monito ad assurde divinizzazioni, ma mi sembra invece scellerato rinnegare l’idea che Roger non incarni in se l’essenza del tennis.
    Ritengo evidente che lo svizzero incarni ideali di bellezza cinestetica, opposti mirabilmente al triste panorama tennistico, (eccezion fatta per il gladiatore spagnolo ed il serbo di gomma), caratterizzato da pallate violente, prevedibili, schematiche prive di qualsiasi fascinazione emotiva, limitate ad un’ appannante ping-pong.
    Federer non esiste bensì vive. Vive negli sguardi permeati di stupore degli appassionati, per fortuna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 7 mesi fa

      Quel disgraziato giorno che si dovesse ritirare, dunque, questo sport smetterà di esistere, mancando “la sua essenza”? Francamente crediamo di no. Godersi le gesta dello svizzero è un piacere per gli occhi ma ridurre un intero sport a lui appare forse eccessivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ste Lozza - 7 mesi fa

      Non condivido la vostra opinione su roger…son d’accordo che il tennis non è un giocatore ma il tennis senza roger sarà diverso…secondo me è evidente e non solo per il progresso tecnico e nel gioco (probabilmente regresso)…come dire che il basket dopo Jordan non esista più…non è vero ovvio ma è stato un turning point,un momento di espressione di quello sport massimo…Binaghi ha avuto un’uscita davvero pessima a prescindere dal tifo…anche commercialmente parlando…gratuita senza senso…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Daniele Cerchierini - 7 mesi fa

      La mutazione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Alberto Larghi - 7 mesi fa

    perfetto. La stragrande maggioranza dei federosi, non sapeva cosa fosse il tennis prima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luca Peroni - 7 mesi fa

      Per fortuna che ci sei tu ad illuminarci

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Davide Del Gallo - 7 mesi fa

      bravo…applausi a scena aperta..adesso puoi andare a nanna che sono già le 21

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Paolo Serafini - 7 mesi fa

      Così parlo il Rod laver de noantri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Maria Rosa Scalco - 7 mesi fa

      E lasciateci tifare e adorare Roger come meglio ci pare, facciamo male a qualcuno?? Meno male che abbiamo trovato qualcosa da ammirare quando abbiamo bisogno di bellezza, e parlo di tennis eh????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Paola Federer Paola - 7 mesi fa

    Cosa non si fa per un po’ di pubblicità alla propria pagina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Eugenia Manescalchi - 7 mesi fa

    Articolo inopportuno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Aless Io - 7 mesi fa

    Articolo delirante e vaneggiante, la mia opinione. Tuttavia, pur non condividendo nemmeno una virgola, rispetto l’opinione di chi l’ha scritta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Davide Del Gallo - 7 mesi fa

    Capisco che tutti possano avere un’opinione ma la prossima volta voglio pubblicata anche l’opinione di un bambino di 2 anni, di una signora anziana di 97 e del mio cane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Giulio Marchio - 7 mesi fa

    Sterile esercizio dialettico in vena polemica, pieno zeppo di ovvietà .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Francesco Losito - 7 mesi fa

      concordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Giorgio Zimbaro - 7 mesi fa

    Così…. tanto per fare il bastian contrario che è pur sempre, per quanto lecito, un modo per attirare l’attenzione sul “proprio” Tennis Circus.
    Ci sta, tranquillo, ma la “NOSTRA” divinizzazione di Federer non è cosa recente e legata agli ultimi mesi.
    È assurda semmai questa esagerazione messa in atto da chi non ha MAI visto un incontro di tennis e come dici tu, PER MODA, si trasforma in novello Gianni Clerici e pontifica su cose che non conosce e non può conoscere.
    Mi fermo per non appesantirmi troppo, ma ci siamo capiti, credo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Domenico Trinceri - 7 mesi fa

    la variabilità delle opinioni…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy