Eugénie Bouchard: “Kyrgios è un ragazzo davvero simpatico!”

Eugénie Bouchard: “Kyrgios è un ragazzo davvero simpatico!”

Eugénie Bouchard, dopo aver ultimato le fatiche nel singolare, è scesa in campo per disputare il tanto atteso doppio misto con Nick Kyrgios. I due hanno dato vita ad un match davvero divertente, a detta anche della canadese, che considera il 20enne australiano un ragazzo molto simpatico, carino ed umile.

Il tanto atteso doppio misto Kyrgios-Bouchard è andato in scena sui campi degli US OPEN nella notte italiana. La stellina canadese, finalista a Wimbledon lo scorso anno, dopo aver ultimato le fatiche nel match di singolare contro la Cibulkova, è scesa di nuovo in campo a fianco di Nick Kyrgios, noto ai più per quanto accaduto nel match a Montreal contro Wawrinka. I due, vittoriosi sul duo Svitolina- Sitak per 5-7 6-3 10-3, ne hanno approfittato per divertirsi, prendendo tutto molto alla leggera.

“Ho detto, senti, sono stanca. Devi fare la maggior parte del lavoro” rivela l’ex top 10 nordamericana. “È stato super divertente. Lui è un ragazzo davvero simpatico. Probabilmente ora sono stanchissima perchè ho riso tutto il tempo. Parla sempre con la gente del pubblico. Per questo stavo ascoltando. Ci eravamo detti di essere rilassati, l’obiettivo era il divertimento. In fondo entrambi volevamo vincere, ora siamo motivati grazie al passaggio del turno”. 

2BFC94CA00000578-3223259-image-a-4_1441444813387
Nick Kyrgios ed Eugénie Bouchard nel doppio misto

Ad attenderli ci saranno ora i numeri 4 del tabellone Leander Paes e Martina Hingis, campioni in carica a Melbourne. “Siamo motivati” afferma Genie. “Senza dubbio un grande team. Dobbiamo solo pensare a godercela ancora, non si sa mai ciò che può accadere”.

La tennista di Montreal infine non ha potuto fare a meno di parlare di Kyrgios e di quanto accaduto al teenager australiano. “Penso che fosse frustato con se stesso abbastanza. Si sentiva come se avesse dovuto aiutare maggiormente il team. Penso che se avesse gettato la racchetta a terra oppure detto una brutta parola sarebbe incorso nella sospensione (…). “Lo conosco da quando eravamo piccoli, in giro per i tornei Juniors. È molto carino. Penso che sia molto divertente ed interessante e ovviamente positivo per il tennis. Per questo lo sostengo. È molto carino e umile”. 

Fonte: GULF NEWS

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy