U.S. Open, Day 10 preview: si concludono i quarti di finale

U.S. Open, Day 10 preview: si concludono i quarti di finale

Oggi in campo sull’Arthur Ashe i due quarti di finale della parte bassa dei tabelloni maschile e femminile. quarto inedito per Nole contro Millman; si replica la finale maschile del 2014. Osaka e Tsurenko in cerca della prima semifinale Slam

di Gabriele Congedo

Il day 10 dello Slam di Flushing Meadows decreterà chi saranno gli ultimi quattro semifinalisti, due nella parte bassa del tabellone maschile e due nella parte bassa di quello femminile.

Si parte alle 12 a New York (le 19 italiane) sull’Arthur Ashe Stadium con Naomi Osaka, testa di serie n.20, che sfiderà Lesia Tsurenko. Per entrambe questo è il primo quarto di finale in assoluto in uno Slam, visto che entrambe avevano come migliore risultato fino ad oggi un quarto turno; e dunque, per entrambe è anche l’occasione di centrare la prima, prestigiosa semifinale in carriera in un Major. La 20enne tennista nipponica, quest’anno campionessa ad Indian Wells, ha già fatto bene nelle precedenti 3 prove dello Slam quest’anno, con due terzi turni ed un quarto turno, e, se si esclude il turno precedente contro Sabalenka, in questo U.S. Open ha nei primi tre turni spazzato via le sue avversarie con autorità. La 29enne di Kiev, dal canto suo, è stata fino ad ora autrice di un ottimo torneo, battendo la n.2 del mondo Wozniacki ed eliminando al turno precedente la giovane promettente Vondrousova; sicuramente, vista anche la sua non più giovanissima età, cercherà di sfruttare al meglio questa occasione di centrare una semifinale Slam.

A seguire, il quarto di finale maschile fra Marin Cilic e Kei Nishikori, che replica la finale del 2014. Per il croato testa di serie n.7, e finalista a Melbourne quest’anno, la possibilità di raggiungere per la seconda volta il penultimo atto di uno Slam in questo 2018. Ma Nishikori, che ricordiamo a inizio stagione era ripartito dai Challenger a seguito di un lungo stop per infortunio, è migliorato costantemente lungo l’arco dell’anno, e sicuramente vorrà vendicare il match perso qui a New York proprio per mano del croato 4 anni fa, e raggiungere la semifinale a Flushing Meadows a distanza di due anni dall’ultima. I precedenti dicono 8-6 per il giapponese, vincitore anche dell’ultimo confronto diretto fra i due, quest’anno sulla terra di Montecarlo ai quarti di finale.

La sessione serale, con inizio alle 19 newyorchesi (l’una di notte in Italia) si apre con il quarto di finale femminile fra Madison Keys, testa di serie n.14, e Carla Suarez Navarro, testa di serie n.30. La statunitense, finalista della scorsa edizione, cerca nuovamente un risultato di prestigio, e nell’ultimo match ha nettamente convinto, vincendo in due facili set contro la Cibulkova (che aveva battuto la campionessa di Wimbledon Kerber). La spagnola ex top 10, dal canto suo, è apparsa in grande spolvero durante questo torneo, battendo giocatrici del calibro di Garcia e Sharapova, e ha una ulteriore occasione di conquistare la sua prima semifinale Slam, dopo aver fallito in ben sei quarti di finale fino ad ora disputati in un Major.

Chiude la sessione serale il match fra Novak Djokovic e John Millman. Il serbo, campione di Wimbledon e autore del Golden Masters, ha chiaramente dimostrato di avere ancora tanta fame di vittorie di prestigio, anche, nel corso del torneo, ha lasciato per strada due set. Ad ogni modo, è lui quello che parte con tutti i favori del pronostico: l’australiano fino ad ora aveva come miglior risultato in uno Slam un terzo turno. Ma la sua storia richiama un po’ alla favola che ha vissuto il nostro Marco Cecchinato (che lo ha battuto in finale a Budapest) al Roland Garros. Sicuramente Millman, dopo aver sorpreso tutti (forse anche sè stesso) con la vittoria su Roger Federer, non avrà nulla da perdere, e a volte questo può essere un fattore determinante nell’innalzare il livello di un giocatore, sulle ali dell’entusiasmo. L’unica domanda che forse bisogna porsi è: sarà Millman già appagato per aver battuto il suo idolo, oppure avrà ancora fame per spingersi ulteriormente in avanti?

Inizio alle ore 12 a New York(le 19 in Italia). Clicca qui per l’order of play completo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy