Us Open Amarcord, 1962: il primo “Grande Slam” di Rod Laver, che oggi compie 78 anni

Us Open Amarcord, 1962: il primo “Grande Slam” di Rod Laver, che oggi compie 78 anni

U Open 1962: Rod Laver si aggiudica in una stagione tutti e quattro i tornei Major diventando il secondo tennista nella storia a riuscirci dopo Don Budge. Oggi questo signore compie 78 anni.

2 commenti

Il termine Grande Slam ha un significato eterno nel tennis. Chi riesce a realizzare l’impresa di vincere in uno stesso anno tutti e quattro i tornei Major diventa immortale. Certo abbiamo parlato di impresa proprio perché é davvero complicato perseguirlo tant’é che non ci é ancora riuscito nemmeno quello che é considerato il tennista più forte della storia, Roger Federer con i suoi 17 Slam.

Quest’oggi vi parliamo di Rod Laver per ricordare uno dei giorni più belli della storia del nostro sport. Era infatti il 1962, 53 anni fa, quando il tennista di RockHampton sconfisse in 4 set il connazionale Roy Emerson  trionfando per la prima volta a New York. Oltre al  primo Us Open in carriera peró il sentimento di grande felicità veniva  anche da  altro, il GRANDE SLAM, centrato prima nella storia solo da Don Budge nel 1938 e da Maureen Connolly nel 1953.

Sì, Rod Laver, il mancino dalla tecnica straordinaria, capace di alternare ottimi serve and volley ad eccellenti colpi da fondo campo. Un repertorio tennistico completo, con un rovescio giocato sia in back che in topspin. Uno di quelli con il talento innato ed un tennis brillante effiicace su ogni superficie. Da amatore, ricordiamo infatti che in quegli anni gli Slam erano aperti per i non professionisti, il talento oceanico si presenta a New York dopo aver trionfato in Australia e a Parigi sul connazionale Emerson e a Wimbledon nettamente su Marty Mulligan.

A guastargli la festa ci provó proprio Marty Mulligan, nel match della prova del nove  sulla terra rossa del Roland Garros, quando Laver salvó un match point grazie ad una fantastica volée vincente. Rocket, questo il soprannome, si presentó a New York con tutta la pressione del mondo, con l’ attenzione di tutti, che avrebbero senza dubbio voluto assistire all’impresa.

Sui campi in erba di Forrest Hill, l’ avversario in finale fu ancora Roy Emerson, sconfitto in 4 set per 6-2 6-4 5-7 6-4. Rod dominó il primo set e si aggiudicó in controllo il secondo. Emerson, sostenuto dalla folla che chiaramente desiderava assistere ad un match lottato, riuscì a vincere il terzo per 7-5, arrendendosi peró per 6-4 nel quarto.

Era il 10 settembre, il giorno in cui Laver conseguí la gloria di fronte ad un pubblico numerosissimo. La leggenda australiana ci prese gusto, ripetendo l’impresa anche nel 1969, 7 anni dopo.  Anche il 2015 sará un anno da ricordare? Dopo diversi anni si potrà assistere di nuovo a questo traguardo storico? Le speranze sono tutte riposte su Serena Williams, che non vorrà di certo fallire l’ obiettivo di fronte al suo popolo.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rosalia Vecchio - 1 anno fa

    È stato il + grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luigi Dallari - 1 anno fa

    AUGURONI !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy